domenica 28 maggio 2017

Oltre i Confini dell'Anima


Pubblico due post rielaborati che circa 16 anni fa, pubblicai sul mio sito Mistic.it, attualmente chiuso perché fui preso di mira da un hacker che lo violava continuamente per introdurre pubblicità insopportabile, ma anche perché penso che molte persone in questo ultimo decennio, siano più mature e preparate ad esplorare, curiosare mondi così lontani dalla stragrande maggioranza degli umani. -

Esistiamo su un pianeta di cui non conosciamo praticamente quasi nulla, dato che la memoria storica stranamente non va oltre i 4-5 mila anni. La storia, le nostre vere origini, per la stragrande maggioranza dell’umanità, sono un “mistero”. Quello che conosciamo di noi e del nostro mondo è davvero poco, tanto da renderci orfani; soli con i nostri interrogativi e problemi esistenziali, senza risposte.
Esistiamo in una dimensione in cui le leggi della fisica sono sfuggenti, manipolate, e per tanti versi astratte, almeno per come vengono divulgate dalla scienza, che invece di dare risposte con i suoi paradigmi troppo spesso non dimostrabili nella realtà contribuiscono a creare ulteriore smarrimento e solitudine.
Per esempio, la fisica del nostro universo così come viene spiegata dalla scienza, somiglia più alla metafisica e alla magia che alla realtà fisica. A quella realtà che tocchiamo con mano tutti i giorni. Vedi link:
http://arteeanima.blogspot.it/2017/02/terra-piatta-la-terra-non-e-un-globo.html

Come si può accettare, che al polo sud la gente sta a testa in giù, oppure che il sistema solare viaggia nello spazio al centro della nostra galassia alla velocità di 1. 520.000 mila km. Orario, tenuto conto che la realtà fisica che regola la vita su questo pianeta, o meglio ammasso di terra, dato che nulla dimostra che la terra e i corpi celesti siano esattamente come descritti dalla scienza, dato che la scienza troppe volte ha mentito e tante altre volte, semplici teorie, sono divulgate come se fossero verità scientifiche. Come per esempio la gravità, la relatività, la teoria dell’evoluzione e la stessa storia, e religioni manipolate per ragioni di potere e di controllo… tanto per citarne alcune.

Le spiegazioni che da la scienza per comprendere come funziona il nostro universo e la stessa storia della specie umana su questo pianeta, non sono coerenti con ciò che l’uomo sperimenta ogni giorno nella realtà. Esistono reperti archeologici come per esempio le piramidi, strutture megalitiche, addirittura costruzioni ciclopiche sotto i fondali marini che dimostrano che dove ora esiste il mare, prima esistevano terre abitate da esseri forse non diversi da noi, ma maggiormente evoluti sia spiritualmente che tecnologicamente che la scienza ignora.

Non sappiamo quasi nulla neppure delle nostre facoltà mentali, e le reali potenzialità del nostro cervello, e delle possibilità spirituali e metafisiche della nostra anima … il nostro vero essere, dato che noi siamo spirito, o come preferite chiamarlo, che abita un corpo che non ci appartiene dato che poi dovremo lasciarlo per una destinazione che alcuni credono di conoscere, e tanti altri, credono che una volta che il corpo è consumato, diventeranno polvere per concimare per la terra.

E’ così evidente, che la scienza ignora consapevolmente che il mondo e noi stessi, in quanto esseri viventi, siamo ben altro che comuni manufatti biologici, in un sistema fisico che troppo spesso mostra di interagire con un universo metafisico. Benché a rendersene conto sono davvero in pochi. Lo dimostrano le molteplici testimonianze di esseri che manifestano capacità mentali in grado di interagire con il mondo metafisico o soprannaturale. Solo alcuni esempi ampiamente documentati a livello storico: Edgar Cayce, sito ufficiale:
http://www.edgarcayce.it/

Un sensitivo incredibile, tanto che gli USA le hanno dedicato un museo. Edgar Cayce,uno dei più grandi misteri della storia, che la scienza ignora consapevolmente forse per impedirci di conoscere le nostre vere potenzialità per ragioni di potere, oppure per qualche diavoleria che va oltre la nostra volontà di umani. Magari perché siamo sottomessi ad un potere che ci sovrasta. E per tale ragione, si è scelto il silenzio, quale male minore.

