venerdì 30 gennaio 2015

Sotto Un Cielo Di Piombo


Esiste un solo modo per essere liberi e savi su questo pianeta: produrre solo quella tecnologia che si pone lo scopo di sollevare l’uomo da lavori usuranti, pericolosi, e per la ricerca. Solo in questo modo avremo la possibilità di trovare lo spirito, la vocazione per incamminarci su un sentiero, che conduce all’anima e alla vita della terra. ( Marte, la Luna e gli altri corpi celesti del nostro sistema solare, sono lì a testimoniarlo.) La scienza e la tecnologia usata per il controllo e il dominio sui popoli, con il tempo dove ora c’è vita, regnerà il deserto. La tecnologia e la scienza si sono rivelate i peggiori nemici dell'umanità, perchè pochi esseri malvagi, le usano per renderci schiavi. Agli uomini intelligenti e savi, non serve la tecnologia e la scienza degli elementi, ma la consapevolezza e la conoscenza di anima, poichè l'anima è in grado di penetrare qualsiasi "mistero" degli universi, visibili e invisibili.... fisici e metafisici. Tali conoscenze, si possono conquistare solo con la quiete e l'equilibrio.

Mi rendo conto che tali concetti, suonano come una bestemmia nel contesto attuale, dato che ogni cosa è subordinata alla tecnologia. Ma è un dato di fatto, che la scienza e la tecnologia sono utilizzate soprattutto per costruire oggetti futili e costosi che hanno il solo merito di privarci della nostra cultura millenaria, e le nostre capacità psichiche. Oltre naturalmente per controllare la nostra esistenza. Tutto questo senza che la stragrande maggioranza degli umani sia cosciente, perché la tecnologia ci disabitua ad usare le nostre pur misere capacità cognitive, e perchè il controllo è subdolo.
Non nego che alcuni oggetti tecnologici, hanno liberata la donna da compiti noiosi e faticosi, come per esempio lavare la biancheria, posate, la conservazione dei cibi, ecc. Si certo, abbiamo anche i sistemi audiovisivi, che piuttosto che informare, si propongono di disinformare e farci il lavaggio del cervello. E soprattutto la pubblicità che impedisce ad una persona non assoggettata a seguire un programma con continue interruzioni. Ma la cosa peggiore è che tale spazzatura dobbiamo pure pagarla. Un vero paradosso. A tutto questo vanno aggiunti gli oggetti per comunicare, (i famosi telefonini) sono diventati talmente invasivi da rappresentare un vero e proprio pericolo per la formazione dei giovani. Oltre a rappresentare un indiscusso attentato alla salute perché essere immersi in una jungla di onde elettromagnetiche è un grave danno per il nostro organismo, ed in particolare per il cervello.

Se mettiamo sulla bilancia gli oggetti tecnologici di uso comune, e altre inutili diavolerie, rispetto a ciò che ci è stato sottratto, il rapporto è mostruosamente svantaggioso. Prima di tutto ci hanno sottratto la bellezza. Si la bellezza, quella cosa in grado di suscitare emozioni, infondere armonia, e senso di libertà; la possibilità di immaginare di poter esprimere e creare opere d’arte degne di questo nome, in grado di aprire il cuore, la mente e l’anima delle persone; ci hanno privato di maestose costruzioni architettoniche, dandoci in cambio mostruose scatolette di latta che alla prima difficoltà si piegano come fili d’erba, tanti grattacieli che piuttosto che opere architettoniche sembrano missili puntati verso il cielo.
In cambio di pochi e insignificanti oggetti, ci hanno dato malattie “incurabili” e continue minacce di epidemie virali, studiate a tavolino per lucrare sulla salute e quindi sulla sofferenza delle persone, negandoci in questo modo la vera conoscenza che rendeva possibile curare le varie patologie, solo perché i rimedi naturali non sono brevettabili; ci hanno privati di armi semplici come la “ spada e l’arco” e in cambio ci hanno dato terribili armi chimiche e atomiche di distruzione di massa in grado di distruggere la vita sul pianeta; ci hanno privato di cibo naturale, in cambio di cibo trasformato geneticamente dai risultati futuri imprevedibili, e poveri di nutrienti perché gonfiati artificialmente per aumentare il peso a discapito della sostanza. Ci hanno sommerso di additivi e pesticidi che distruggono progressivamente l’ambiente in cui viviamo e al posto del cielo, ci hanno dato una nube tossica prodotta dai scarichi della combustione del petrolio, pur essendoci la possibilità di energia pulita, e a basso costo. E non per ultimo, ci hanno tolto anche la possibilità di ammirare un tramonto, o un alba, dato che il cielo è quasi sempre coperto da una coltre oscura di sostanze chimiche per scopi militari e altri scopi ignobili, che quotidianamente viene irrorata con aerei che operano in incognito, ma che tutti sanno essere sotto il controllo della NATO. Attività occulta che ci costa centinaia di milioni di euro al giorno. (Con la stessa cifre si potrebbe estinguere la fame nel mondo.) Ma più di tutto ci stanno privando della capacità di recepire la realtà in modo oggettivo, in cambio di una realtà sintetica. Realtà che giorno dopo giorno corrode il senso critico e la lucidità mentale soprattutto dei giovani. Cioè di quelle forze vitali che un tempo erano il motore dei cambiamenti sociali. Sembra incredibile che oggi in Europa, che conta circa 450 milioni di cittadini, non ci sia un solo movimento giovanile in grado di opporsi al pensiero unico e alla globalizzazione degli “arconti”. Nel nostro secolo come mai nel passato, le persone sono considerate oggetti, manufatti, merce da mettere sul mercato. Questo “fenomeno”, dovrebbe far riflettere….. se non altro per chiederci in cosa ci stanno trasformando?

