domenica 17 luglio 2016

Miti, leggende e il grande inganno


Il documento che segue, è stato possibile grazie al film documentario Zeitgeist the movie prodotto nel 2007 da Peter Joseph. La parte presa in esame è quella riguardante le religioni e Dio.

Più domande ti poni, maggiormente ti rendi conto che sei stato ingannato dalla nascita. Le istituzioni religiose di questo mondo stanno in cima alla scala della corruzione e dei crimini. E sono state create dalle stesse entità che hanno creato le istituzioni sataniche che governano il mondo.

Ai demoni che governano il mondo non importa nulla delle popolazioni della terra. Tutto ciò che gli interessa è controllare ogni cosa di questo mondo. Altrimenti bisognerebbe chiedersi come mai la chiesa è contro il controllo delle nascite, nonostante due terzi dei bambini di tutto il pianeta quei pochi anni che vivono, lo fanno tra atroci sofferenze perché non hanno abbastanza per nutrirsi e per curarsi. Per conto di chi, la chiesa, subdolamente attraverso il rifiuto del controllo delle nascite e di una chiara presa di posizione contro i demoni del mondo, favorisce la sofferenza e la disperazione di oltre i due terzi dell'umanità?

La chiesa si nutre, lucra e impera sulla sofferenza dei derelitti, poichè senza i poveri la chiesa non avrebbe ragione di esistere. Un gigantesco paradosso che quasi nessuno riesce a vedere. Lo stesso vale per i governi, che solo a livello di propaganda difendono la vita. La chiesa come la politica, negano alle persone il diritto di interrompere la vita, quando questa è ridotta a vegetale, adducendo il sacro principio che la vita e un bene prezioso. Diversamente è indifferente che milioni di persone muoiono di stenti, malattie e sterminati dalle bombe intelligenti . Se la vita è sacra come dichiara la chiesa, come mai la stessa chiesa per secoli ha sterminato le più prodigiose intelligenze!!?? Siamo stati portati lontano dalla verità delle origini della vita, su questo pianeta. I demoni che governano il mondo si sono inventati Dio e tutte le religioni per poterci controllare con il terrore del castigo divino. Condannandoci peccatori dalla nascita per un peccato di tradimento commesso da Adamo e Eva. Ammesso pure che fossero esistiti, mi chiedo noi cosa c’entriamo con questi due?? La colpa di questi due signori, è una delle più grandi bufale della storia dell’umanità inventata per farci sentire in colpa, ancora “prima di nascere”.

(Più si comprende da dove tutto nasce, e maggiormente si vedono bugie ovunque.)

Deve essere difficile per coloro che hanno sempre considerato le autorità come verità. Per questi sarà davvero difficile accettare che intorno a noi è tutto un inganno. Dovete diffidare di chi cerca di sedurvi, convincervi con false promesse e pretese esagerate.

Questi demoni, sono riusciti a convincere i popoli della terra, che c’è un essere invisibile che vive nel cielo, che vede tutto quello che facciamo ad ogni minuto di ogni giorno. E questo essere, possiede una lista speciale di dieci cose che non vuole che facciamo. Dieci cose che idealmente, mi sento di condividere, ma che pare che a metterle in pratiche … compreso Lui, siano veramente pochi….

L’Ente ci assicura, che se non facciamo almeno una di quelle dieci cose, andiamo in un posto speciale, pieno di fuoco e fumo, dove si brucia, si viene torturati e si soffre fino alla fine dei tempi … Dopo tutto questo, dovremmo credere che Lui ci ama. Provate a pensare se non ci amasse cosa ci farebbe …Ci ama e ci chiede di donare tanti soldi ai suoi ministri sulla terra. I preti, o meglio la chiesa e tutte le religioni ovunque esiste una comunità di persone; hanno sempre bisogno di soldi!

La chiesa, raccoglie continuamente in tutto il mondo, miliardi di dollari … non pagano tasse, e hanno sempre bisogno di altri soldi. Oltre 5 miliardi di persone nel mondo credono ad una entità che vede tutto e controlla le loro vite. (Voi non lo sapete, ma credete ad una storia che è una grande menzogna).

Pensate, il 40% degli americani, crede che Gesù possa ritornare nel corso della loro vita a scatenare la fine del mondo.

La religione cattolica, tra tutte le religioni è la più assurda. Con questa setta di preti vampiri, e la loro lista dei dieci peccati mortali…. Ci succhiano il sangue dal primo giorno che veniamo al mondo con il battesimo … naturalmente a pagamento. Loro, la chiamano offerta.