Popoli che noi classifichiamo primitivi che conoscevano il cosmo già secoli fa, meglio di quanto lo conosciamo oggi, nonostante le tecnologie che possediamo, vedi i Dogon che conoscevano la stella Sirio B, 400 anni prima che venisse scoperta dalla scienza del nostro tempo; civiltà, popoli antichi scomparsi improvvisamente senza che la scienza sia stata in grado di dare una spiegazione convincente.
Per esempio, nel mondo ogni anno scompaiono milioni di persone senza che le istituzioni sappiano, o fingono di non sapere, che fine hanno fatto. Tra questi la maggioranza sono bambini. Solo in Europa, scompaiono circa 660 bambini al giorno. Un dato impressionante.
E’ un dato di fatto che esistono poteri che praticano riti magici per scopi ignobili, e in questi riti spesso vengono sacrificati bambini. Il nostro è un mondo oscuro, abitato da governi “distratti”, e da “uomini” oscuri che sono in grado di manipolare la fisica e la metafisica di questo mondo e di altri mondi. E’ un dato di fatto che la natura umana, oppure gli esseri che conosciamo come uomini, alcuni di loro possiedono facoltà, spesso ignorate, ma che al momento, nella giusta dimensione, con il giusto stato d’animo, riescono a penetrare quel mondo invisibile che sempre più spesso si interseca con il nostro mondo. Come per esempio il caso descritto di seguito. -

Anche le persone che si dichiarano scettiche in fatto di soprannaturale, in fondo al loro essere avvertono che dopo la morte fisica continueranno ad esistere in qualche luogo oltre questa vita. Non è un modo di dire che quasi a tutti, almeno una volta nella vita, è capitato di intravedere con la coda dell’occhio un ombra, una presenza muoversi velocemente dietro le spalle. Ma capita, che pur essendo certi di aver visto qualcosa, un attimo dopo, sentiamo una sensazione di incredulità, come se qualcuno avesse offuscato ciò che appena pochi attimi prima, eravamo più che convinti di aver visto.
La realtà, questa realtà, sembra che sia l’unica che il cervello riesca ad elaborare, come se fosse, l’unica possibile. Quindi nostro malgrado, qualsiasi cosa di non convenzionale dovesse capitare di vedere, un attimo dopo ci si convincerebbe di essere stati ingannati dalla mente.
Ma se, dopo essere andati a dormire, nel cuore della notte, vi dovesse apparire ai piedi del letto una presenza, vestita di indumenti di una diversa epoca, che cammina su e giù nella stanza, come se si trovasse nella sua casa, sono certo che dopo lo smarrimento iniziale vi prenderebbe il panico. E sono altrettanto convinto che se quella presenza vi apparisse tutte le sere per mesi, imparereste a conviverci e non avere più paura.
Ci sono bambini che diversamente dai loro coetanei, invece di giocare a pallone, o a guardia e ladri, si chiudono in uno spazio dentro la propria mente, come se fosse una diversa realtà, un altro mondo. Trovandosi ad esercitare riti evocativi di luoghi ed esseri non di questo mondo. Questi bambini agli occhi degli altri, sembrano diversi perché taciturni e sfuggenti, tanto da farli apparire asociali. Diversamente, questi bambini sono molto profondi e sensitivi di una diversa realtà, con un forte richiamo spirituale e soprannaturale.
Allo stesso modo, esistono persone che in certi particolari momenti, tramite un particolare stato d’animo contemplativo, riescono a vedere esseri e luoghi non di questo mondo. Per esempio, spesso capita di sentirsi osservati. Voltandosi, non è raro vedere per esempio, sotto l’arco della porta un figura vestita con un saio bianco con il capo coperto da un cappuccio che impedisce di vedere il volto, come se al posto del volto ci fosse una specie di denso fumo fluttuante. Generalmente tali visioni durano poche decine di secondi, ma in quei pochi secondi si riesce a vedere un intero mondo.

