lunedì 2 settembre 2013

Dei o Artefici


Riguardo il tuo riferimento agli Egregori, gli esseri extradimensionali che io chiamo per semplificare Artefici, non hanno nulla in comune con i suddetti, anche perché gli Egregori, risultano essere generati con un rito occulto dalla mente di esseri malvagi …… diversamente dagli Artefici che secondo le mie esperienze, sono esseri multidimensionali potentissimi e antichissimi; esseri di sola energia in grado di assumere qualsiasi forma. Esseri con potere di creare la materia, i corpi biologici e gli universi materiali. Quindi i veri signori della vita così come la conosciamo sul “nostro” mondo e sicuramente altrove.

Le entità che chiamo Artefici sono il risultato, di mie esperienze personali attraverso contatti metafisici anche inquietanti che riguardano il mio percorso spirituale da quando avevo circa 6 anni. Queste sono le uniche vere fonti di cui mi fido ciecamente. Freixedo e Giordano Bruno sono i ricercatori in cui mi riconosco di più perché la fonte ispiratrice penso sia la stessa.
E preciso che Freixedo l’ho conosciuto grazie alla rete. Formidabile mezzo di informazioni e di confronto. Per me, scoprire di essere giunto alle stesse conclusioni di Freixedo e di Giordano Bruno, e alcuni altri vissuti anche migliaia di anni prima, come ho già scritto in passato, ha rafforzato enormemente la validità delle mie esperienze metafisiche. Esperienze fatte di visioni e percezioni extrasensoriali. Quindi informazioni non apprese da libri prodotti da gente che scrive per sentito dire, o costruendo teorie spacciate per verità, con l’unico scopo di ricavare vantaggi economici.

Detto questo, l’uomo non è soggiogato solo dagli Artefici, che secondo la mia esperienza interferiscono davvero poco nella vita degli umani e altre creature sotto il loro dominio. Questo perché essendo loro i creatori, hanno progettato la vita materiale, in modo tale che ciò di cui hanno bisogno, affluisse verso di loro, allo stesso modo di come un programma per pc, invia i dati raccolti alla casa madre che lo ha progettato.

Riguardo i parassiti alieni di cui parli, da qualsiasi parte provengono, sono esseri biologici come noi, anche se riescono a rendersi invisibili. Esseri organici che prendono da noi ciò di cui hanno bisogno, così come noi prendiamo ciò di cui abbiamo bisogno dagli animali che alleviamo e dalla natura intorno a noi, senza porci troppi problemi. Se ci pensi bene, finchè saremo ottusamente immersi nella materialità, saremo parassiti di qualcun altro.
Le sette, le associazioni esoteriche, tipo la massoneria, i Rosacroce, gli illuminati e affini, tutti questi, si costituiscono per stabilire un dominio sugli uomini per accaparrarsi una fetta della torta. Queste figure sono meno di demoni inferiori. Personalmente le considero figure “sataniche” ma di basso livello dato che appartengono alla sfera umana. Tra questi annovero anche i crociati, tanto per rendere l’idea, dato che anche loro si proponevano lo stesso scopo di tutti gli altri: ricchezza e potere. E in virtù di questo furono sterminati come tutti coloro che rappresentavano un pericolo o solo un ostacolo, all’ideologia imperiale cristiana . Pratica ancora in uso anche se le tecniche per eliminare sono più sofisticate e subdole.

I vari contattisti a cui alludi, non ultimo Rael, sono solo fumo negli occhi, come lo sono (salvo rare eccezioni) anche tantissimi pensatori e filosofi famosi del nostro tempo e del passato. Considerati dal pensiero dominante simboli quasi mitologici, tra cui quelli rinascimentali e del 900. Questi di concreto, in merito alla verità della condizione umana, non hanno prodotto altro che teorie più o meno simili, in certi casi amputate per paura o per limiti mentali, della questione metafisica. Tanti si sono dichiarati atei. Incapaci di rendersi conto di quanto fosse assurdo tale definizione rispetto alla complessità dell’esistenza umana e della vita in generale. Dichiarasi atei …. cioè negare l’esistenza di un Dio, senza riuscire a percepire, vedere che alle origini della vita dell’universo doveva per forza esserci un progetto intelligente, che non fosse quello imposto dalla tradizione cattolica e affini, secondo me è miope. Tali filosofi e associati, sostanzialmente erano, e sono utili solo nei salotti di gente inutile, attenta solo alla ricchezza e al potere per non morire di noia, e soprattutto per riempire i profondi solchi scavati nella loro anima (ammesso che l’abbiano) dalla pochezza mentale e spirituale che li distingue da sempre.