Oggi, le popolazioni occidentali, vivono una insicurezza e instabilità cronica perché le professioni e i lavori artigianali sono svolti quasi completamente dalle macchine, determinando in questo modo disoccupazione e quindi enorme quantità di umanità in esubero, in attesa di essere sterminata da qualche programmata epidemia, che puntualmente viene annunciata per abituarci alla futura catastrofe. Il sistema della globalizzazione governato dai banchieri e dalle multinazionali, che da quello che afferma l’ex dirigente di banca Vincenzo Imperatore nel suo libro, tra l’altro, ci derubano anche sui depositi bancari, è una vera ignominia. Aggiunto al fatto che prossimamente, aboliranno anche il contante, mi pare oltre ogni dubbio che lo scopo è porre fine allo status sociale di cittadini, e riclassificarci in soggetti privi di diritti e identità a 500 euro al mese. Privandoci anche di quella minima libertà di poter fare l’elemosina, limitando in questo modo quel sentimento di pietà che ci rende più o meno umano di fronte alla sofferenza. Vogliono privarci di ogni sentimento umano per poterci controllare meglio e renderci indifferenti l’uno alla sorte dell’altro. Negli stati uniti un bambino è stato punito per aver dato una parte della sua merenda ad un compagno di classe che né era privo. Tutto questo è mostruoso e può partorire solo mostri.

Noi dobbiamo unirci e rifiutare tale imbarbarimento perché se passa tale miserabile provvedimento saremo totalmente assoggettati al loro potere di vita e di morte. La setta della globalizzazione, sta cancellando anche le diversità culturali dei popoli occidentali, con il pretesto del terrorismo islamico, e continue invasioni, create ad arte dai governi occidentali per indurre quelle popolazioni a trasferirsi in occidente con l’illusione di migliorare il loro livello di vita e sfuggire alla guerra. Si parla di integrazione tra i popoli. Ma l’integrazione dei popoli, non deve significare la cancellazione delle diversità culturali, omologando i popoli ad un sistema culturale recintato in un pensiero omogeneo e lineare, impartito dall’alto, a discapito della ricchezza della diversità culturale ed esistenziale. Ma poi chi lo dice che i popoli devono integrarsi. I popoli devono essere aperti ad altre culture, ma rimanere nel loro paese e se proprio c’è bisogno di aiutarli, vanno aiutati in casa loro. Per aiutarli basta davvero poco. E’ sufficiente non depredarli delle loro ricchezze con l’uso delle armi come si è fatto fino a questo momento in Iraq, in Libia, in Afghanistan e come si sta tentando di fare in Siria. I politici servi dei banchieri, (in primis l’illusionista Renzi) hanno ceduto senza il consenso dei popoli la sovranità nazionale ad una banda di individui che rappresentano solo se stessi e i loro interessi. Oggi l’Occidente è governato dalla peggiore dittatura: quella delle multinazionali e delle banche.

