martedì 27 dicembre 2016

Antartide, il Continente Proibito


L'Antartide fu scoperta nel 1820 durante la spedizione russa di Faddei Bellinshausen e Mikhail Lazarev, ma le esplorazioni sono state avviate concretamente soltanto cent'anni dopo, con l'invio di spedizioni scientifiche da diversi paesi. il Polo Sud, o Antartide, è un continente, ovvero un’immensa distesa di ghiaccio sotto il quale c’è la terra. Al Polo Sud si trova il 90% di tutto il ghiaccio mondiale, il che corrisponde a 3/4 delle riserve di acqua fresca mondiali. Infatti qualcuno ogni tanto pensa di poter risolvere i problemi di aridità di alcune zone semplicemente trasportando pezzi di ghiaccio antartici. Al confronto, il Polo Nord ha molto meno ghiaccio.

Dopo il ritorno del viaggio dell’ammiraglio Byrd in Antartide, i paesi più importanti del “globo”, URSS compresa, decisero di stabilire delle regole che limitasse, o meglio impedisse ai comuni cittadini di visitare l’Antartide senza preventiva autorizzazione da parte delle autorità proposte, e in quelle zone da loro consentite e sotto la scorta delle autorità militari. Tali regole sono talmente tassative che tutti coloro che si sono avventurati senza i preventivi permessi, sono scomparsi misteriosamente e in alcuni casi come la spedizione di giovani scienziati norvegesi persero la vita per mano delle autorità proposte a presidiare il continente, diventato ormai un continente proibito. Di seguito un link che testimonia che in Antartide si muore con troppa facilità:
https://www.youtube.com/watch?v=7E89bk5fCq4
http://www.ansa.it/mare/notizie/rubriche/uominiemare/2011/03/01/visualizza_new.html_1561743616.html

Il trattato Antartico, detto anche trattato di Washington, è un accordo internazionale finalizzato alla definizione dell'utilizzo delle parti disabitate dell'Antartide che si trovano a sud dei 60° di latitudine S. Il trattato costituisce la base del complesso sistema di accordi multilaterali definito come sistema del trattato antartico (Antarctic Treaty System o ATS)
L'obiettivo del trattato è quello di stabilire le linee guida per l'utilizzo pacifico delle risorse del continente e per la preservazione di flora, fauna e dell'ecosistema.
Fu stipulato a Washington il 1º dicembre 1959 e firmato dai paesi partecipanti all'Anno Geofisico Internazionale (1957-58). Entrò in vigore il 23 giugno 1961.
Tramite il trattato i paesi firmatari con rivendicazioni di sovranità territoriale concordano di interrompere le loro richieste e di rinunciare allo sfruttamento economico o all'utilizzo per scopi bellici del continente; sono infatti interdette le attività di tipo militare e ogni attività che implichi esplosioni nucleari o depositi di materiale radioattivo.


Il più noto e importante esploratore dell’antartide fu L’Ammiraglio della Marina Americana Richard Evelin Byrd con la prima esplorazione nel 1926. Tentò di sorvolare il Polo Nord e dichiarò di averlo raggiunto, non riuscendo però a portare valide prove della sua affermazione. Nel 1928, organizzò una prima spedizione con due navi e tre aerei, riuscendo a sorvolare il Polo Sud il 29 Novembre 1929. Quello che dichiarò di aver scoperto fu un vero è proprio continente con grandi distese verdeggianti, montagne, laghi, fiumi ed un clima temperato …. E udite udite, maestose città che luccicavano come cristalli, che sembravano uscire da un mondo di magia e di fiabe, abitate da una razza aliena che possedeva una tecnologia in grado di manipolare la materia, e di viaggiare a velocità della luce.

Il racconto completo del suo diario lo trovate al seguente link: http://arteeanima.blogspot.it/

Nel 1938, fu invitato dalle autorità naziste a partecipare alla spedizione antartica "Neuschwabenland" dell’inverno 1938/1939, ma rifiutò.
La più importante spedizione antartica fu la quarta, l’Operazione Highjump. Nel 1946, il Segretario della Marina Forrestal organizzò la più imponente spedizione Antartica mai realizzata fino ad allora ed anche in seguito nessuna ha mai raggiunto l'imponenza dell'operazione Highjump, una vera operazione militare.
Insieme alle nave Mount Olympus c’era la portaerei Philippine Sea e 13 navi appoggio, con decine di aerei, idrovolanti, elicotteri. I partecipanti erano più di 4500.