Non mi risulta che l’umanità in virtù delle loro idee abbia guadagnato in libertà, benessere, e soprattutto in conoscenza e spiritualità. Se mi guardo intorno vedo esattamente l’opposto. Senza Giordano Bruno e Freixedo, i ricercatori veri, quelli che non si riconoscono in questo mondo; che amano la verità piuttosto che la notorietà e la ricchezza, non avrebbero alcun punto di riferimento. In realtà i seminatori del nulla, tanto ipocritamente amati e venerati dalla stragrande maggioranza dei signori della conoscenza effimera, unitamente ai santoni delle religioni monoteiste, Catari e Manichei compreso, senza dimenticare l’enorme massa ignorante e servile, altro non sono che strumenti per sminuire, rendere ipotetiche anche quei pochi e rari ricercatori della verità, tipo Giordano bruno, e Salvador Freixedo, e alcuni altri, anche se privi di quel coraggio che avrebbe permesso loro di andare fino in fondo, ma che invece si sono fermati, per timore delle reazioni della chiesa, e della cultura dominante. Magari ti stupirò ma tra questi metto anche Dante e Leopardi, senza nulla togliere al loro indiscusso genio letterario.

Secondo il mio modesto parere, bisognerebbe approfondire maggiormente gli scritti di Giordano Bruno e Salvator Freixedo. In particolare si dovrebbe conoscere il periodo della fanciullezza, perché sono certo che da piccoli hanno avuto incontri con entità metafisiche, perché nessuno è disposto a morire sul rogo come fece Giordano Bruno se non avesse avuto la certezza assoluta della fondatezza delle sue convinzioni. Nessuno si fa bruciare vivo, per delle semplici teorie o per mantenere il “punto”. Diversamente era certo che le sue convinzioni non fossero semplici teorie, o frutto di ispirazioni filosofiche ma concrete verità ispirate da forze esterne. Da visioni di percezioni extrasensoriali, da parte di entità metafisiche, che esistono allo stesso modo di quelle negative. Lo stesso penso di Freixedo. Quest’uomo ha lasciato una vita fatta di piaceri e ricchezze pur di non rinunciare alle sue verità. Verità che come Giordano Bruno, si reggevano su dati di fatto.

Questo per dirti che penso che non sia possibile che esseri che hanno il potere di soggiogarci, condizionarci a tal punto da controllare il nostro pensiero, seminare odio e fomentare guerre, e soprattutto con capacità di spostarsi tra dimensioni visibili e invisibili, senza che noi possiamo minimamente rendercene conto, siano dotati di una psicologia infantile. Se consideriamo che il loro IMPERO dura da miliardi di anni, tutto lascia credere che siano anime antichissime e potentissime con il potere di creare interi universi e controllarli con grande disinvoltura alla faccia delle figure “mitologiche”, della cultura mondiale, che nel corso di millenni non sono riuscite a comprendere quasi nulla della realtà degli Artefici. Anzi mai neppure immaginata la loro esistenza. Ancora oggi questi santoni della conoscenza, sono mummificati intorno al teorema se Dio esiste oppure non esiste. Questi, si, secondo me, sono esseri infantili.

Secondo la mia esperienza, è difficile … quasi impossibile immaginare che persone che possono contare sulla sola preparazione universitaria siano in grado di “aprire qualche porta”, se non hanno portato con loro conoscenze di più profonde realtà oltre il mondo fisico. Di cui come la storia insegna, saranno regolarmente distrutte, o ignorate dai signori del pensiero dominante.
In merito alla convinzione che questi esseri abbiano dei punti deboli, per me è difficile comprendere su quali basi fondi tale convinzione. Se parliamo dei Rosacroce, Illuminati, e persino razze aliene che sfruttano la terra e gli umani, sicuramente di armi difensive né possediamo più di una …… ma se ti riferisci agli Artefici, credimi, noi esseri biologici, contro di loro non abbiamo nessuna difesa. Tanto meno penso che il confronto possa avvenire su base materiale. La battaglia per liberarci da costoro, non possiamo vincerla nel mondo fisico, ma esclusivamente nell’universo metafisico, dopo aver lasciato il corpo, dato che è da quell’universo che controllano la nostra essenza, o anima.
Un giorno sicuramente riusciremo a sottrarci al loro controllo, ma questo non significherà sottrarre il mondo al loro dominio.

Coloro che pensano di riuscire a rendersi liberi, attingendo come evidenziavo sopra alle limitate e false conoscenze umane, faranno un buco nell’acqua, perchè la conoscenza che crediamo di possedere proviene da loro. Gli umani sono programmati, come marionette in un ciclo continuo e ripetitivo senza mai giungere alla meta, perché il “gioco” della vita ….. questo gioco, è stato progettato in modo tale da rendere la meta irraggiungibile con le normali conoscenze umane.
Secondo la mia esperienza per poter incominciare a capirci qualcosa bisogna svuotare la coppa (la mente dell’anima) e incominciare a riempirla di cose reali, universali. Di idee e valori oltre il contesto materiale. Per fare questo bisogna prima di tutto sintonizzarsi con la propria anima, avere l’esatta percezione che l’uomo così come lo conosciamo, non esiste, poiché è solo un contenitore.

