lunedì 1 luglio 2013

FARMACI KILLER E FALSA MEDICINA


Ad affermarlo non è un semplice cittadino ma un serio e bravissimo medico che opera in una struttura sanitaria Pubblica. Sono in tantissimi …. troppi, negli ultimi decenni ad affermare che la medicina ufficiale è una grande truffa perché nella migliore delle ipotesi, quando non ti uccide, si limita ad alleviare i sintomi. E lo fa con farmaci che se da una parte alleviano i sintomi, dall’altra minano gravemente la salute, e sovente in modo permanente. Le persone bersagliate dalla pubblicità dei farmaci come fossero caramelle, ignorano che per curare un banale raffreddore, o lenire un dolore rischiano la vita, perché la totalità dei farmaci, anche i più banali come l’aspirina possono provocare gravi danni alla salute e in certi casi provocare la morte. Se poi vi avvicinate alla famiglia degli infiammatori, dovete sapere che correte rischi gravissimi dato che molti e tra questi cito il “meno pericoloso”: il BRUFEN, può causare gravi danni anche a distanza di tempo.

I medici sono quasi sempre consapevoli del rischio a cui andate incontro assumendo tali farmaci, ma come dire …. diciamo che sono disinteressati alla vostra sorte. A loro salvo eccezioni, importa solo una cosa: essere compiacenti con le case farmaceutiche perché sono generose. (Altrimenti perché i medici nei loro studi ricevono i rappresentanti delle case farmaceutiche?)
Se poi il vostro medico è un cinico incallito, potrebbe prescrivervi anche un farmaco come il TORA-DOL in gocce. Scritto in rosso per evidenziare la pericolosità. Se leggete gli effetti collaterali vengono i brividi lungo la schiena. (Assumerlo equivale a suicidarsi). Questo farmaco è un vero potenziale killer, e viene prescritto per quei casi in cui il dolore è davvero insopportabile. Si può assumere per un periodo massimo di 5 giorni, se non morite prima! Altrimenti vi spappola gli organi vitali, come cuore,reni, fegato, pancreas, stomaco ….. e vi risparmio il resto. Di tali danni il medico in generale non ne tiene conto, e se chiedete la pericolosità di detto farmaco, quasi tutti si limitano a rispondere che è innocuo, oppure, che è risaputo che i farmaci possono essere pericolosi. Ma stranamente non dicono mai quanto sia pericoloso quel determinato farmaco.

Pensate un po’, per curare il dolore artritico, muscolare ecc. prescrivono un farmaco che non potete assumere più di 5 giorni, come se il percorso di guarigione di tali malattie durasse meno di 5 giorni. Hanno tolto dal mercato tutti i farmaci naturali in grado di curare o prevenire le malattie, come per esempio la cannabis, fuori legge perché catalogata tra le droghe pesanti solo perché essendo un prodotto naturale non poteva essere brevettata. Ma stranamente prima di essere dichiarata illegale la medicina ufficiale usava i suoi principi attivi per curare la stragrande maggioranza delle malattie. Tutto questo con la complicità dei governi. Gli stessi che dichiarano di preoccuparsi della vostra salute: mettono fuori legge un potente farmaco naturale e spacciano senza alcuna pietà per le vittime, sigarette e alcol, che mietano milioni di vite in tutto il mondo civilizzato e pure tecnologico. E diversamente da quanto propagandano della marijuana, la stessa, anche quando viene fumata, non solo non fa vittime, ma eventuali malattie presenti, regrediscono senza che la persona se ne rende conto.

Questo è davvero un mondo assurdo …… a tal punto che la stragrande maggioranza dei cittadini plagiata dalla propaganda di regime, si è fatta convincere che la marijuana è una droga e non un potente e benefico dono della natura per curare le malattie che l’inquinamento e il consumo della carne producono.
E i media che sono a conoscenza di tale delitto criminale contro i cittadini, tacciono per convenienza personale. E quando è proprio impossibile tacere una notizia, la riportano in modo confuso e ambiguo per seminare dubbi, con lo scopo di vanificarla, come per esempio, che negli stata uniti, lo stesso paese che ha messo fuori legge la cannabis e le altre medicine naturali, e che ancora oggi, punisce con il carcere quei medici che dichiarano che malattie come il cancro e altre simile possono essere curate con prodotti naturali, vengono o imprigionati oppure muoiono vittime di strani incidenti. Ebbene come dicevo sopra, in alcuni stati i principi attivi della marijuana, vengono venduti nelle farmacie, e altri derivati commercializzati per altri usi, dato che la cannabis può essere impiegata anche per produrre la carta ….. risparmiando così gli alberi delle foreste che ci forniscono la materia prima per la vita: l’ossigeno.