Dalla USS Pine Island partì per l'ennesima ricognizione fotografica uno dei sei idrovolanti Martin PBM-5A Mariner in dotazione, il George One, che, dopo un pò di tempo, venne a trovarsi in una zona a visibilità zero. Urtò un iceberg. Dallo squarciò fuoriscì il carburante e ciò ne provocò l'esplosione, evento non infrequente negli aerei di questo tipo.
Dopo lunghe ricerche, i superstiti vennero ritrovati dal George Two, l'11 gennaio 1947. Sei membri si erano salvati, tre erano morti.
L’operazione comportava una vera e propria task force costituita dalla portaerei Philippine Sea, da due cacciatorpediniere, la USS Brownsen e la USS Henderson, da due rompighiaccio, la USCGC Burton Island e la USCGC Northwind, da quattro navi di appoggio logistico, USS Yankee, USS Canisted, USS Merrick e USS Capacan, una nave per comunicazioni, la USS Mount Olympus, un sommergibile, l'USS Sennet di classe Balao, e da due navi per appoggio idrovolanti, la USS Currituck e la USS Pine Island. In tutto la task force era completata da dodici idrovolanti, sei elicotteri e 4.700 marines. L'armada era divisa in tre gruppi, orientale, centrale e occidentale. Il gruppo centrale giunse nel Mare di Ross il 30 dicembre 1946, e iniziò ad effettuare le esplorazioni previste. La spedizione terminò bruscamente alla fine del febbraio 1947 e rientrò sei mesi prima della data prevista anche a causa di alcuni gravi atti di guerra con un nemico, che non lasciavano nessuna speranza alle forze della spedizione USA.

Inevitabile chiedersi che cosa gli USA stavano cercando in Antartide. Erano preoccupati di verificare l’eventuale presenza ancora operativa della presunta base nazista Base 211 di appoggio agli U-Boot che avrebbero potuto attuare inaspettati azioni di pirataggio anche dopo la fine del conflitto mondiale? Oppure stavano cercando di stabilire un contatto con le misteriose creature che dimoravano in Antartide?

L’11 Febbraio 1947 venne scoperta la cosiddetta oasi di Bunger, In quel giorno il comandante di un idrovolante PBM mariner, David Eli Bunger, dichiarò di aver visto uno spettacolo stupefacente: una grande zona scura di terra in mezzo ai ghiacci polari.
Gli uomini nella cabina di guida videro improvvisamente un punto scuro sopra l'orizzonte bianco ed, avvicinatisi, non poterono credere i loro occhi. Avevano trovato una vera e propria oasi. Bunger ed i suoi, dopo aver controllato con attenzione la regione, fecero ritorno alla USS Pine Island per fare rapporto su ciò che avevano visto. Vi tornarono successivamente e riuscirono ad ammarare in uno dei laghi.
L'acqua era dolce e calda per l'Antartide, circa 30°, e all'interno gli uomini trovarono alghe rosse, blu e verdi che davano ai laghi il loro colore caratteristico. Il paesaggio sembrava vecchio di migliaia di anni, quando la terra emergeva dai ghiacci dell'ultima glaciazione, Byrd successivamente descrisse tale scoperta "di gran lunga la più importante", della spedizione. Dopo poche ore, in tutto il mondo i quotidiani pubblicavano notizie su quell'oasi. Byrd decise per il 19 Febbraio 1947 di ripercorrere la rotta di Bunger. Come d’abitudine prendeva appunti precisi e costanti sul diario di bordo.

Poco tempo dopo il volo di Byrd, l'intera spedizione rientrò in patria.
L’unico articolo in grado di spiegare l’arcano fu quello del prestigioso quotidiano cileno El Mercurio di Santiago del 5 marzo 1947. L'articolo di Lee van Atta riportava "che l'ammiraglio Richard E. Byrd riferiva sull’importanza strategica dei Poli" dalla Mount Olympus. Concludeva con la seguente dichiarazione: “L'ammiraglio Byrd ha dichiarato oggi che è di importanza fondamentale per gli Stati Uniti attuare misure difensive contro la possibile invasione del paese di mezzi aerei in partenza dai Poli.”
Secondo alcuni occultisti egli si riferiva in realtà ad oggetti volanti non umani in grado di volare a grandissima velocità da un Polo all’altro, con cui era venuto in contatto. In ogni caso molte questioni rimasero irrisolte: perché, malgrado le ingenti spese e mezzi, la spedizione tornò sei mesi prima?
Qual'era il vero scopo di quella armata militare?
Perchè un tale dispiego di mezzi e denaro poco tempo dopo la fine della II Guerra Mondiale?