Tali apparizioni per certe persone sono frequenti; compaiono all’improvviso in modo spontaneo, ma in realtà, esiste una regia metafisica. All’inizio penso che tutti abbiano paura di simili apparizioni, ma, poco a poco, come in tutte le cose, ci si abitua, e ci si concentra per capire la ragione di tale fenomeno, e studiare i meccanismi mentali che lo rendono possibile. Ma c’è anche qualcos’altro che colpisce la coscienza, e cioè, un significato occulto, che con il tempo ognuno deve riuscire ad interpretare.
Intorno a tali persone, accadono eventi a dir poco misteriosi; sentono passi, voci, parole sussurrate. Altre volte si sentono chiamare da persone che sono defunte, riconoscendo in quelle voci persone di famiglia che hanno molto amato, come può essere una mamma, il papà o una persona cara. Ricevono informazioni, di dove si trovano e cosa rappresenta quel luogo. E pur non ricevendo notizie di particolari perché per loro comunicare e difficile almeno quanto lo è per noi, riescono a trasmettere concetti con una sola frase e a volte con una parola, cosa che nessun umano riuscirebbe a fare con la stessa efficacia. Come per esempio la frase che segue: ( Anche qui, sono più oggetto che soggetto.) Una frase estremamente sintetica ma che fa capire, che anche in quel luogo c’è qualcuno che governa, o domina l’esistenza.

Queste persone, vengono chiamate per il forte legame che hanno con gli esseri delle voci, che possono essere, come dicevo sopra, persone amate, quale madre o moglie e naturalmente figli, non necessariamente conosciuti in questa vita. A volte per un ultimo saluto, un ultimo pensiero … oppure un addio, per un'altra vita; addio quasi sempre straziante per entrambi, ma meraviglioso, perché si riceve la prova della vita oltre la morte.
In altre occasioni, il messaggio, è brevissimo, non più di due parole. Ma quelle due parole riescono a trasmettere una enorme gamma di informazioni non solo sonore, ma anche visive. Un tipo di trasmissione che io definisco tridimensionale, perché trasmette, suoni, visione e una grande gamma di sensazioni del luogo da cui provengono.
Questi bambini, o anche adulti, scampano a situazioni di pericolo spesso mortali, come se fossero protette, come se non dovessero interrompere il ciclo della vita che stanno vivendo perché in attesa di un evento, o superare un percorso … raggiungere un obiettivo, uno scopo. Allora, si salvano dove gli altri soccombono, come potrebbe essere, cadere da una bici in discesa su una strada ad alta intensità di traffico e rimanere illesi; cadere da un dirupo, oppure rischiare di annegare … guardare la morte in faccia ed essere certi che la vita, sta per lasciarle, ma improvvisamente dal nulla compare uno sconosciuto privo di volto e li salva da una morte certa; una morte che solo pochi secondi prima, sembrava ineluttabile.