Riguardo le esperienze di pre-morte, penso di avere più di un motivo per affermare che sono fumo negli occhi per mettere sempre nuova carne al fuoco, così come penso dei cerchi nel grano, che stranamente sembra che non appaiono più da tempo. Questo secondo me, fa presagire che tra non molto ci impegneranno con una nuova diavoleria. Lo scopo è tenerci impegnati, per distoglierci dalla verità.
Per finire secondo me, gli Eoni, penso che siano solo brutte “fotocopie” della trinità nel cristianesimo. Dei nati dalla penna di un romanziere, visto che si comportano come le scatole cinesi.
Se ci fai caso, gira e rigira, la minestra è sempre la stessa. Diversamente gli Artefici secondo la mia esperienza, sono una molteplicità di Dei. Una vera civiltà di potentissime antiche anime di dominatori con facoltà di imprigionare le anime in un corpo biologico per poterle usare come fonte di energia. Tanto per intenderci, la famosa fattoria di Salvador Freixedo.

2 commenti:

  1. Caro Marco, anzitutto voglio esprimere il mio apprezzamento per l'ottimo lavoro di computer-grafica che accompagna questo post: trovo che le immagini che introducono le sezioni scritte siano, comunque, sempre molto pertinenti e significative. Hai messo talmente tanta carne al fuoco in questo saggio che risulterebbe assai opportuno un dibattito a più voci. Spero che ciò avvenga, affinché un numero crescente di persone si emancipi dal miope antropocentrismo che sia le religioni monoteiste, sia, in particolar modo, il titanismo massonico, propinano a piene mani (i Manichei e i Catari sono stati solo le vittime di tale menzogna imposta con la violenza). Occorre dire a chiare lettere che l'umanità, all'interno della dinamica universale, rappresenta solo un oggetto d'uso. Questa verità risulta scomoda sia a noi stessi, sia a quegli esseri extradimensionali che ci parassitano, i quali hanno tutto l'interesse, per tenerci buoni, farci credere di essere i signori dell'Universo. Il Vangelo di Giovanni, suo malgrado, contiene un'affermazione assai significativa e controproducente: "La verità vi farà liberi". Finché saremo convinti di essere il fine della creazione e non il mezzo, non riusciremo a spezzare le catene dell'ignoranza e ad intraprendere il cammino verso un'ipotetica liberazione.
    Piero Ferrari.

    RispondiElimina

  2. Caro Piero, grazie degli apprezzamenti per la grafica, sei sempre molto attento e pronto nel cogliere anche il più piccolo particolare, questo perché possiedi una grande ricchezza: una intelligenza aperta e analitica.
    Hai ragione, ho toccato parecchi temi, ma dubito che diventino materia di confronto da parte dei miei pochissimi lettori. Il popolo di internet, non è diverso da quello che incontriamo per la strada. In larga maggioranza è interessato solo alle illusioni e alle sciocchezze …..
    Pensa, alcuni miei lettori, per non darmi la soddisfazione di farmi sapere che visitano il blog, entrano attraverso google perché in questo modo non vengono rilevati dal conteggio statistico. (La mente umana è quanto di più ambiguo e perverso esiste in natura).

    Tra questi lettori “segreti”, uno in particolare si sente il massimo della conoscenza umana. Tanto da negare che un essere umano possa mai giungere ad una possibile verità. A pensarla in questo modo purtroppo e la stragrande maggioranza dell’umanità a prescindere dal ceto sociale e dal tipo di istruzione. Come te questo tizio insegna in un liceo, ma diversamente da te, non oso immaginare il danno che arrecherà ai suoi sfortunati studenti …..

    Figurati che tra l’altro, afferma di combattere i negazionisti, non rendendosi conto di essere lui stesso un radicale negazionista. La sua frase “magica” è: nessuno conoscerà mai la verità sulle origini e la ragione della esistenza umana.

    Praticamente l’opposto della tua mirabile frase: Occorre dire a chiare lettere che l'umanità, all'interno della dinamica universale, rappresenta solo un oggetto d'uso.

    Anche la seguente è altrettanto rivelatrice: Finché saremo convinti di essere il fine della creazione e non il mezzo, non riusciremo a spezzare le catene dell'ignoranza e ad intraprendere il cammino verso un'ipotetica liberazione.

    Caro Piero, penso che oltre te, nessuno commenterà i temi accennati sopra, perché opposti al pensiero dominante e per questo incomprensibili …. per aver commentato, rappresenti l’eccezione.
    Come dire: manca lo spirito del tempo. O meglio manca lungimiranza e intelligenza.
    Grazie del commento. A presto.
    Marco

    RispondiElimina

I commenti sono sottoposti a controllo.