Si trattava di un'operazione non geologica, come affermato, ma miliare, il cui scopo segreto era attaccare le Forze Naziste insediatesi segretamente in ANtartide dopo la spedizione "Neuschwabenland" (Nuova Svevia)? O, era quello che intendevano far credere all’opinione pubblica e alla stampa?
Il filmato, russo, mostra un racconto molto eloquente:
https://www.youtube.com/watch?v=7ibTQVdT4ks&t=267s
Le scoperte più importanti dell’ Operazione Highjump vennero, comunque, tenute nascoste. Tutto venne confermato dalla figlia, Pauline Byrd, la quale asserì: "Mio padre ha sempre tenuto accuratamente dei diari sui suoi viaggi e assolutamente un diario personale che manca. Non è per caso quello che è stato ritrovato tra gli effetti personali, in possesso dell'Università dell'Ohio? Voglio sapere se questo presunto diario è il suo. Sin da quando questo volo del Febbraio del 1947 non è stato svelato, la mia famiglia è stata esposta a molte minacce. Voglio sapere la verità!" Byrd trascrisse le parti più importanti della spedizione tra le pagine bianche del suo diario del 1926, conservato successivamente, insieme a grandi quantità di altro materiale delle spedizioni polari di Byrd nel Polar Byrd Research Center dell'Università di Columbus, Ohio e lì scoperte da Goerler, capo archivista.

"Devo scrivere questo diario di nascosto e in assoluta segretezza. Riguarda il mio volo antartico del 19 febbraio dell'anno 1947. Verrà il tempo in cui la razionalità degli uomini dovrà dissolversi nel nulla, e si dovrà allora accettare l'ineluttabilità della Verità. Io non ho la libertà di diffondere la documentazione che segue, forse non vedrà mai la luce, ma devo comunque fare il mio dovere e riportarla qui con la speranza che un giorno tutti possano leggerla, in un mondo in cui l'egoismo e l'avidità di certi uomini non potranno più sopprimere la Verità.

Nel 1955 gli fu affidato il comando dell'operazione Deep-Freeze, la spedizione antartica organizzata dagli Stati Uniti per l'Anno geofisico internazionale, che si sarebbe tenuto due anni più tardi. Ma non riuscì a portare a termine l'impresa: la morte lo colse misteriosamente qualche settimana dopo aver sorvolato per l'ultima volta il Polo Sud. Penso sia lecito chiedersi cosa aveva visto nel suo ultimo volo che non doveva vedere??!

Nel gennaio 2011, uno dei primi comunicati emessi dall’organizzazione “WikiLeaks” di Julian Assange, nota per aver divulgato nell’anno precedente vari segreti di tutte le nazioni, riportò che nelle stanze del Cremlino moscovita circolava un rapporto preparato per il Presidente Medvedev dalla “Russian Space Forces” (VKS), 45th Division of Space Control.
WikiLeaks riportava la notizia di vari cablogrammi segreti degli Stati Uniti che dettagliavano come questi, dal 2004, stessero ingaggiando una vera e propria guerra contro degli oggetti volanti non identificati che sembravano avere la loro base sul continente antartico o in ogni caso nell’oceano australe che lo circondava. In relazione a questo rapporto, gli USA stabilirono un livello di allerta militare il 10 giugno 2004 dopo che un considerevole gruppo di UFO, “emerso all’improvviso” dall’oceano australe si avvicinò a Guadalajara, in Messico, a 1600 chilometri dal confine americano. Senza tuttavia che accadesse altro, poiché gli UFO furono visti ritornare alla loro base nell’oceano circumpolare.

Secondo il rapporto presentato al Presidente Medvedev, il pericolo immediato era rappresentato dall’emersione improvvisa di queste grandi flotte di UFO, che provocavano onde enormi causate dalla loro uscita improvvisa da quella che veniva ritenuta essere la loro base sottomarina. Il rapporto citava, in merito a questi eventi, il caso del Clelia II, una nave da crociera antartica con un centinaio di persone a bordo, che nel dicembre del 2009 avrebbe rischiato di affondare quando venne coinvolta dalle gigantesche onde prodotte dall’emersione improvvisa di oggetti non identificati che uscivano dalle acque dell’oceano circumpolare. Per via dell’urto di un’onda alta quasi dieci metri, uno dei motori della nave venne messo fuori uso. In quell’occasione vennero anche interrotti temporaneamente i sistemi di comunicazione e l'elettricità di bordo.