La stessa politica proibizionista, vale anche per l’Europa sempre di più inquinata, avvelenata dal criminale liberismo americano. E badate bene, non USA in quanto paese criminale, perché le persone sono buone e cattive in ogni luogo della terra, ma USA in quanto impero dominante sul resto del mondo. Impero che pur di difendere e potenziare la propria potenza economica e militare, come tutti gli imperi del passato, è disposto a tutto …… salvo poi finire nella polvere, come tutti gli imperi della storia. Ma come se nulla fosse, a dispetto della storia, come un malefico sortilegio, poco dopo in qualche parte del mondo, nasce un nuovo impero, come un ciclo che si ripete. Un ciclo che durerà, finchè gli uomini stupidi saranno il triplo degli esseri intelligenti.
Questi mostri condannano le persone a sofferenze indicibili … fino alla morte, solo per potersi arricchire sempre di più.

Non io, ma seri studiosi, affermano con prove alla mano, che la cannabis è il più efficace farmaco naturale in grado di curare quasi tutte le malattie. Dalle più gravi, come il cancro, al raffreddore. Oltre ad essere il più potente antidolorifico conosciuto per la sclerosi multipla. Tanto è vero che negli usa, in alcuni stati la cannabis è riconosciuta dal sistema sanitario nazionale. E da alcuni anni, anche in Italia è possibile acquistare il principio attivo, ma guarda caso con tempi burocratici talmente lunghi, che alla fine il paziente muore, prima di avere il farmaco. L’assurdo di tale criminale proibizionismo è testimoniato dal fatto che il mondo scientifico conosceva i benefici effetti curativi della cannabis anche prima che venisse messa fuorilegge. Tanto è vero che in storie risalenti a migliaia di anni fa, la marijuana, e tante altre erbe mediche, dagli indigeni era considerata una potente medicina.

I governi assoggettati a banchieri e faccendieri, hanno messo fuori legge, tutte le cure naturali conosciute, e occultate le scoperte degli ultimi due secoli. Quelle scoperte che garantivano benessere con energie e altri benefici a basso costo, come per esempio le scoperte di Nicola Tesla, per quanto concerne le energie non inquinanti e a costo quasi Zero.
E guarda sempre il caso, Nicola Tesla, morì in circostanze mai del tutto chiarite, l'8 gennaio del 1943 a New York, dopo essersi incontrato con rappresentanti militari del governo americano per chiedere finanziamenti per una ricerca in merito ad una particolare fonte di energia inesauribile. Secondo me, un atto ingenuo da parte di Tesla che le costò la vita. E guarda ancora il caso …la stessa strana e inspiegabile morte è toccata a tanti ricercatori della fusione fredda. “Pensate quanto è incredibile il caso”. Ancora oggi tutti coloro che affermano di aver raggiunto importanti risultati sulla fusione fredda o di averla addirittura scoperta, muoiono in circostante misteriose. E’ davvero tutta colpa del caso?
Dovete sapere che per le case farmaceutiche e per la stragrande maggioranza dei medici un cittadino in buona salute, è visto come un attentatore al proprio insaziabile benessere. La nuova classe medica, sorta sulle cenere della distruzione della vecchia, quantomeno capace di fare una diagnosi. Contrariamente la nuova, di fronte all’incapacità di fare una diagnosi corretta, che non fosse un banale raffreddore o influenza, si è data nuove regole: non fa più diagnosi. Tutto ciò che va oltre il raffreddore o l’influenza per essere diagnosticato necessita di analisi esplorative. ….. costose analisi, naturalmente a carico dei cittadini.

E se non bastasse questo, con i protocolli in uso, la cura diventa standardizzata. Ossia le persone bisognose di cura vengono curate in virtù di protocolli uguali per tutti, come se le persone fossero tutte uguale. Questo spiega perché un macellaio, o un gelataio se indossa il camice bianco e si trova in un presidio sanitario lo chiamano dottore. Vi consiglio di leggere attentamente l’articolo del Dottor Giuseppe De Pace perché tali informazioni potrebbero salvarvi la vita.
La Medicina Ufficiale Non Cura Le Malattie


Il dott. De Pace, un vero medico, ma soprattutto una persona che ama la verità, rispetta la vita e si preoccupa della sofferenza delle persone.