Quindi limitare l’uso della tecnologia, e promuovere il valore dell’esistenza in senso umanitario, cercando di esaltare quanto di meglio sa offrire la natura umana, per educarla alla conoscenza dell’anima. Non c’è nulla che la tecnologia possa fare, che l’anima non riesca a fare meglio. Anzi, la scienza e la tecnologia altro non sono che il surrogato, la brutta copia di ciò che può rendere possibile e realizzare l’essere nella sua natura spirituale. Poiché l’energia dell’anima altro non è che l’energia creatrice di ogni cosa che esiste di visibile ed invisibile; di fisico e di metafisico. La storia è ricchissima di eventi metafisici che provano l’assoluto potere dell’anima sulla materia e sul tempo. (Inteso naturalmente come unità di misura.)

La chiesa dovrebbe liberarsi del potere satanico alieno, e rivelare la verità delle origini della nostra esistenza, e delle entità che controllano il destino umano, servendosi di umani malvagi assetati di potere. Allo stesso modo la scienza dovrebbe smettere di ingannare l’umanità negandole la possibilità di conoscere tutte le potenzialità seppur limitate della materia di cui è fatto se agisce in sinergia con l’anima. Per esempio il cervello umano contiene circa 100 miliardi di neuroni. Più delle stelle della nostra galassia.
Per chi lo ignora, i neuroni sono delle cellule in grado di trasmettere informazioni ad altri neuroni attraverso il rilascio di neuro trasmettitori fino a formare complesse autostrade per le elaborazioni cognitive, conosciute come sinapsi. Più sinapsi si formano è maggiore è la conoscenza. Diversamente il nostro cervello usa solo il 10% dei circa 100 miliardi di neuroni e collegamenti cognitivi. E’ sicuramente per questo che il mondo è una fossa dell’inferno.

Cosa celano i 90 miliardi di neuroni che non usiamo, e di cui ignoriamo tutto? E se contenessero l’intera conoscenza dell’universo? Immaginate cosa potremmo essere, e a quali livelli di esistenza potremmo esistere: annullamento totale delle dimensioni, del tempo e dello spazio; esseri liberi di esistere esattamente per ciò che siamo. Cioè esseri di pura energia con il potere di dominare e quindi plasmare la materia. Lo stesso si può dire del DNA. La scienza ufficiale occidentale afferma che l’80% del nostro DNA, è considerato spazzatura. Per fortuna sul pianeta esistono popoli che essendo culturalmente diversi da noi, amano scavare più in profondità rispetto al lavoro di superficie che fanno i studiosi occidentali, pressati a trovare soluzioni immediate per trasformare le presunte scoperte in moneta sonante. Per esempio la Russia, che crede in valori diversi da noi occidentali, e per questo i demoni d’Occidente vorrebbero distruggerla così come fecero con i nativi, perché il suo modello sociale mette in evidenza quanto sia mostruoso e disumano il capitalismo selvaggio dell’Occidente. Questi, (i russi) hanno scoperto che quell’80% del DNA in realtà nasconde informazioni e conoscenze inimmaginabili per giungere a scoperte incredibili su ciò che siamo realmente, sia riguardo le origini, che le effettive potenzialità dell’essere. Potenzialità occultate dai mostri che controllano gli umani (gli alieni) con la complicità di umani malvagi.

Stranamente, ho notato che il valore della ricchezza pro-capite che viene distribuito al 90% della popolazione mondiale, è di circa il 10% della ricchezza mondiale. percentuali simili al numero dei neuroni e delle sinapsi che utilizziamo, rispetto ai 100 miliardi posseduti. Tutto lascia credere che attivando un maggiore numero di neuroni, i problemi di ogni tipo che affliggono l’umanità diminuiscano con l’aumentare dell’uso dei neuroni e sinapsi. Direte che ho scoperto l’acqua calda, ma essere consapevoli che aumentando le nostre capacità cognitive, e dove intervenire, si la possibilità di estirparlo. E non mi pare una cosa da poco conto.
Ricapitolando, possediamo oltre 100 miliardi di neuroni, ma ne usiamo neppure il l’10%. Allo stesso modo, non usiamo che una minima parte delle incredibili possibilità del codice genetico perché disattivato. Che ricordo essere oltre l’80%. Chiedersi dove indagare per scoprire cosa, o chi, ci ha resi tanto limitati dovrebbe essere un problema primario per la scienza.
Cosa ha reso il nostro essere tanto miserabile rispetto alle nostre infinite prerogative? Cosa limita così tanto, la stragrande maggioranza del genere umano, a tal punto da renderlo debole, sofferente, incapace di comprendere concetti anche estremamente semplici?