A fronte di quanto WikiLeaks ha rivelato è inevitabile ricordare quanto ebbe a dichiarare l’ammiraglio Byrd al suo ritorno dall’Antartico con la missione militare “High Jump”, ovvero che gli Stati Uniti avrebbero dovuto rimanere “in uno stato di allerta continua” paventando una minaccia che poteva provenire da entrambi i poli.
Cosa si nasconde realmente sul continente antartico? E’ possibile che siano solo tutte coincidenze fortuite?
Julian Assange, dopo aver rivelato attraverso WikiLeaks il contenuto del cablogramma segreto degli USA, è stato arrestato. Un’altra coincidenza?
È notizia del maggio 2011 che un team di scienziati britannici ed americani, mentre lavoravano su un progetto comune riguardante lo studio dei fenomeni metereologici, avrebbero confermato la comparsa di uno strano "vortice nebbioso" al di sopra della zona in cui stavano operando.
Nonostante le raffiche di vento, il vortice si manteneva stazionario. Il cronometro scientifico, per registrare i tempi delle letture, agganciato a un pallone meteorologico, munito di strumentazioni di rilevazione di pressioni barometriche, velocità del vento e umidità, lanciato per esaminare il fenomeno, avrebbe segnalato, una volta recuperato, la data di ben dieci anni prima.

L'esperimento ripetuto più volte ha fornito sempre lo stesso risultato.
L'evento qui descritto avvenne nel 1975, la notizia viene rivelata adesso. A suo tempo fu riferito ai servizi segreti militari e, attraverso questi, alla Casa Bianca. Si ipotizza che lo strano vortice sia un tunnel magnetico spazio-temporale, noto ai militari dell'intelligence come "The time gate". Il fatto sarebbe avvenuto vicino alla zona in cui fu scoperta, nel 2001, una costruzione artificiale, in seguito a scavi effettuati sotto il ghiaccio, da parte dei militari americani, i quali non riuscirono a impedire che la notizia trapelasse nonostante il silenzio stampa.
Quando l'Europa ne venne a conoscenza vi furono forti proteste contro l'azione intrapresa dai militari americani e dal loro governo, per la violazione del Trattato Antartico Internazionale. Se, in effetti, si tratta di un fenomeno non naturale, è lecito credere sia generato da resti di tecnologie a noi ignote, sepolte sotto la calotta glaciale. Un nuovo "triangolo delle Bermude" in versione polare, a cui i militari sarebbero particolarmente interessati e che avrebbero interesse a nascondere?
L'Antartide è il continente più meridionale della Terra e comprende le terre ed i mari che circondano il Polo Sud. Con una superficie di circa 14 milioni di km2 è il quinto continente in ordine di grandezza, per il 98% completamente coperto da ghiaccio, avente uno spessore medio di 1.600 metri; il luogo più freddo della Terra e con le maggiori riserve di acqua dolce del pianeta; ben il 92%.

Byrd, affermò, che sotto i ghiacci dell’Antartide si nasconde un mondo che anoi può sembrare magico. Alcuni dei sui segreti sono stati indagati, ma non sono mai stati rivelati all’opinione pubblica. La scoperta più recente è il lago Vostok, un enorme lago sotterraneo che si trova sotto il ghiaccio. Un luogo rimasto intatto per circa 20 miliardi di anni, secondo le analisi dei ricercatori, anche se secondo gli scienziati russi la foratura non è stata fatta abbastanza in profondità, proprio per evitare di contaminare la zona isolata.
Ma questo non è l’unico mistero che nasconde l’Antartide, nel mese di aprile del 2001, pare che sia stato rivelato uno dei più grandi segreti, dopo che un satellite errante ha individuato sotto un enorme strato di ghiaccio, quella che potrebbe essere, un ingresso di una struttura antica. Guarda caso, l’esercito degli Stati Uniti si è subito preoccupato di controllare la zona, e naturalmente, i media hanno fatto del loro meglio per deviare tutte le informazioni. Anche se non ci sono molte informazioni riguardo questa anomalia rilevata nel bel mezzo di una montagna, alcuni paesi hanno formalmente protestato gli scavi condotti dall’esercito degli Stati Uniti.