Alcuni decenni fa, uno di questi esseri, svolgeva il solito esercizio, quando ad un certo punto si rese conto di non avvertire più il suo corpo. Lui sosteneva che quando raggiungeva tale stadio, diventava leggero, tanto da avvertire la sensazione di fluttuare in aria. Ma quello che maggiormente lo affascinava era la sensazione di distacco dal suo corpo e la perdita di cognizione del tempo, dello spazio e della realtà intorno a lui. In quei pochi secondi …. a volte minuti, affermava di trovarsi in un luogo oltre questa dimensione, un mondo totalmente diverso dal nostro, ove ogni cosa fluttuava come un plasma che muta continuamente di colore.
Una volta mi confidò che si trovò a viaggiare a filo d’acqua, come fanno gli uccelli, e in quei brevissimi viaggi, era consapevole di non possedere il corpo, ma solo la coscienza. Spesso si vedeva dall’alto disteso sul letto. Altre volte vedeva il suo corpo mentre passeggiava per la stanza. Altre ancora, si trovava in alto mare, e si muoveva velocemente sull’acqua, provando le stesse sensazioni che proverebbe un sub spinto da un mezzo meccanico. Non faceva che ripetermi quanto fosse incredibile, e meravigliosa quella sensazione.
In altre occasioni, raccontò che a volte quando spegneva la luce per addormentarsi, di lato al suo letto vedeva grandi cesti di frutta e fiori luminescenti. Quelle cesti, a sentire lui erano di pura energia, perché i colori erano luminosi e trasparenti; così le montagne altissime e grandi vallate. Ma ciò che mi stupì non poco, fu quando mi confessò di aver scoperto per puro caso, un certo stato mentale che al culmine del suo esercizio, le permetteva di vedere scene di vita e luoghi di altre epoche .... anche preistoriche . Addirittura, mi raccontò che aveva visto scene di vita in cui gli uomini cavalcavano dinosauri. E in altre occasioni, raccontò di trovarsi in una grotta, e da quella grotta, vide scene in cui l’uomo lottava contro feroci animali preistorici.

Altre volte, raccontò di vedere luoghi in cui alcuni uomini, indossavano un casco munito di una tastiera che sporgeva sul lato sinistro. Altre volte vedeva cavalieri che attraversavano colline e pendii, e stranamente, vedeva addirittura gli zoccoli dei cavalli, come se si trovasse allo stesso livello del suolo.
Poi mi raccontò che un giorno comprò un telecomando del televisore, perché quello in dotazione si era rotto, così tolse le batterie dal vecchio telecomando e le inserì nel nuovo; uscendo dalla stanza con il vecchio telecomando tra le mani ormai inservibile, si rese conto di non aver spento il televisore, istintivamente puntò il telecomandò rotto verso il televisore, e premette il pulsante. Incredibile a dirsi, il televisore si spense nonostante il telecomando fosse guasto e privo di batterie. Incredulo, si avvio in cucina a chiamare sua sorella per dirle dell’accaduto e esortandola a verificare quanto accaduto, ripetendo l’operazione senza neppure rendersi conto. Ancora una volta con grande sbigottimento il televisore si accese e, l’assurdo fu che si accese dal tasto rosso. Cioè dal tasto in cui si poteva solo spegnere.
Non so se a qualcuno è mai capitato di scattare una foto in casa, e dopo averla sviluppata, accorgersi che oltre al gattino che aveva fotografato, sul televisore spento da molte ore, era comparsa una figura di donna su uno sfondo luminoso.
Ma l’evento che visse quel pomeriggio, mentre era intento a leggere un libro, sdraiato sul letto, fu l’esperienza più incredibile che avesse mai vissuto fino a quel momento.
Improvvisamente i suoi occhi furono attirati da un ombra semi circolare grande non più di 50 centimetri, di colore opaco, quasi trasparente, come se per il fatto che io riuscivo a vederla fosse una anomalia di un sistema di occultamento, di qualcosa che diversamente doveva risultare totalmente invisibile ai miei occhi. Ma così non fu, dato che io vidi perfettamente che quella specie di ombra si muoveva orizzontalmente oltre la spalliera del letto. Un attimo dopo scomparve, provando una stretta al petto, come se fossi stato attraversato da migliaia di aghi, avendo la sensazione che qualcosa mi fosse entrato dentro dal petto. E’ trascorso più di un decennio, e non mi è ancora chiaro, cosa sia realmente accaduto; e se quella cosa è ancora dentro di me, oppure è uscita a mia insaputa.

