martedì 1 agosto 2017

I RISCHI DELLE VACCINAZIONI



Da articoli della rivista NEXUS di oltre 20 anni fa…

Una nuova formula usata nelle vaccinazioni di routine a Victoria, in Australia, ha causato indisposizioni in massa tra studenti delle scuole preparatorie.
I bambini hanno sofferto di febbre alta, gonfiore e vomito, dopo che la città di Geelong ha recentemente somministrato delle vaccinazioni triplo-antigene presso le scuole, per conto del Dipartimento della Sanità e dei Servizi Comunitari.
Per la prima volta, la formulazione includeva un vaccino contro la pertosse. I genitori di Geelong hanno attaccato violentemente tale immunizzazione, affermando che i loro bambini sono stati utilizzati come cavie.
Poca o nessuna informazione è stata data ai genitori a proposito della vaccinazione, o dei suoi effetti collaterali, che hanno lasciato centinaia di bambini ammalati per giorni, ed almeno uno dei quali ha dovuto essere ricoverato all’ospedale.
La maggior parte delle scuole della zona, ha comunicato che da metà a tre quarti degli scolari vaccinati sono rimasti assenti per malattia, e quelli presenti hanno dovuto essere accuditi dagli insegnanti.

(Fonte: Geelong lndependent, 13 Aprile 1995)

INIEZIONI PER LA POLlO RESPONSABILI DI MOLTI CASI DI PARALISI

Nuove preoccupanti scoperte dalla Romania indicano che il vaccino contro la polio sta in realtà causando molti casi della malattia. Gli scienziati inizialmente diedero la colpa al vaccino prodotto localmente, ma il rateo di nuovi casi è continuato anche dopo l’introduzione di vaccini usati in altre nazioni europee. I ricercatori che hanno studiato 31 casi di bambini paralizzati dopo essere stati vaccinati, concordano che le iniezioni hanno innescato le paralisi. Hanno anche scoperto che i bambini hanno ricevuto un gran numero di altre vaccinazioni nei mesi precedenti quella contro la polio.

(Fonte: NEJM, 23 Febbraio 1995)

IL VACCINO CONTRO IL MORBILLO COLLEGATO CON CERTE MALATTIE

Alcuni ricercatori del Royal Free Hospital di Londra, hanno trovato evidenze che il vaccino per il morbillo potrebbe giocare un ruolo nell’innescare due malattie a lungo termine dell’intestino, il morbo di Crohn e le coliti ulcerative. Tali evidenze, emerse da studi in laboratorio e sulla popolazione, suggeriscono che le persone alle quali è stato somministrato il vaccino, hanno probabilità sino a tre volte maggiori di contrarre queste malattie.

Comunque, i ricercatori, guidati dal Dottor Andrew Wakefield, hanno detto che non ci dovrebbero essere cambiamenti nella politica delle vaccinazioni.

(Fonte: The Guardian Weekly, 7 Maggio 1995)



VACCINI: NUOVE NOTIZIE SUI RISCHI DI CRISI APOPLETTICHE

Ricercatori del governo britannico hanno scoperto che i vaccini per DPT (difterica-pertosse-tetano) e MMR (morbillo-orecchioni-rosolia) possono incrementare di cinque volte i rischi di attacco apoplettico. Le loro conclusioni sono pressoché identiche a quelle del Governo americano l'anno scorso.

La scoperta è profondamente imbarazzante per un governo che stava assicurando il pubblico l'autunno scorso, durante uno dei maggiori programmi di immunizzazione mai intrapreso, che il vaccino per il morbillo era perfettamente sicuro.

L'Unità dei Servizi Statistici del Laboratorio della Pubblica Sanità ha trovato che le iniezioni contro il morbillo hanno aumentato i rischi di attacco di cinque volte, mentre il DPT ha causato un aumento di quattro volte. Il vaccino per DPT ha causato convulsioni in bambini di meno di un anno, solitamente tre giorni dopo la somministrazione della dose.

Fonte: NEXUS
NEW TIMES MAGAZINE • EDIZIONE ITALIANA
Anno I • Numero 2 • Ottobre-Novembre 1995

E a proposito del latte materno che le aziende vorrebbero sostituire con latte artificiale:

BAMBINI ALLATTATI ANCORA PIÙ INTELLIGENTI

Lo sviluppo cerebrale e il rendimento dei bambini nutriti con omogeneizzati, secondo un nuovo studio australiano, migliora quando la loro dieta viene arricchita con olio di pesce. Ricercatori del Flinders Medical Centre di Adelaide, hanno condotto esperimenti medici su bambini nutriti con omogeneizzati arricchiti con DHA, un componente fondamentale del latte materno ed un acido grasso chiave, che si accumula nel cervello. I bambini sono stati sottoposti ad esami delle onde cerebrali, utilizzando stimoli visivi, ed hanno risposto altrettanto bene di quelli allattati naturalmente. Studi precedenti dello stesso team avevano già stabilito che i neonati allattati dal seno hanno uno sviluppo di onde cerebrali maggiore, e una minore incidenza di infezioni e morti improvvise, se comparati con altri non allattati. Il team aveva tentato di isolare i fattori del latte materno che possono influenzare le prestazioni cerebrali, con un occhio anche al miglioramento degli omogeneizzati per neonati, motivo di preoccupazione, considerando che il 30% dei bambini australiani sono nutriti ad omogeneizzati dalla nascita. Solo il 25% delle madri allatta ancora a sei mesi, e il 10% a dodici. Cifre allarmanti, quando in tutto il mondo emergono sempre più chiaramente i benefici dell'allattamento dal seno. Ad ogni modo, un omogeneizzato che possa rivaleggiare con il latte materno è ancora molto lontano. Secondo il ricercatore Capo dott. Bob Gibson, "Aggiungere DHA non lo trasforma in latte materno." I ricercatori devono ancora scoprire un modo per aggiungere DHA, per renderlo più stabile ed economico.

(Fonte: The Weekend Australian, 22-23 Aprile 1995 )

E per finire, se I vaccini non sono la causa primaria dell’autismo, e di altre malattie invalidanti perché in Italia e in quasi tutti i paesi occidentali compreso gli USA, esiste una legge che risarcisce per i danni da vaccino??

Tanto è vero:

https://www.wired.it/scienza/medicina/2017/06/06/sentenza-indennizzo-danni-vaccino/

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sottoposti a controllo.