Il 2 Gennaio 2015 l’editore del sito web earthfiles.com ha ricevuto una lettera inaspettata da un presunto Ingegnere Sottufficiale US Navy in pensione.
La lettera che ha ricevuto il sito web, racconta esperienze in cui l’ufficiale della Marina anonimo (si riferisce a se stesso come “Brian”) racconta le sue esperienze bizzarre e straordinarie di volo, durante il quale operazioni di carico e salvataggio in Antartide tra gli anni 1983 al 1997. Egli sostiene che esiste una collaborazione tra lo stato e gli Alieni, “e che l’Antartide è un importante campo di ricerca per questa partnership.”
L’esperienze e stranezze di Brian in cui effettuava il carico e salvataggio in Antartide sono state eseguite nel periodo tra il 1983 e il 1997, tra cui anche operazioni con dischi argentati che sfrecciavano in cielo sopra i Monti Transantartici.
Lui e il suo equipaggio hanno visto anche antiche rovine e un grande buco nel ghiaccio a circa cinque o dieci miglia dal Polo Sud che avrebbe dovuto essere una zona No Fly Zone. Ma durante una situazione di emergenza medica, sono entrati nella No Fly Zone e hanno visto quello che non avrebbero dovuto vedere: un presunto ingresso di una base di ricerca scientifica e umana in cui gli extraterrestri hanno creato sotto il ghiaccio.
Poi in un campo nei pressi di Marie Byrd Land, sono scomparsi per due settimana una dozzina di scienziati e quando sono riapparsi, l’equipaggio di volo di Brian ha ottenuto l’incarico di recuperarli. Brian dice che non hanno parlato ma dalle facce sembrano veramente spaventati. Insomma, la storia che avete appena sentito è qualcosa di incredibile. Secondo l’ex ingegnere Us Navy, in Antartide esiste tutt’oggi una base in cui scienziati e alieni stanno collaborando a qualcosa di misterioso.

Molti ipotizzano, da anni, che le nazioni abbiano accordi con questi extraterrestri in modo da permetterli di avere il pieno controllo su alcuni umani, anche di rapirli se necessario, per effettuare esperimenti.

E per finire … (si fa per dire) una notizia che ha dell’incredibile:
Mentre l’America ha appreso la vittoria elettorale di Donald J. Trump, il segretario di Stato John Kerry è andato nel luogo più lontano umanamente possibile da Washington:l’Antartide.
Kerry ha visitato la McMurdo Station, che è gestita dalla National Science Foundation, per avere un assaggio degli effetti dei cambiamenti climatici in Antartide e le ricerche scientifiche condotte lì. Secondo il Dipartimento di Stato, Kerry ha anche in programma di viaggiare verso la Amundsen-Scott South Pole Station.
Siamo davvero sicuri che Kerry, è andato in antartide per visitare la McMurdo Station. Bisognerebbe esserci nati per credere ad una assurdità del genere. Le ragioni del viaggio in Antartide di kerry, secondo le mie convinzioni, tenuto conto di quanto sopra, è andato in Antartide per tranquillizzare i veri padroni del pianeta terra: i nostri veri governanti che attraverso gli USA governano il mondo.

E udite, una incredibile relazione del Foreign servizi segreti ( SVR) ... afferma che i "Guardiani de l'Antartide " hanno reagito rapidamente contro gli Stati Uniti la scorsa settimana scatenando un terremoto dopo che Obama ha inviato " , senza invito o permesso " il suo segretario di stato John Kerry per avviare il contatto con loro nella " zona di confine " che è proibito da tutti i " protocolli noti " trattare con queste " entità ".
Secondo questo rapporto, Obama, sapendo che le forze anti-globaliste fedeli al presidente eletto Donald Trump erano pronti per la vittoria, ha spedito segretario di stato John Kerry in Antartide dove è arrivato l'11 novembre .
Gli analisti SVR in questa nota del rapporto vedono il tentativo del Segretario Kerry di convincere i " guardiani " a interferire in una " questione temporale " ma, che è stata " in fretta / immediatamente " respinta ordinando di lasciare la " zona di confine ".
Dopo aver lasciato l'Antartide, continua il rapporto, il Segretario Kerry
è andato a Christchurch, in Nuova Zelanda, il 12 novembre, dove ha trascorso la notte prima del suo viaggio per Wellington il giorno seguente .
Nelle prime ore del mattino (06:02 ora locale) del 13 novembre, mentre il segretario di Kerry dormiva a Christchurch, tuttavia, rileva la relazione, la regione è stata colpita da un potente terremoto di magnitudo 7,8 - gli analisti di SVR hanno additato come " prevedibile conseguenza " , utilizzata dai " guardiani " dell'Antartide come " messaggio di avvertimento " a non interferire con la loro "missione / di ricerca ".