Alcuni decenni prima ebbi una esperienza, scioccante almeno quanto quella descritta sopra. Intento ad esercitare il mio solito esercizio di contemplazione, scoprii, un metodo che rendeva possibile la funzione della vista nei due sensi. Mi spiego meglio: Gli occhi sono lo strumento che ci permette di vedere e interagire con la realtà fisica in cui esistiamo. Come è noto, le immagini recepite, altro non sono che impulsi elettrici, elaborati dal cervello ad altissima velocità. Che io sappia, la scienza, non ha ancora preso in considerazione, che secondo la mia esperienza, gli occhi, possiedono una duplice facoltà. E cioè possono sia ricevere, che trasmettere immagini. Riceverle dalla realtà che ci circonda, oppure riceverle dalla memoria genetica di altre esistenze, e trasmetterle, alla coscienza, esattamente come fa un semplice proiettore. Il proiettore come è noto trasmette i fotogrammi di celluloide di un filmato, allo stesso modo gli occhi, attingono le immagini, o scene di vita, dalla memoria genetica, di un lontano passato, che quasi sempre riguarda esistenze precedenti.

Ma per riuscire in tale “impresa” bisogna possedere un senso spirituale, che unitamente a certe condizioni ambientali, attraverso un totale distacco dalla realtà, è possibile accendere a ricordi di vite precedenti. Lo stato mentale utile a tale esercizio provoca l’apertura di una porta, o se preferite, risveglia facoltà assopite. Non trovo altra forma per rendere comprensibile ciò che accade nella nostra mente, o meglio, nella nostra anima affinchè ci mostri squarci di vita di altre esistenze, dal momento che ciò che è possibile vedere, non è riconducibile a questa vita, e a questo mondo. Questo dimostra che le nostre vite, si svolgono su più piani esistenziali o se preferite, mondi diversi dal nostro. Tale convincimento deriva dal fatto che attraverso quei spezzoni di vita, più volte ho osservato tecnologie e architettura estranea, fino a questo momento al nostro mondo, o se preferite alla storia conosciuta.

Per iniziare l' esercizio che veri verifichi le vostre potenzialità, bisogna creare le condizioni ambientali, oltre a possedere una spiccata predisposizione spirituale.
La temperatura nella stanza deve infondere uno stato di benessere, inoltre non devono filtrare rumori fastidiosi, ed essere completamente al buio.
Distendersi supino preferibilmente su un letto e incominciare a vagare con la mente nel vuoto in cerca di un equilibrio che induce serenità e neutralità di pensieri. Nel contempo esaminate con la mente il vostro corpo centimetro per centimetro, incominciando dalla punta dei piedi, zona per zona, con molta calma, fino alla cima dei capelli.
(Raggiungere la neutralità mentale non è facile, quindi ci vuole perseveranza)
Continuate a seguire mentalmente le zone del vostro corpo cercando di rilassarvi fino a provare la sensazione di galleggiare nel vuoto. Di tanto in tanto portate lo sguardo al centro della parete concentrandovi su un punto immaginario evitando di abbassare le palpebre. So che non è facile tenere gli occhi fissi su un punto per molto tempo, ma attraverso la concentrazione con il tempo diventa facile… quasi automatico.