Quello che so è che nelle profondità della terra, esistono cavità talmente ampie da ospitare intere civiltà. Lo stesso è possibile sulla maggior parte dei pianeti e satelliti del nostro sistema solare. Sia sulla luna che su marte, tanti studiosi affermano (supportati da prove fotografiche) che la faccia nascosta della Luna cela basi aliene, e che su Marte sono state scoperte cose simili, oltre che resti di antiche città. Gli esperti, gli ufologi, quasi tutti sono convinti che le entità che rapiscono gli umani in modo tanto misterioso, vengono da altri mondi, se non addirittura da altre dimensioni. Personalmente ho motivo di credere, che quelle entità, vivono tra noi da sempre, e si nutrono della nostra disperazione. O meglio di quella particolare energia che produciamo quando soffriamo, o quando esplodiamo di rabbia. (Sicuramente questo spiega anche perché gli umani diversamente dagli animali sono così ferocemente violenti) Se consideriamo che il fenomeno degli avvistamenti sul pianeta esiste da millenni, dal momento che sono state trovate raffigurazioni sia di ufo che di alieni,in caverne della preistoria, e che solo nell’ultimo decennio, gli avvistamenti di ufo nei cieli di tutto il mondo si sono contati a migliaia, vi pare credibile che i “visitatori” affrontano viaggi di anni luce per raggiungerci, per poi ignorarci, evitando il contatto con gli umani? – Come dire tanta fatica per nulla?

La verità è molto più semplice, come sa esserlo solo la verità: loro sono tra noi da sempre e gli avvistamenti altro non sono che la normale attività che svolgono sul nostro pianeta. Vorrei anche precisare, che queste entità che ci parassitano, non sono poi, tanto evolute come possiamo immaginare. La loro evoluzione a livello spirituale è più o meno al nostro stesso livello, tanto è vero che sono malvagi predatori almeno quanto lo siamo noi. Solo che loro scientificamente sono avanti a noi anni luce. Essere evoluti tecnologicamente non significa essere evoluti a livello di coscienza, vera conoscenza e consapevolezza. Anzi se dovessimo prenderci come esempio, dovremmo dedurre che la tecnologia invece di farci progredire ci fa regredire. Sicuramente deluderò tutti quei soggetti che sono convinti che l’umanità si sta evolvendo, solo perché possediamo oggetti tecnologici più sofisticati del secolo scorso. Purtroppo la scienza è di diversa opinione. L’uomo tecnologico è meno intelligenti di 100 anni fa, quando la tecnologia era agli inizi.

Le entità di cui sopra, o alieni, quando rapiscono gli umano, non lo fanno come quasi tutti credono per ragioni di studio. Tale modo di intendere è davvero molto semplice ed ingenuo, dato che non si può escludere che siano stati proprio loro a limitare le nostre potenzialità cognitive e genetiche. Quindi cosa volete che debbano studiare di noi che non sanno da sempre. Lo scopo dei rapimenti, come più volte ho ribadito, si propone di monitorare se le limitazioni programmate, risultano stabili, oppure necessita intervenire per riportare i valori allo stato del programma, dato che evidentemente il controllo, non è esercitato solo attraverso sistemi elettronici, ma anche con oggetti inseriti nel nostro corpo, che con il tempo possono perdere efficacia.
Programmare il cervello umano con le nuove tecnologie, è quanto di più semplice possa esserci. Lo dimostra il fatto che esistono congegni in grado di manipolare il nostro cervello, facendoci fare tutto ciò che decidono, allo stesso modo di un pianista che suona le note sulla tastiera. La tecnologia di cui parlo, è stata addirittura brevettata.
Gli uomini per uscire dallo stato di coma, devono riuscire a comprendere, con l’aiuto dei savi, di rifiutare quegli oggetti satanici prodotti dalla tecnologia che limitano la coscienza, la conoscenza, le capacitàcognitive e l’apprendimento umano. Dopodiché, intraprendere un percorso di purificazione sia spirituale che organico. Perché se l’organismo è intossicato, quel poco di cervello rimasto non è in condizione di rendersi consapevole di essere schiavo di entità aliene. Disintossicare il proprio organismo, significa prima di tutto smettere di cibarsi di carne, per smettere di introdurre nel proprio organismo potenti antibiotici e vaccini vari. Causa primaria di tante malattie. Inoltre smettendo di mangiare carne, si acquista un nuovo vigore, e si risolvono tanti problemi legati ai processi fisiologici. Che detto in questo modo sembra di poco conto ma che diversamente sono estremamente importanti per la salute perché interessa tutti i maggiori organi vitali. Inoltre, quando si smette di mangiare carne, il cervello si espande perché si libera dei veleni, abbattendo in questo modo, i muri che sono stati alzati nella nostra mente, e nella nostra anima, conferendoci una vista in grado di vedere concetti e cose, che fino a quel momento, pur avendole sotto agli occhi risultavano invisibili. Quando si smette di nutrirsi di carne, cambia anche il modo di prendersi cura della propria persona. A costo di apparire semplicistico, vi informerò di una cosa che potrebbe risultare banale, ma che diversamente è vitale per la salute, e mette in luce che anche una “banale” necessità, come quella di pulirsi i denti può compromettere gravemente la nostra salute.