E Per finire questa breve documentazione, sento l’obbligo morale di citare il libro di Francesco Amedeo Giannini, un italiano naturalizzato inglese che scrisse un libro incredibile: “Mondi Oltre i Poli” nel 1959. Libro quasi introvabile dato che la casa editrice che lo ha prodotto è fallita. Ma quello che trovo davvero singolare è che tale libro, non è mai stato tradotto nella lingua italiana. Un libro che presenta una teoria che per quanto assurda rispetto al paradigma scientifico ufficiale, meriterebbe di essere approfondita ed eventualmente oggetto di un programma di studio e di ricerca. Giannini, lottò contro i mulini al vento con una tale passione e testardaggine che solo chi è convinto delle sue ragioni può essere tanto ostinato. Cercò in tutti i modi di trovare fondi per approfondire e provare la validità delle sue teorie. Si rivolse a varie autorità scientifiche e persino a quelle religiose, ma anche se con garbo tutti rifiutarono di sovvenzionare la sua ricerca. Negandole in questo modo la possibilità di provare la sua visione di un mondo, o meglio di mondi oltre i poli. Non so se per ignoranza e mancanza di lungimiranza, oppure per non mettere in discussione un sistema scientifico basato su confuse e contraddittorie teorie insegnate come fossero realtà scientifiche, che offendono i principi della matematica e della fisica, dal momento che la fisica che viene insegnata nelle scuole di ogni ordine e grado fa acqua da tutte le parti se trasferita dalle simulazioni computerizzate alla realtà; come per esempio, la gravità, la teoria dell’evoluzione, il moto dei pianeti, e non ultimo, lo stesso “pianeta” terra. (Argomenti che affronterò nel prossimo documento).

Di Giannini dopo il fallimento per reperire i fondi per la sua ricerca, non si seppe più nulla. Scomparve, e mai nessuno, da quello che si sa, sentì il bisogno di cercarlo; nessuno sa la fine che fece, se scomparve di sua volontà oppure qualcuno si adoperò perché scomparisse.

Per chi è interessato può trovate una copia del libro “Mondi Oltre i Poli”, in formato pdf. al seguente link:
https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20160817005951AAJ9jAQ

In mancanza, al seguente link trovate una breve sintesi dei primi capitoli:
http://mondioltreipolidigiannini.blogspot.it/

Bibliografia:

http://www.shan-newspaper.com/web/antartica/464-i-segreti-delleden-perduto.html

http://www.isoladiavalon.eu/terra_cava/

http://quellochenoncidicono.blogspot.it/2012/04/i-segreti-dellantartide.html

http://www.coscienza-universale.com/misteri/misteri-antartide-e-i-suoi-segreti/

http://beforeitsnews.com/blogging-citizen-journalism/2016/05/navy-engineer-i-saw-ancient-ruins-aliens-and-top-secret-bases-in-antarctica-2536865.html

1- http://www.lastampa.it/2016/11/12/multimedia/esteri/speciali/presidenziali-usa-2016/il-politico-che-andato-pi-lontano-dagli-usa-dopo-la-vittoria-di-trump- gHmqWQtuql7G9zmOeyXTAP/pagina.html

http://sadefenza.blogspot.it/2016/11/i-guardiani-dellantartide-reagiscono.html

http://mondioltreipolidigiannini.blogspot.it/

Note:

1- Stranamente la pagina della notizia dopo alcuni giorni è stata rimossa.
2- Il libro Worlds Beyond the Poles, lo trovate su AMAZON

2 commenti:

  1. Che racconto coinvolgente ed interessantissimo mio caro Marco...Politica, ecologia, mistero, magia, strategia di guerra di tutto e di più, avvenimenti improvvisi, città sommerse..
    Vale proprio la pena di approfondire meglio questo argomento, tra il giallo e la scienza -politica..
    Grazie come sempre mio caro amico..
    Un bacio e tanta felicità!

    RispondiElimina
  2. Grazie Nella, sei sempre molto cara. Ricambio con stima e grande affetto.

    RispondiElimina

I commenti sono sottoposti a controllo.