Ci succhiano il sangue e la vita, mentre la chiesa, il papa va in giro con la sua papamobile, protetto da un vetro antiproiettile spesso un metro. Questa è fede da trincea. Fede della più grande favola mai raccontata. E pochi sanno che l’invenzione di Dio e delle religioni deriva da antiche credenze pagane, e la religione pagana, da credenze ancora più antiche…

Dal 10 mila circa avanti cristo, la storia è piena di scoperta di grotte con graffiti e scritture che rappresentano, l’adorazione dei popoli verso il sole, in quanto ogni giorno il sole sorge, porta la luce, il calore e la certezza della continuità della vita. Salvando l’uomo dal freddo, dall’oscurità, e dai predatori nel buio della notte.

Dai primordi, l’uomo imparò a capire che senza il sole, il grano non sarebbe germogliato e gli esseri viventi sul pianeta non sarebbero potuto sopravvivere. Questi dati di fatto, hanno reso il sole l’oggetto più adorato di tutti i tempi. E allo stesso modo i popoli antichi, prestavano molta attenzione anche al cielo e alle stelle.

Osservando le stelle, impararono … con l’aiuto di entità esterne a prevedere e anticipare eventi che si ripetevano nel corso di lunghi periodi di tempo. Come le eclissi e le lune piene. Così impararono a catalogare in gruppi di stelle e a farne mappe celeste, che conosciamo come costellazioni.

La croce dello zodiaco, una delle immagini concettuali più antiche della storia umana, rappresenta il sole come se metaforicamente attraversasse le 12 maggiori costellazioni nel corso di un anno. Rappresenta anche i 12 mesi dell’anno, le 4 stagioni, i solstizi e gli equinozi. In altre parole le civiltà antiche non si limitavano ad adorare il sole e osservare le stelle, ma le personificavano elaborando mitologie circa i loro movimenti e legami.

Il sole con il suo potere di dare la vita era personificato come un rappresentante del creatore invisibile, o Dio. Era conosciuto come il “sole Dio”, la luce del mondo, il salvatore del genere umano. D’altro canto, le 12 costellazioni, rappresentavano delle tappe del viaggio del Dio sole, e venivano identificate con nomi che spesso rappresentavano particolari elementi della natura che si manifestano in quel particolare periodo dell’anno. Per esempio: acquario. Acquario, l’uomo che versa l’acqua, che porta le piogge di primavera.


Sopra vediamo Horus, il dio sole dell’Egitto, risalente al 3000 a.c. E’ la divinità sole antropomorfa, e la sua vita è una serie di mitologie allegoriche del movimento del sole nel cielo. Dagli antichi geroglifici in Egitto, conosciamo molto di questo Messia del sole. Infatti il termine “Horizon”, (orizzonte) viene dalla frase “Horus has risen” (Horus è risorto). “Hours”, anch’esso deriva da “Horus”, in quanto rappresenta il percorso del sole nel corso della giornata. Anche il termine “sunset” ha origine da questa mitologia, dato che Horus, aveva un fratello malvagio chiamato “Set”. E “Set”, era la personificazione dell’oscurità. Infatti ogni giorno “Horus”, vinceva la sua battaglia contro Set. Mentre alla sera set arrivava e sconfiggeva Horus, mandandolo negli inferi. Da qui il nome “Sunset”.

E’ importante sapere che “l’oscurità contro la luce” o “il bene contro il male”, sono delle dicotomie mitologiche più onnipresenti, mai conosciute. Ed è una dicotomia ancor oggi, presente su vari livelli. Sinteticamente, la storia di Horus è la seguente: Horus è nato il 25 dicembre dalla vergine Isis-Meri.

La sua nascita era accompagnata da una stella dell’est che i re seguirono per trovare e portare doni al neonato Salvatore; all’età di 12 anni, questo salvatore, era già un prodigo insegnante bambino, e all'età di 30 anni venne battezzato da una figura nota come Anup e da quel momento iniziò il suo ministero. (Che strano questa storia, somiglia molto, ma molto, alla storia di Gesù).

