domenica 17 marzo 2013

Movimento e Armonia


Penso di non affermare nulla di nuovo riguardo che la vita sulla terra, per sostenersi necessita di energia, e che tantissimi pur di accaparrarsi tutta l’energia possibile, non si fermano di fronte a nulla. Similmente, anche in altri sistemi del mondo invisibile esistono entità che pur di razziare ogni fonte di energia sono disposte a tutto…. nessun limite morale o spirituale. Ma non tutte le anime sono predatrici ad ogni costo, così come non tutte le anime degli umani sono malvagie. Di fronte a tale scenario, non sono pochi coloro che si aspettano un aiuto dall’esterno da quelle entità votate al bene. Purtroppo per noi, tali entità sono costrette a rimanere in disparte perché quello che potrebbero insegnarci non siamo pronti a riceverlo. Ma questo non significa che in certe rare occasioni non vengono in nostro soccorso, anche se non siamo consapevoli di tale aiuto. La storia dell’uomo è ricca di eventi inspiegabili.

Nonostante salvo eccezioni, gli umani, di fronte a tali eventi, reagiscono con scetticismo perché questi concetti sono talmente lontani dal loro mondo fatto esclusivamente di illusioni, e condizionamenti che ai loro occhi appaiono come fantastici paradossi. Ma vi assicuro che la vera realtà, anche se sono in pochi a comprenderla è molto più fantasiosa e incredibile di quanto siete disposti a credere.
I padroni invisibili negli ultimi decenni, hanno inasprito le loro pretese aumentando la quantità di energia psichica e vitale che ci sottraggono. Se poi teniamo conto, che l’umanità nell’ultimo secolo ha fatto passi giganteschi a livello tecnologico che non trovano eguali nella storia dell’uomo, non è difficile immaginare che in cambio ci hanno fornito le tecnologie di cui sopra. Se è vera la prima ipotesi nulla esclude che non sia vera anche la seconda.

Per millenni siamo stati prevalentemente una società contadina, poi di colpo, in poche decine di anni siamo passati dalle stalle alle stelle, fino a manipolare i codici del programma genetico che permette all’anima di agire nel mondo fisico. Un salto tecnologico di tale portata non ha precedenti nella storia umana, quindi deve esserci stato un intervento alieno. Alcuni credono che ci abbiano “aiutati” a fin di bene. Come se gli alieni ….. esseri occulti che agiscono nell’ombra, come gli artefici possano essere buoni. Nelle storie mitologiche questi esseri sono stati descritti come divinità crudele e gelose ….. una volta demoni e altre Dei, o angeli, ma a soccombere alla fine erano gli sempre gli umani.

Coloro che non credono a tali entità, generalmente non credono neppure nell’anima, ma solo nella materia. Posso dire che il potere degli artefici su costoro è totale, perchè la materia altro non è che un prodotto di scarto dell’energia o essenza vitale, di cui se l’anima è dormiente, l’uomo è totalmente sotto il controllo degli artefici e degli alieni. Naturalmente non pretendo che quanto sopra debba essere condiviso, perché è frutto della mia ricerca e di esperienze personali. Ho sempre sostenuto che i miei scritti, rappresentano un ponte di verità solo per me, perché sono io che ho vissute quelle visioni. Nonostante è auspicabile che i più desti, riflettessero sul fatto che non può essere un caso che esseri vissuti in periodi storici ed epoche diverse giungano nei minimi dettagli alle stesse conclusioni. Possibile che sia tutto frutto del caso? – Oppure ci sono suggeritori invisibili, uniti a frammenti di conoscenze che portiamo con noi da una diversa esistenza, così come fermamente credo?

Secondo la mia esperienza può essere tutto ma non frutto del caso, perché nulla avviene per caso. Crederci o meno per me non fa nessuna differenza perché nulla di ciò che affermo è in vendita per ricavarci un guadagno. Solo chi vive certe cose sulla sua pelle sa esattamente cosa significa e cosa si prova scoprire di essere giunto alle stesse conclusioni di esseri che sono vissuti centinaia e migliaia di anni prima.

Di fronte alla ricerca di noi stessi, e della conoscenza, siamo soli; ed essere soli equivale a vivere un eterno inverno se la nostra anima è priva di quella visione che ci permette di scorgere la luce della conoscenza, e della immortalità dell’essere. Sovente sono proprio coloro che sono avvolti dalla fredda nebbia della solitudine i più accaniti nemici della conoscenza e della ricerca della verità, e per questo anche i più servili e inconsapevoli alleati degli artefici. Questi gruppi, o singoli, agiscono come quinte colonne. Il loro compito è tenere occupati i seguaci a fare salotto sui maggiori temi e misteri della vita, senza mai giungere a nessuna conclusione. Anzi subdolamente insidiano il malefico seme del dubbio su ogni cosa.

Nel corso della storia studiosi e filosofi ritenuti eccelsi, come per esempio Platone, omero, dante, e tanti altri, c’è da chiedersi come sia possibile che nessuno di questi è riuscito a dare una sola risposta in merito al “mistero” della vita e della morte, oltre a seppellirci sotto macerie di teorie e di dubbi su ogni cosa?

Salvo bruciare sul rogo, tutti coloro che osavano azzardare la più semplice delle risposte. Di quegli orrori nel nostro tempo, è cambiato solo il tipo di pena, ma la negazione e l’allontanamento dalla vita sociale di chi osava contraddire il pensiero dominate non è cambiato di molto ….. rogo a parte. Difatti oggi solo raramente si ricorre all’omicidio, anche se le vittime si uccidono comunque escludendole dalla vita sociale. Dovete convincervi, che per porsi le giuste domande è imperativo riuscire a spezzare il legame con agli artefici; distaccarsi dalla vita e dalle forme di pensiero dominanti, affinché sia possibile espandere la mente fino a penetrare le sottili energie della vera essenza dell’anima e degli universi, visibili e invisibili.

In virtù di quanto sopra, posso dire che l’uomo, se continuerà a confidare nella scienza degli arconti, nelle religioni, nelle varie filosofie e salti quantici; e nei falsi profeti e indovini che predicano la fine del mondo ad opera di un dio castigatore perché siamo stati cattivi, non riuscirà mai a trovare le risposte che cerca. Perché è miope pretendere di suonare il trombone e aspettarsi che da questi scaturisca un suono divino. Il mondo sottile dell’anima non può essere penetrato con gli strumenti materiali, perché sono in antitesi.

Tuttavia in certi casi è possibile che un particolare stato mentale di sublime contemplazione, possa generare una fusione di due diverse realtà: quella sottile dell’invisibile e quella densa della “materia”.
Riguardo l’altro tema più o meno simile in merito alla possibilità dell’anima di influenzare la materia, non solo è possibile, ma è dimostrabile sia dai mistici che dai numerosi eventi metafisici che caratterizzano la storia dell’uomo su questo pianeta.

Quindi la materia, il corpo fisico, è solo il mezzo, l’espediente che rende possibile agli artefici sottrarci l’energia vitale di cui hanno bisogno per potenziare il loro potere sulle altre anime, oltre a potenziare la forza creatrice del loro essere. Opporsi a tale dominio è possibile attraverso la consapevolezza, che ciò che crediamo esclusivamente nostro, nella vera realtà è di tutti. Il segreto è nel movimento e nella quiete. Da Splinder del 13-5-2009

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sottoposti a controllo.