Il Dott. Giuseppe De Pace, dopo vent’anni di professione, mette in discussione la medicina ufficiale, in quanto incapace di curare le malattie. Nato a Napoli, ha svolto i suoi studi presso la I Facoltà di Medicina e Chirurgia di Napoli ed ha continuato con la Specializzazione in Ortopedia.
E’ iscritto da vari anni al SUM (Stati Uniti del Mondo) che si prefigge di risolvere le cause e non gli effetti dei problemi che affliggono l’uomo, considerando l’uomo stesso parte integrante del Tutto e non entità separata. E' intervenuto in vari seminari locali sull'alimentazione, proponendo il modello Vegetariano per la riconquista ed il mantenimento della Salute dell'Uomo e della Terra:
Sono un chirurgo ortopedico con circa vent’anni di professione (quindici in ospedale), svolti nella continua ricerca di terapie efficaci. Ho passato parecchio del mio tempo allo studio sulle strategie terapeutiche e dei nuovi farmaci, a volte provandoli su me stesso per saggiarne l’efficacia....
Ho raggiunto degli obiettivi di rilievo, sapendo, alla fine, di poter ottenere ciò che volevo. Ma la conquista più importante ottenuta è l’aver capito che la “medicina ufficiale” è falsa ed è solo strumento di potere delle Multinazionali della Salute.
Noi medici siamo plagiati, fin dall’inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di “professori” che hanno il solo interesse di lasciarci nell’ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie per il benessere delle persone.

Da molto tempo mettevo in discussione la “medicina ufficiale” in quanto incapace di curare le malattie, al massimo poteva lenire i sintomi apparenti spostandoli su altri organi. Ed è proprio su questo equivoco che si basa tutta la piramide della “medicina della malattia”. Se la malattia “A” ha come sintomi - x, y, z - , sopprimendoli si ritiene che il paziente sia guarito. Non interessa che, come conseguenza, si sia sviluppata la malattia “B” con i sintomi - j, k, w - in quanto avremo il farmaco per bloccare anche questi ultimi, e così via. Non si capisce, o non si vuole capire, che la malattia “B” è solo l’espressione del blocco della malattia “A”, cioè di un meccanismo di difesa dell’organismo che cerca una nuova via per disintossicarsi. In definitiva, come dice Tilden, le malattie non sono altro che sintomi di un’unica malattia: la tossiemia. (Cioè una grande quantità di tossine che avvelenano il sangue, alla base di tutte le malattie).

Ho vissuto in prima persona il dramma di un bambino di undici anni, affetto da linfoma non-Hogkin. La letteratura internazionale parla di sopravvivenza dell’80% con i nuovi protocolli chemioterapici, notizia molto confortante anche per me che vivevo per la prima volta da vicino questa esperienza. L’equivoco, questa volta, si gioca sul fatto che se il paziente muore anche dopo un mese per insufficienza renale o epatica, superinfezioni, ecc. provocati chiaramente dalla chemio, per la statistica non è morto di linfoma! Ritornando al bambino, questi fu sottoposto per diciotto mesi a dosi massime di chemioterapia ed irradiazioni total-body, per cui i periodi che non faceva terapia, rimaneva in ospedale per curare gli effetti devastanti della chemio. Il suo ultimo mese di vita lo ha passato paralizzato nel letto, intontito dagli stupefacenti e quasi cieco.
A cosa è servito tutto ciò? Come si può pensare di eliminare i pidocchi da una persona dandole fuoco? Questa triste esperienza è stata per me fondamentale in quanto mi ha definitivamente risvegliato la consapevolezza e, grazie anche all’aiuto delle persone dell’ASSOCIAZIONE S.U.M. - Stati Uniti del Mondo - (di cui oggi sono membro), ho compreso che si deve agire sulle cause per risolvere ogni problema.