Horus aveva 12 discepoli che viaggiavano con lui, compiva miracoli, come la guarigione dei malati e il camminare sulle acque. Horus era conosciuto con vari nomi simbolici come "La verità", "La luce", "Il figlio eletto di Dio", "il Buon Pastore", "l'Agnello di Dio" e molti altri. Dopo esser stato tradito da Typhon, Hours venne crocifisso, sepolto per 3 giorni, dopodiché risorse. Queste caratteristiche di Horus, anche se potrebbero non essere reali, sembrano permeare molte culture del mondo antico, in quanto si è scoperto che molte altre divinità presentano la stessa struttura mitologica generale. Di seguito alcuni esempi di divinità dell’antichità che raccontano la stessa storia successivamente adattata anche per Gesù:

(1) Attis, Anatolia, divinità Frigia. Nato da una vergine, il 25 Dicembre, crocifisso, sepolto in una tomba e dopo 3 giorni, è risorto.

(2) Krishna, dall'India, nato da una vergine, Devaki, con una stella dell'est che segnalava il suo arrivo, ha compiuto miracoli con i suoi discepoli, fu crocifisso e dopo la sua morte è risorto.

(3) Dioniso della Grecia, nato da una vergine il 25 Dicembre, era un insegnante viaggiatore che compiva miracoli, come trasformare l'acqua in vino, veniva chiamato anche "Re dei Re".

É interessante notare che il giorno sacro del culto di Mitra era la Domenica. Ciò che intento, è che ci sono dozzine di salvatori, di differenti epoche, da molte parti del mondo, che condividono queste caratteristiche generali. Resta l'interrogativo: perché queste caratteristiche? Perché la nascita da una vergine il 25 Dicembre?

Perché morto per 3 giorni e poi l'inevitabile resurrezione? Perché 12 discepoli al seguito?

Per scoprirlo, esaminiamo i più recenti Messia legati al sole. Gesù Cristo è nato dalla vergine Maria il 25 Dicembre a Betlemme, la sua nascita è stata annunciata da una stella dell'Est, che tre Re, o Magi, hanno seguito per trovare e andare ad adorare il nuovo salvatore. All'età di 12, fu un insegnante adolescente; all'età di 30 venne battezzato da Giovanni Battista e da allora iniziò il suo ministero. Gesù aveva 12 discepoli che viaggiavano con lui e compiva miracoli, come la guarigione dei malati, il camminare sulle acque, la resurrezione dei morti. Era anche conosciuto come "Re dei Re", il "Figlio di Dio", la "Luce del Mondo", "l'Alfa e l'Omega", "l'Agnello di Dio" e molti altri nomi.

Dopo essere stato tradito dal suo discepolo Giuda, (ma pare che neppure questo sia vero), viene venduto per 30 denari d'argento. Fu crocifisso, sepolto in una tomba e dopo tre giorni risorse ed ascese in Cielo.

Innanzitutto, la sequenza della nascita ha un'origine del tutto astrologica. La stella dell'Est è Sirio, la stella più luminosa del cielo, che il 24 Dicembre si allinea con le tre stelle più brillanti della Cintura di Orione. Queste tre stelle luminose sono chiamate oggi come lo erano nei tempi antichi: i Tre Re. "Tre Re" assieme a Sirio, la stella più luminosa, si allineano nella direzione in cui sorge il sole il 25 Dicembre. Ed è per questo che si dice che i Tre Re "seguono" la stella dell'est, affinché trovino l'alba: la nascita del sole. La vergine Maria è la costellazione Virgo, conosciuta anche come Virgo la Vergine. Virgo in latino significa vergine.

Alla costellazione Virgo ci si riferisce anche come "Casa del Pane", e la rappresentazione di Virgo è una vergine che tiene un covone di grano. Questa "Casa del Pane" e il simbolo del grano rappresentano i mesi di Agosto e Settembre, il tempo della mietitura. In effetti, anche Betlemme si traduce letteralmente come "Casa del Pane". Betlemme è quindi un riferimento alla costellazione Virgo, un posto che si trova in cielo, non sulla Terra. C'é un altro fenomeno molto interessante che si verifica nei giorni fra il solstizio d'inverno e il 25 dicembre... Dal solstizio d'estate sino al solstizio d'inverno, i giorni diventano più corti e freddi. Dalla prospettiva dell'emisfero nord, il sole appare muoversi verso sud e diventare più piccolo e più debole.