Se ogni cosa è svolta nel modo giusto, dovreste incominciare a vedere fasci di luce che dal centro della parete avanzano verso di voi, ingrandendosi e aumentando di luminosità man mano che si avvicinano, fino ad invadere l'intero campo visivo. Per poi svanire, e ripartire dal punto centrale della parete.
Se vi trovate a questo punto significa che siete un soggetto che fino a quel momento ignorava di possedere una spiccata capacità di meta-visione. Continuando in tale pratica, gradualmente acquisirete uno stato di alterazione mentale prossimo alla visione.
Ora avvertite il vostro corpo leggero come una nuvola, pronto a librarsi in qualsiasi punto della stanza. I fasci di luce si fanno più densi e luminosi, e ovunque volgete lo sguardo trovate sempre fasci di luce che da un determinato punto, avanzano verso di voi , fino ad avvolgervi tutto. A questo punto, La stanza è densa di ombre luminose, come se foste avvolti in una nebbia azzurrognola, e i contorni di tutte le cose che vedete intorno sono luminose. Ciò che state osservando, è lo spettro energetico degli oggetti intorno a voi.
Continuate a seguite il vagare del bagliore, e cercate di fermare la luce al centro della parete di fronte a voi, e vi accorgerete, che tra quel bagliore gradualmente incominceranno ad apparire, forme geometriche che poco a poco andranno a formare delle immagini, non riconducibili a nessuna esperienza dell'attuale vita. Se questo accade, significa che nella vostra mente si è aperta una porta su un mondo oltre di noi.

Riportando lentamente lo sguardo al centro della parete, immaginate di vedere uno schermo come al cinema. Da questo momento in poi, incominciate a contare da dieci a zero, ordinando alla vostra mente, che allo scadere dello zero, sullo schermo dovranno apparire le immagini delle vostre precedenti esistenze.
Se allo scadere dello zero non appare nulla, sempre con molta calma, ripetete di nuovo il conteggio, ma questa volta evitate di abbassare le palpebre e dopo poco vedrete davanti ai vostri occhi una intensa luce che gradualmente, formerà sullo schermo scene di vita di luoghi mai conosciuti prima. Credetemi anche se in principio, non vi riconoscerete in quelle scene, sono sicuramente momenti di esistenze di precedenti vite che poco a poco, riconoscerete come vostre.
Se siete riusciti in ciò, da questo momento siete più forti psichicamente perchè avete constatato che è possibile oltrepassare la soglia dell’attuale esistenza. Ora sapete di aver aperto una porta che ignoravate esistesse e di aver compreso il meccanismo per entrare.

(Ovviamente per raggiungere tali risultati occorro mesi se non anni di esercizio, e un grande desiderio di conoscere ciò che è oltre questo mondo; ma più di tutto, una grande forza di volontà e perseveranza.)

Quello che vedrete vi sbalordirà a tal punto che non vorreste più smettere. Vedrete scene di vita preistorica di milioni e milioni di anni fa, incluso l' era dei dinosauri e vi renderete conto che contrariamente a ciò che afferma la scienza l' uomo già esisteva. Vedrete enormi masse di gente, che attraversano passaggi montuosi, e tante altre cose indescrivibili. Almeno è quello che credo. Nel senso che dovreste vedere più o meno le stesse cose che vedo ho io, ma di questo non ho alcuna certezza dato che le epoche potrebbero essere diverse: cioè riconducibili alla storia personale.
Tale esercizio va praticato almeno una volta al giorno e per la prima settimana non più di un ora, in un orario da voi preferito, ma io suggerisco quello notturno.
Con il passar dei mesi vi accorgerete che oltre ai benefici fisici, acquisirete una maggiore nitidezza visiva e molte cose del tratto del vostro viso cambieranno. Inoltre il colore del bianco degli occhi diventerà celeste, ma questo solo quando la soglia della concentrazione sarà alta. Ed è possibile che oltre ai 5 sensi ne acquisirete di nuovi.
Tali risultati variano a seconda del soggetto, comunque in circa tre mesi chiunque ne abbia le possibilità e' in grado di stabilire un vero contatto con il lato più profondo e misterioso della mente dell’anima..... unica porta verso un mondo più grande.

Raccomandazioni:
Non sforzate la vista oltre certi limiti;
non siate ansiosi di raggiungere al più presto dei risultati, dato che l'ansia allontanerà i tempi di apprendimento.

La prima settimana non superate il tempo di un ora per ogni esercizio.