In quanti per esempio, sanno che il dentifricio non serve per la pulizia dei denti. E ancor meno, sanno che il dentifricio è un potente veicolo di malattie. Non ultimo il cancro alla bocca, perché in tanti dentifrici ci sono sostanze cancerogene. Posso affermarlo pacificamente perchè questo problema è stato affrontato dai media in più occasioni, sollecitando i cittadini a scegliere con cura il dentrificio, come se le persone andassero in giro con un laboratorio chimico in tasca. Inoltre alla lunga provoca anche ulcere nella cavità orale, facendo la felicità delle case farmaceutiche che si sono inventate un ulteriore farmaco per una guarigione che non avverrà mai se non si smette di usare il dentifricio. Tutti i dentisti, sanno molto bene che per la pulizia dei denti, è sufficiente lo spazzolino. Il sottoscritto il dentifricio lo usa esclusivamente per lavare lo spazzolino. Se avete dei dubbi, informatevi da una persona che davvero gode della vostra fiducia, non dimenticando, che i medici sono tutti (salvo eccezioni che ignoro) nel libro paga delle case farmaceutiche.

Cambiando l’alimentazione cambia anche lo stile di vita; cambiano i rapporti umani e il modo di porsi di fronte alle piccole e grandi cattiverie e vicissitudini della vita. Tutto scivola con maggiore serenità, rispondendo con garbo, dove prima si rispondeva con risentimento, pur non rinunciando al necessario rigore per difendere le proprie ragioni. (A parte con Angelo, dato che con lui è quasi un gioco) Ma finchè ci nutriremo di carne animale e “umana” saremo esseri aggressivi, irosi, e limitati, sia psichicamente che spiritualmente. Mi rendo conto che con questo post, ho aumentata l’antipatia di coloro che in me vedono un visionario e un presuntuoso che cammina sulla sabbia. Ma dovete sapere che le mie esperienze in senso metafisico dalla più piccola età, sono la causa primaria del mio camminare sulla "sabbia".

7 commenti:

  1. E chi dovrebbe decidere ? Chi decide, quello è saggio e sapiente e quello no ? .....e in base a quali parametri, e quali modelli ? Chi farebbe le regole e chi le farebbe rispettare ? .....il bello di internet è che sbatte in faccia la realtà e aiuta a 'inte-leggerla' (perdonami il neologismo, avevo in mente il latino, 'intus-legere' ), ma il brutto è che fomenta utopie e sogni irrealizzabili.

    Forse farebbe un pò bene a tutti studiare la filosofia e la storia, ricordare che è stato già detto e scritto tutto e che non c'è nulla di nuovo sotto il cielo per un uomo....Stai cercando risposte nella tua mente e nel tuo cuore, perchè non le hai trovate altrove, ma datti pace, che non sono lì, a meno che non vuoi andare a vivere in un isola deserta e fare tu, da solo e nella solitudine, da governante e da cittadino, o forse non hai saputo 'intus-legere' le fonti che tutti abbiamo a disposizione, da sempre. Finchè sarai quì, dovrai 'soccombere' a questo status quo, oppure cercare le risposte dove fin ora non le hai viste, perchè avevi il TUO filtro davanti agli occhi. Il mondo è pieno di buone intenzioni, ma scarseggia di buona volontà : cosa fa dimagrire: dire 'lunedì mi metto a dietà ? (buona intenzione) o OGGI il mio piatto di pasta sarà la metà del solito (buona volontà) ?