L'accorciarsi delle giornate e la fine dei raccolti, con l'avvicinarsi del solstizio d'inverno, simboleggiavano un processo di morte per gli antichi. Era la morte del Sole. E il 22 Dicembre, la morte del sole si realizzava completamente, in quanto il sole continua a muoversi verso Sud per 6 mesi, fino a raggiungere il punto più basso nel cielo. La cosa curiosa che accade è questa: il Sole smette di muoversi verso Sud per 3 giorni. Durante questa pausa di 3 giorni, il Sole rimane in prossimità della Croce del Sud: la Costellazione Crux.

E dopo questo periodo, il 25 Dicembre, il Sole si muove di un grado, questa volta a Nord, facendo presagire giorni più lunghi, calore e primavera. E per questo fu detto: il Sole è morto sulla croce. Morì per 3 giorni, solo per risorgere o nascere di nuovo. Questa è la ragione per la quale Gesù e numerose altre divinità legate al Sole, condividono queste idee di crocifissione, morte di 3 giorni e resurrezione. In realtà altro non è che il periodo di transizione nel quale il Sole inverte la sua direzione di nuovo verso l'emisfero nord, portando la Primavera e, quindi, la “salvezza”.

Tuttavia gli antichi non celebravano la resurrezione del Sole sino all'Equinozio di Primavera, o Pasqua.

Questo perché a partire dall'equinozio di primavera, il Sole ufficialmente supera la forza maligna dell'oscurità, in quanto il giorno da quel momento diventa più lungo della notte, facendo riemergere le condizioni rivitalizzanti della primavera. Probabilmente, il più ovvio dei simbolismi astrologici riguardanti Gesù é quello dei 12 discepoli. Sono semplicemente le 12 costellazioni dello Zodiaco, assieme ai quali Gesù, essendo il Sole, viaggia. In effetti, il numero 12 viene ripetuto di continuo in tutta la Bibbia.


Ritornando alla croce dello Zodiaco, la rappresentazione della "vita" del Sole, non era soltanto una rappresentazione artistica o uno strumento per identificare i movimenti del sole. Era anche un simbolo spirituale pagano, che veniva sinteticamente rappresentato in questo modo. Tale simbolo non è della cristianità, come vorrebbero farci credere. Ma era un simbolo pagano che raffigurava la Croce dello Zodiaco. Questa è la ragione per cui Gesù nell'arte sacra antica, veniva sempre mostrato con la testa di fronte alla Croce, in quanto Gesù è il Sole: il "Sole di Dio", "Luce del Mondo", il "Salvatore Risorto", che "ritornerà ancora", come ritorna ogni giorno, la "gloria di Dio", che ci difende contro le "forze dell'oscurità". E lui è "rinato ancora", come ogni giorno, e può essere visto "arrivare dalle nuvole", "lassù in cielo", con la sua "corona di spine" o "raggi solari".

Ora, fra le metafore astrologiche e astronomiche della Bibbia, una delle più importanti ha a che fare con le Ere. In tutte le scritture ci sono numerosi riferimenti alle "Ere".

Al fine di comprenderne la ragione, dobbiamo conoscere il fenomeno conosciuto come "Precessione degli Equinozi". Gli antichi Egizi, come tante altre culture molto prima di loro, scoprirono che ogni 2150 anni circa, il sole sorge nella mattina dell'equinozio di primavera, in corrispondenza di un differente segno dello Zodiaco. Questo è dovuto ad una lenta rotazione angolare della Terra intorno al suo asse.

É chiamata "precessione", in quanto le costellazioni vanno all'indietro, anziché nel normale ordine dell'anno. Il periodo di tempo necessario affinché questa precessione attraversi tutti i 12 segni é approssimativamente di 25.765 anni. Questo è anche chiamato "il Grande Anno". Le antiche civiltà ne erano ben consapevoli. Si riferivano a ciascuno di questi periodi di 2.150 anni come ad un' "Era".

Dall'anno 4.300 a.C. all'anno 2.150 a.C., era l'Era di Taurus, il Toro;

dal 2150 a.C. all' 1 d.C. era l'Era di Aries, l'Ariete; e dal 1 d.C. al 2150 d.C. abbiamo l'Era dei Pesci. L'Era dove ci troviamo attualmente.

E all'incirca nell'anno 2150, entreremo in una nuova Era: L'Era dell'Acquario. In generale, la Bibbia si riferisce ad un movimento simbolico entro 3 Ere, presagendone una quarta.