2- Aprile 2001- Mistic.it

8 commenti:

  1. Caro Marco sei diventato complottista anche te....
    La scienza è una bufala ci raccontano balle...
    Ora io non sono sicuro di nulla ma se devo credere a terra tonda o terra piatta behhh...le cazzate più grosse le vedo nella terra piatta.
    Ma tanto grosse.
    Un saluto
    Fabio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neppure io ho più certezze sulla fisica dell'universo, e su tantissime altre cose che la scienza e i media divulgano. Nel post, per dimostrare che le balle le raccontano loro, ho usato i numeri che pubblica la scienza ufficiale e quei, numeri non quadrano con la realtà della fisica che ci permette di esistere sul pianeta.
      Personalmente non ho mai visto la terra piatta, così come non ho mai visto la terra sferica, dato che quello che vediamo in tv non è la terra, tanto meno il sistema solare così com'è nella realtà dato che è un prodotto dalla computer grafica. In rete, ho trovato un vecchio filmato convertito da una cassetta betamax, che fa vedere forse la terra per come è effettivamente, e da quello che si vede non è sferica. Inoltre ci sono tante testimonianze e dichiarazioni di studiosi (compreso Picard) e ricercatori che raccontano una storia diversa dalla scienza ufficiale.
      Cosa vuoi che ti dica; chi vivrà vedrà, ma non puoi ragionevolmente affermare che sono tutte balle, anche perchè la storia insegna, che quelle che prima erano considerate balle, poi si sono rivelate verità. In un mondo affidato al multimediale, è facile ingannare la popolazione, dato che possono farti vedere tutto ciò che decidono senza che tu sia in grado di stabilire il vero dal falso, e questo è un dato di fatto.
      Nessuna legge della fisica conosciuta, rende possibile che il sistema solare, viaggia al centro della galassia alla velocità di 1.520 km orari, senza che si avvertano gli effetti a livello fisico. Questa si che è una balla.
      Ricambio i saluti.

      Elimina
    2. Si Marco non si può dimostrare niente perché ce poi sempre una contro dimostrazione.
      Mettila così...se devo scegliere se pensare che la terra sia sferica o piatta mi viene istintivo vedere delle assurdità più sulla terra piatta. Una ad esempio se il sole gira sopra la terra piatta illuminando una porzione allora dovrebbe essere comunque visibile anche di notte non credi ? Poi perché mai se la luna e tutti gli altri pianeti sono sferici per quale ragione la terra non dovrebbe esserlo ?

      Elimina
    3. Se mi conoscessi almeno un po’, non avresti mai scritto che me l’aggiusto così!
      Io non mi aggiusto proprio nulla. Questo mi fa dubitare che tu abbia letto il doc sulla terra piatta, altrimenti dato le molteplici osservazioni scientifiche sul sistema sferico della terra non ti saresti limitato a concludere che erano tutte caz…. Già questo per quanto mi riguarda ti pone in un “angolo ottuso”.
      Oltre ad accusare di complottismo come se fosse una malattia, persone che usano la propria testa e non i dogmi della falsa scienza. Per tua informazione ad indurmi ad indagare e cercare delle risposte sulla terra sferica, o piatta, non sono stati i complottisti, ma prima di tutto le menzogne storiche che la scienza spaccia da secoli come se fosse una droga, ed in particolare le misurazioni e i calcoli che divulga sul sistema solare e l’intero universo. Che tu ne dica, non sono applicabili nella realtà, come per esempio la forza di gravità, contestata, da importanti astrofisici americani e non solo. Addirittura bollata come una bufala stellare, dato che non è una forza, ma una stranezza tanto per passare il tempo. Non so se ti è chiaro, caduto il paradigma della forza di gravita, cade l’intera impalcatura della fisica dell’universo. Sistema stellare compreso.
      Attendi circa 10 giorni, e poi ricompari con quella che secondo te, dovrebbe essere la bomba che fa esplodere le caz…. della terra piatta, adducendo che dato che il sole gira sopra la terra piatta illuminando una porzione, dovrebbe essere visibile sempre. Beh, se ragioni, lo stesso discorso dovrebbe valere anche per la terra sferica. E ti spiego il perché:

      il sole rispetto alla terra è un miliardo di volte più grande. La terra pur tenendo conto della distanza, di 150 milioni di km, a confronto è una capocchia di spillo, quindi il cielo tenuto conto dei raggi solari che colpiscono la terra, in alcune parti del pianeta, per esempio in Russia, Canada, Alaska, Groenlandia, Norvegia e Islanda, dovrebbe essere notte. La cosiddetta notte polare. Definizione impropria dato che in realtà non è notte, ma semmai giornate grigiastre.
      Senza volerlo hai messo il dito nella piaga perché anche se indirettamente risponde al tuo quesito. E cioè che piuttosto che notte è giorno anche se i raggi del sole “illuminano” per riflesso. Ma quello che ignori è che tutto questo è artificiale, così come secondo le mie ricerche è artificiale la terra.

      Riguardo che la terra non può essere “piatta” perché tutti gli altri pianeti sono sferici, anche qui, sei in errore dato che Venere e Urano girano al contrario rispetto a tutti gli altri. Potrei continuare all’infinito ma mi fermo qui, altrimenti diventa un poema.

      Il mio consiglio è di rileggere il doc sulla terra piatta più volte, e non è detto che riflettendo, potresti scoprire che il sistema solare non può viaggiare al centro della nostra galassia ad una velocità di un milione e 520 mila km orari, dato che a quella velocità verrebbe tutto spazzato via. Senza tener conto ai vari impatti durante tale percorso. Inoltre, ti consiglio di riflettere, sulle ragioni per cui la NASA, da quando esiste non ha mai pubblicato una foto reale della terra e del sistema solare, ma tutto ciò che pubblica è prodotto dalla computer grafica. Forse esiste una sola foto reale della terra, e quello che mostra non è una terra sferica ma un mezzo sferoide.
      Detto questo sei libero di credere in quello che ti pare, ma non puoi comprare la gatta nel sacco ed essere convinto che il gatto sia realmente un gatto, e criticare chi apre il sacco per vedere cosa realmente contiene. Se conosci la storia della scienza, dovresti sapere che le menzogne, in buona fede o intenzionali sono troppe per credere a scatola chiusa.

      Ma al di là delle varie convinzioni, resta il fatto che i numeri che la scienza divulga per spiegare l’universo, non si adattano alla realtà… ma neppure alle favole. E con questo penso di aver chiuso l’argomento.
      Alla fine il vero problema è sempre lo stesso: ESSERE O NON ESSERE.

      Elimina
  2. Correzione:
    la velocità del sistema solare non è di 1.520 km orari, ma un milione e 520 mila km orari.

    RispondiElimina
  3. Sono io, ti ho scritto qualche giorno fa, forse non hai piu quella mail? Z.

    RispondiElimina
  4. Vabbeh poco importa se la terra è tonda o piatta, tra un po arriva Nibiru e non ve scampo sarà l'apocalisse e con i rettiliani , vegani , fruttani terrapiattari e cavalieri del priorato di Sion ce ne andremo tutti prima del tempo.
    Saluti e buoni sogni a te'''

    RispondiElimina
  5. Scusami, ma i sogni sono le cose che hai scritto tu. Ti assicuro che non accadrà nulla delle catastrofi che hai annunciato. Esattamente come ho sempre sostenuto riguardo il 2012, dove tutti sognavano la liberazione in attesa dell'onda cosmica che avrebbe risvegliata l'umanità dal coma in cui versa.
    Detto questo ti ringrazio dei commenti.

    RispondiElimina

I commenti sono sottoposti a controllo.