    .....scrivere belle parole e bei discorsi siamo bravi tutti, ma a togliere la cacca da per terra tocca pure a qualcuno farlo....sari tu ? sarò io ?...chi lo deve fare ? Apri gli occhi e non gongolarti in favole e teorie perchè la cacca continuerà a puzzare.
    Pierpaolo

    RispondiElimina
  2. Ciao Pierpaolo, ho letto con interesse quello che hai scritto, ma devi ammettere che gli argomenti trattati non sono in linea con i temi esposti in SOTTO UN CIELO DI PIOMBO, quindi o hai sbagliato post, oppure sei fuori tema.
    Comunque sia, tengo a precisare, che tu lo accetti o meno, io vivo coerentemente con i temi del mio ultimo post. E’ sicuramente questo che non riesci ad accettare. Cioè che in mezzo a questo mondo di cacca, (che da quello che scrivi ti riconosci alla grande) ci possa essere qualcuno che appartiene ad un diverso universo. (E quando scrivo universo, è esattamente ciò che desidero sottolineare.)
    Riguardo alle “dottrine” filosofiche, da te richiamate, penso sia roba da dilettanti, da umano, dato che io provengo da una scuola ben oltre quei modelli di pensiero recintati in uno spazio molto limitato come quello umano. Questo per informarti che io non cerco risposte perché non ne ho bisogno poiché io sono quello che da le risposte. (Naturalmente a chi sa riconoscerle.) E tu non sei tra quelli, dato che per tua stessa ammissione ammetti di riconoscerti in questo mondo sommerso dalla cacca. Noi caro Pierpaolo, siamo due universi opposti che non si incontreranno mai.

    RispondiElimina
  3. Pierpaolo, ho dimenticato di aggiungere che riguardo la storia, mi pare chiaro che conosci solo le cavolate che ti hanno insegnato a scuola. Alla luce delle nuove scoperte ampiamente documentate, grazie a studiosi indipendenti, la storia dovrebbe essere riscritta, lo stesso vale per la preistoria. Saluti e abbracci perchè ne hai bisogno.

    RispondiElimina
  4. Grazie della risposta.
    Questi 'gemiti di dolore e sofferenza' che un pò quà un pò là si leggono in rete su blog e siti come il tuo, non sono cose nuove sotto il cielo. Le persone cosìdette 'per bene', le persone oneste, sensibili al male e al Male, hanno sempre sofferto, da che esiste la civiltà occidentale, col suo carico di 'do ut des' e di voglio materia/do materia . La materia non è la risposta, e il tuo stesso blog trasuda di questa semplice affermazione : la materia NON è la risposta (...la cacca puzza sia per me, che per te ! ).....ma queste sono cose che si studiano con la Filosofia. La sete di risposte dell'uomo c'è sempre stata e le risposte sono state date, da che qualcuno migliaia di anni fa, si chiedeva 'chi sono io ? e che ci faccio quì ?'....ecco perchè ti parlavo di filosofia. Purtroppo la filosofia è stata bandita negli ultimi 30 anni dalle scuole e dai circoli culturali e mediatici (non parlo solo dell'Italia), perchè permette ad un uomo di PENSARE con la SUA PROPRIA testa: e anche tu , caro Marco, fai parte di questi 'diseredati' dalla Sapienza. Il fatto stesso che ti ergi a latore/datore di risposte e che affermi, 'scientemente' di non far parte di questo universo, ne è la prova.
    E' vero, la tecnologia ha offuscato la mente di molti, ma come è vero che la tecnologia ci fa credere (falsa illusione) di essere evoluti e 'sapienti' anche la FALSA informazione e il nozionismo (che NON è cultura e Sapienza) ci ha fatto credere di essere i risolutori di OGNI problema, quando invece alla base della Sapienza c'è il CORRETTO modo di pensare e non la mera e sterile conoscenza. Posso sapere tante cose, ma non risolvere assolutamente i miei problemi quotidiani del vivere, o dare pace alla mia anima, al mio spirito , capisci ? E invece, caro Marco, la risposta è così lampante e chiara davanti a noi : la tecnologia e la presunzione di evoluzione NON ha assolutamente risolto i problemi dell'uomo ! Quindi, rimboccati le mani anche tu, scendi dal tuo sgabello/piedistallo e vieni con me a fare anche tu la tua parte.....io vado a togliere una cacca da per terra....non mi importa cosa diranno, io la mia parte la vado a fare, dritto e con la testa alta. Saluti a te. Pierpaolo

