domenica 24 agosto 2014

Arkadij Petrov o Vjaceslav Lapsin



Non esiste la morte naturale. Tutti i casi così definiti sono soltanto il punto finale di una Progressiva Acidificazione dell’Organismo”.
Il Dr. George W. Crile, uno dei più famosi chirurghi al mondo.

Decenni fa, è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute. Tale scoperta nel laboratorio del premio Nobel Alaxis Carrel. Il premio Nobel, al Rockefeller Institute for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 30 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni. Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sue secrezioni.
L’introduzione sopra, si prefigge lo scopo di preparare il lettore a non essere scettico dei temi esposti in merito alle infinite possibilità dell’anima, o se preferite della mente, di influire sui processi biologici del corpo umano e più in generale sulla materia.

Chi conosce il popolo russo, sa che questo popolo è profondamente spirituale e affascinato dal mondo esoterico. Tale vocazione è stata espressa magnificamente nelle arti figurative, nella musica, nella danza ed in particolare nell’architettura. Oltre che in letteratura, con autori e opere di livello mondiale. La Russia ancora oggi sente forte il legame con il mondo degli sciamani. Ed è proprio da uno di questi sciamani, o se preferite sensitivo di nome Vjaceslav Lapsin conoscitore di una pratica esoterica a cui diede il nome di “tecnologia energoinformatica”, (secondo me solo per renderla maggiormente credibile al mondo scientifico) che Arcadij Petrov venne a conoscenza della sottile e profonda pratica di rigenerare gli organi, e le guarigioni ritenute impossibili dalla scienza ufficiale; e tanto altro ancora che avremo modo di approfondire in seguito.
Per onore della verità, la figura di Arcadij Petrov, in rete è esageratamente sopravvalutata perché gli si attribuiscono meriti scientifici che in realtà non aveva, e non ha. Nel libro dichiara di aver presentato più di un brevetto, ma non dice a quale scoperte o congegni si riferiscono. E’ vero invece che il suo lavoro è di natura letteraria, difatti, prima di incominciare ad interessarsi della tecnica “energo-informatica” era direttore della casa editrice Hudozestvennaja literatura.Un tempo tra le più prestigiose del mondo.

Ho letto il suo primo libro “La creazione dell’Universo”, secondo me, il titolo si propone di catturare soprattutto i lettori cattolici. Quindi un titolo all’insegna del furbescamente commerciale, dato che non c’entra in nessun modo con i temi trattati. E se letto con mente critica, ci si può rendere conto che è una grande bufala rispetto alle premesse. Perché sostanzialmente non rivela nulla di interessante. Tanto è vero che non sapendo come riempire le pagine, oltre la metà del libro che è composto da 440 pagine è riempito con un racconto di esperienze personali. (Secondo me provocate da sostanze allucinogene.) Racconti, del resto del tutto privi di fantasia perché ripercorrono più o meno la religione cattolica, buddista e rivisita la teoria degli universi paralleli, il tutto in chiave fantastica. ( A mio avviso di una noia mortale). Tutto questo assolutamente estraneo alla tecnica sviluppata dal sensitivo, o meglio stregone Vjaceslav Lapsin che rendeva la vista ai ciechi, e tanto altro ancora. Tanto è vero che il libro, sostanzialmente della tecnica in questione non rivela assolutamente nulla, e non certo perché Arcadij Petrov ha ritenuto di tenerla segreta, ma semplicemente perché lui di quella pratica non conosce assolutamente nulla. Quello che conosce della capacità di guarigione, è esclusivamente teorico, o per averlo sentito da Lapsin. E’ talmente vero che il suo stile di vita, non si discosta di molto da quello dell’uomo della strada. Ma soprattutto perché non è mai veramente guarito dalle sue patologie, ed in particolare quella renale. (Vorrei precisare che il mio intendimento non è quello di sminuire il Prof. Petrov. Non ho alcun motivo per fare ciò. Lo scopo che mi anima, è di stabilire un minimo di verità, rispetto a quanto riportato enfaticamente nei vari siti.) Il Prof. Petrov di magia ed esoterismo non conosce assolutamente nulla. Incominciò la ricerca delle pratiche “magiche” grazie a Lapsin, perché rimase sconvolto di ciò che riusciva a compiere. Ed in qualità di accademico, ritenne di dover indagare quel mondo così sconosciuto ed affascinante. Ma da quello che emerge dai suoi scritti, le meraviglie prodotte da Lapsin, per lui rimasero un sentiero ignoto. A mio parere fu per tale ragione, che incominciò a disprezzarlo, e a fare uso di droga. (Naturalmente tale affermazione è del tutto ipotetica, dato che affermarlo con assoluta certezza rischierei una querela per diffamazione….. anche se va detto che qualsiasi psicologo, è in grado di capire che i racconti riportati nel libro come “viaggi interdimensionali” altro non sono che grottesche e patetiche “allucinazioni” provocate da sostanze allucinogene.)