Nel Vecchio Testamento quando Mosè scende dal Monte Sinai con i 10 Comandamenti si infuria vedendo il suo popolo che venera un vitello d'oro. Infatti, lancia le sue tavole di pietra e ordina alla sua gente di uccidersi per potersi purificare. (Secondo me, istigare al suicidio per purificarsi è l’esatto contrario di cui hanno bisogno le persone per rendersi conto dei loro orrori.) Molti studiosi della Bibbia attribuirebbero questa furia al fatto che gli Israeliti stavano venerando un falso idolo, o qualcosa che lo rappresentava.

La verità è che il vitello d'oro rappresenta Taurus: il Toro. Mentre Mosè rappresenta la nuova Era di Aries, l'Ariete. Questa è la ragione per cui gli Ebrei ancora oggi, suonano il corno d'Ariete. Mosè rappresenta la nuova Era di Ariete, e con l'arrivo della nuova Era, tutti devono abbandonare quella vecchia.

Anche altre divinità mettono in evidenza queste transizioni fra Ere. Per esempio Mitra, una divinità pre-Cristiana che uccide un Toro. Gesù, quindi, è la figura che introduce l'era che segue quella di Aries, l'era dei Pesci, o dei "Due Pesci".

Il Pesce è un simbolismo molto comune nel Nuovo Testamento. Gesù sfama 5000 persone con pane e "due pesci". Quando ha iniziato il suo ministero, incamminandosi per la Galilea, fece amicizia con due pescatori, che lo seguirono. E credo che tutti abbiamo visto il simbolo del pesce "Jesus Lives" attaccato sul retro delle auto. Pochi sanno cosa significa veramente. É un simbolo astrologico pagano che indica il Regno del Sole durante l'Era dei Pesci. Anche la presunta data di nascita di Gesù altro non è che la data di inizio di questa Era.

In Luca 22:10, quando i discepoli chiedono a Gesù dove si preparerà la Pasqua dopo la sua morte. Gesù replicò: "Vedrete, appena entrati in città, venirvi incontro un uomo che porta una brocca d'acqua ... seguitelo nella casa dove entrerà."

Questa scrittura è di gran lunga la più significativa fra tutti i riferimenti astrologici. L'uomo che versa la brocca d'acqua è Acquario ….. l'uomo che porta l'acqua. Rappresentato sempre come un uomo che versa acqua da una brocca. Egli rappresenta l'era dopo i Pesci. E quando il Sole (il Dio Sole) lascerà l'era dei Pesci. (Gesù), entrerà nella Casa di Acquario, dato che Acquario segue i Pesci nella Precessione degli Equinozi.

Gesù sta solo dicendo che dopo l'Era dei Pesci, arriverà l'Era di Acquario. Ora, abbiamo tutti sentito parlare della fine dei tempi e della fine del mondo. A parte le rappresentazioni fumettistiche del Libro delle Rilevazioni, questa idea proviene principalmente da Matteo 28:20, dove Gesù dice: "Io sarò con voi, fino alla fine del mondo." Tuttavia, nella versione della Bibbia di Re Giacomo, la traduzione "mondo" è errata, assieme a molti altri errori di traduzione.

In realtà la parola esatta è "aeon", che significa "era". "Io sarò con voi, anche alla fine dell'era."

E questo è vero, in quanto la personificazione dell'Era dei Pesci in Gesù-Sole terminerà quando il Sole entrerà nell'Era dell'Acquario. L'intero concetto di fine dei tempi e di fine del mondo é un errore di interpretazione di un'allegoria astrologica. In virtù di questo, appare palese che tutti coloro che credono che la fine del mondo sia vicina, nella migliore delle ipotesi sono degli ingenui creduloni.

Inoltre, il personaggio di Gesù, essendo un ibrido letterario ed astrologico, più esplicitamente è un plagio della figura del Dio sole egiziano (Horus).

Per esempio, graffiti di oltre 3500 anni fa delle mura del Tempio di Luxor in Egitto, riportano immagini dell'Annunciazione, dell'immacolata concezione, della nascita, e dell'adorazione di Horus. Le immagini iniziano con Thaw che annuncia alla vergine Isis il concepimento di Horus. Dopodiché il fantasma sacro Nef ingravida la vergine, e da questo si costruisce, l’adorazione per la falsa credenza del parto della vergine.

Questa è esattamente la storia del miracolo del concepimento di Gesù. In effetti, le similitudini letterarie tra la religione egiziana e cristiana sono sbalorditive. E il plagio è palese.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sottoposti a controllo.