    RispondiElimina
  5. Tu di me e dei miei scritti, le mie idee, la mia esperienza metafisica, che va ben oltre gli schemi da te citati, mi dispiace dirlo, ma non hai capito nulla, perchè pretendi di spiegare problemi non convenzionali con argomentazioni convenzionali. Riguardo la filosofia, pur amandola perchè come dici tu stimola la mente, purtroppo, nella realtà nessuno dei grandi filosofi, è riuscito ad influenzare a tal punto il satanico percorso umano da fargli cambiare direzione. Per i salotti bene, la filosofia è sinonimo di intrattenimento per gente alienata. Per la gente comune, che rappresenta il 99% dell’umanità, è semplicemente una cazzata. (Scusa la licenza ma rende meglio l’idea.)

    Caro Pierpaolo, finchè ti ostinerai a cercare le risposte servendoti delle convenzioni umane, sarà sempre buio. Riguardo la materia, che tu ci creda o meno, gli uomini riusciranno a vedere la luce, solo quando impareranno a distaccarsi dalla materia, dato che è la materia e i suoi malefici artigli, a fare dell'uomo la creatura così stupida, contraddittoria, schizofrenica, e malvagia.

    Il piedistallo! ..... Nessun piedistallo. In questo modo semplifichi e riduci tutto a niente. Se non fosse che in quel niente c'è quel mondo che gli umani non riescono a vedere, a percepire, a sentire, nel cuore e nell'anima. Io caro Pierpaolo sono questo, e tu puoi non accettarlo, ma questo non influisce minimamente sul mio essere, rispetto al tuo mondo.

    (sterile conoscenza!) Ma dai! Possibile che non riesci a vedere che la cacca che ti appresti a raccogliere è il frutto dell'ignoranza e non della mera e sterile conoscenza come tu, erroneamente credi?

    Ti ringrazio della tua presenza, e ti lascio un saluto.

    RispondiElimina
  6. Ciao Marco io condivido pienamente il tuo pensiero, vorrei porti un quesito. Cosa ne pensi dell'affermazione di Corrado Malanga "non tutti gli uomini hanno un anima", secondo intende che non e' sviluppata in tutti, oppure che proprio non ce l'hanno? Grazie

    RispondiElimina
  7. Allora andiamo per ordine: tu cosa pensi sia l'anima, dato che pensi sia qualcosa che si sviluppa nella persona? L'uomo in quanto materia, è una unità biologica, come qualsiasi altra macchina a prescindere dai materiali usati.
    Tra non molto riusciremo a produrre le macchine biologiche che noi chiamiamo umano in laboratorio, naturalmente dotate di cervello, che può essere biologico o neutronico. Nella sostanza non fa nessuna differenza perchè entrambe le macchine funzioneranno con un programma di intelligenza artificiale, e potranno essere istruite e programmate secondo i bisogni della società .... esattamente come avviene ora con gli esseri umani. La scuola, l'educazione, la cultura inculcata, altro non sono che programmi che andranno a formare la personalità degli individui.
    L'anima è un’ altra cosa. Intanto stabiliamo che non è qualcosa che possa formarsi o crescere nell'individuo; l'anima è la vita, l'identità reale di un essere fatto esclusivamente di energia senza l'intermediazione della materia per esistere nella dimensione materiale. Quindi un essere spirituale più o meno evoluto, in grado di esistere nelle dimensioni in cui il concetto di materia è privo di senso, pur avendo le stesse capacità di interagire in quell'universo allo stesso modo in cui interagisce nell'universo materiale.
    Ma come afferma anche Malanga e, come affermavano i gesuiti, o meglio la chiesa nel 500, non tutti gli esseri biologici che noi conosciamo come uomini sono anima. Nel senso che non sono entità spirituali.
    Federico, da come ti esprimi mi sembra che sei molto giovane, ma con il tempo, con l'esperienza più volte nella tua vita ti troverai davanti persone che ti metteranno nella condizione di chiederti se hanno l'anima, oppure sono delle semplici macchine, talmente sono prive di carica umana...... di bontà di amore ….. Ebbene quelle “persone” secondo la mia esperienza e conoscenza, non sono anima, esseri spirituali, ma semplici macchine.
    Spero di esserti stato utile. Ciao.
    Marco

    RispondiElimina

I commenti sono sottoposti a controllo.