Il concetto, quindi, di SALUTE non è, la non-malattia come ritiene la medicina ufficiale, ma è un perfetto equilibrio tra mente e corpo (mens sana in corpore sano). D’altronde non si spiega perché un farmaco non abbia la stessa azione in tutte le persone o una infezione non colpisca tutti i soggetti esposti. Ci deve essere una variante molto importante!
Ultimamente ho sentito dire da alcuni autorevoli (!) colleghi che una terapia è efficace se dà almeno il 55-60% di risultati positivi, vale a dire all’incirca la stessa percentuale dell’astensione al trattamento! Se un’auto non frena le vengono sostituiti i freni e per tutte le auto che hanno lo stesso problema il rimedio è lo stesso. Se una persona ha mal di testa, non è detto che prendendo un antalgico possa passare il dolore! Quindi ci deve essere una seconda variante che interferisce sul processo di guarigione. È la Mente. Mentre il Corpo lo curiamo con una sana alimentazione, disintossicandolo e dandogli i supporti necessari per reagire alle aggressioni esterne (radiazioni, inquinamenti, ecc), la Mente la preserviamo stando in pace con noi stessi e con gli altri, amando Tutto e Tutti, senza fare differenze e mettendosi veramente al posto dell’altro. Solo dal perfetto equilibrio tra Mente e Corpo scaturisce la Salute.

Sono stato operato un anno fa di lobectomia tiroidea per ipertiroidismo (!) e condannato, come d’altronde è la regola, a prendere l’Eutirox a vita. Nonostante seguissi scrupolosamente le indicazioni datemi, continuavo a soffrire di dolori muscolari agli arti e di astenia (considerate che avevo smesso di fumare da oltre un anno proprio perché soffrivo di dolori agli arti).
Cambiando dentro sono cambiato fuori, ho modificato completamente la mia alimentazione (eliminando la carne e gran parte delle proteine animali, immettendo sostanze essenziali e non raffinate, combinando bene gli alimenti), ho eliminato completamente l’Eutirox e gli altri medicinali, rivolgendomi alle sostanze naturali. Il risultato è stato la scomparsa dei dolori muscolari e la normalizzazione dei valori ematici non solo tiroidei. Ho sempre sofferto di influenza e raffreddore frequenti specie nella stagione invernale, e mi è stato sempre obiettato che ero un soggetto “linfatico” perché nato pretermine e quindi non avevo sviluppato bene il sistema immunitario! Oggi io non soffro più di raffredore o influenza, anche stando a contatto con soggetti influenzati, io non prendo più niente (…ma allora la teoria sui germi di Pasteur forse non è molto esatta!!) e mi sento pieno di energia e vitalità.

Soffrivo di “verruche piane” al volto che ho trattato con crioterapia ripetutamente senza grossi risultati. Dopo sei mesi di “giuste abitudini alimentari” non è più presente alcuna verruca.
Perché nel popolo americano vi è una alta incidenza di infarto da ipercolesterolemia mentre nel popolo giapponese è bassissima? Perché nei paesi più industrializzati è in crescente aumento il diabete mentre nei cosiddetti paesi sottosviluppati è pressoché assente? È lampante che la variabile è l’alimentazione, ma i padroni della Sanità non lo dicono, raccontandoci la favola della genetica e della predisposizione familiare! Infatti si è visto con il fenomeno dell’emigrazione cambiare, nell’ambito della stessa razza, l’incidenza delle malattie.
Penso che non ci siano dubbi sulla veridicità di queste mie dichiarazioni, che provengono da una mente estremamente razionale e che si è sempre mossa nei canoni della scienza e della ricerca. Tutto è ulteriormente avvalorato dal fatto che, tengo a sottolineare, ho parecchi anni di professione, svolti sempre attivamente ed ho raggiunto obiettivi ragguardevoli, almeno secondo i canoni della Medicina Ufficiale.

C’è tanta gente che non vuole cambiare le proprie abitudini sbagliate; ma c’è tanta altra gente che è alla ricerca di qualcosa di concreto e di vero e noi gli daremo il nostro aiuto a percorrere la strada della Sanità e della Consapevolezza.

L’articolo del Dottor. Giuseppe De Pace dal titolo: La Medicina Ufficiale Non Cura Le Malattie è tratto dal sito http://frontelibero.blogspot.it/

La terza guerra mondiale è in atto ed è basata sulla modificazione del clima e sul cibo avvelenato.

1 commento:

  1. ciao mi ha incuriosito la scelta musicale qui a lato, mi piacerebbe conoscere i tuoi gusti e perchè proprio quel brano lì, grazie

    RispondiElimina

I commenti sono sottoposti a controllo.