Penso sia proprio per la sua incapacità di penetrare i segreti esoterici di Lapsin, che Petrov incominciò ad odiarlo tanto. Odio che confessa direttamente e indirettamente nel suo libro. Odio e ossessiva frustrazione perché secondo lui era ingiusto che un rozzo e zoticone, analfabeta contadino, fosse capace di produrre prodigi che solo un essere divino era in grado di compiere. Mentre lui pur essendo un uomo di profonda cultura, non riusciva a piegare un filo d’erba. E badate che Lapsin, tali prodigi non li compiva in uno studio privato di fronte a poche persone, ma in un grande teatro con centinaia di persone, e in presenza di un nutrito numero di studiosi di ogni disciplina.
Arcadij Petrov attualmente è fondatore e direttore dell' Arkady Petrov Fonds, un'organizzazione no-profit a Mosca. In qualità di presidente del Centro " Bioinformation Technologies ", si è dedicato alla ricerca della " matrice di bio-informazione della persona", scoperta non da lui, ma da quel rozzo e ignorante sensitivo di nome Vjaceslav Lapsin. La percezione che ho di Petrov, è quella di un opportunista, e i risultati che vanta delle presunte guarigioni ottenute nel suo centro, altro non sono che il risultato spontaneo di alcune persone che seguendo i suoi corsi, hanno attivato, capacità dormiente, stimolate da una profonda suggestione. Non deve stupire se su centinaia di persone che frequentano assiduamente i suoi corsi, alcune di loro manifestano spontanee facoltà di guarigione, (le guarigioni spontanee sono documentate da tempo) di cui Petrov si prende il merito, con lo scopo di tener in piedi il centro di cui è il principale titolare. Tanto è vero che nonostante siano trascorsi quasi 15 anni dal suo inizio, non mi pare che in questo tempo, abbia acquisito conoscenze tali, da essere in grado di sviluppare un modello sanitario, in grado di provocare le guarigioni anche in persone non dotate di particolari capacità spontanee: quali per esempio, di far ricrescere i denti e di far ringiovanire le persone. Come non risulta che in questi 15 anni si siano verificati significativi fenomeni di ricrescita di organi da far supporre che il metodo da lui adottato funzioni davvero. L’unica vera scoperta di Petrov, è di aver conosciuto un astuto editore europeo che ha saputo consigliare e promuoverlo verso il mercato occidentale per pubblicare i suoi libri, visto che in Russia non mi risulta abbiano avuto tanta risonanza come da noi, creduloni cattolici addomesticati dalla chiesa di Roma.

Se in questa storia c’è realmente un protagonista questi non è Arcadij Petrov, ma il suo tanto disprezzato “maestro”. Un maestro sciamano, o sensitivo di nome Vjaceslav Lapsin, che non mi risulta abbia avuto alcun riconoscimento, né che abbia scritto alcun libro a scopo speculativo, per riempirsi le tasche, come ha fatto Arcadij Petrovo. Ma il fatto che ho buoni motivi per dubitare della buona fede di Petrov, non significa che far ricrescere gli organi mancanti, e guarire dalle malattie sia una pratica impossibile.

Per esempio in Spagna, ad un giovane contadino, Miguel Juan Pellicer, il giorno 29 marzo del 1640, al risveglio si rese conto che la gamba che le era stata tagliata due anni prima era ricresciuta. Tale “prodigio”avvenne nel villaggio aragonese di Calanda, dove il giovane era ritornato per trascorrere qualche giorno con i genitori. L’evento fu certificato sia dalle autorità religiose che civili, e gli atti sono custoditi presso l’archivio centrale dello stato spagnolo e del Vaticano.
Nell’antichità, quando gli uomini erano maggiormente vicini agli “Dei” la pratica di far ricrescere gli organi era una cosa del tutto normale, in virtù della capacità di ripristinare l’integrità del DNA servendosi del suono. Tale apparente prodigio, è possibile, grazie alle centinaia di routine, genetiche. Tante quante sono le funzioni che permettono al nostro organismo, di organizzare difese e trasformazioni biologiche. E assurdo che possa sembrare ad una mente incredula, l’anima, quando è desta, è in grado di controllare la materia. E’ tutto scritto dentro il nostro codice genetico. Per entrare è sufficiente disporre delle chiavi per attivare ogni singola funzione affinchè il nostro organismo attivi la rigenerazione. Per raggiungere tale stadio, esiste un percorso. Un percorso percorribile, per tutte quelle persone che possiedono abbastanza dell’altra esistenza, oppure, attraverso un trauma di varia natura durante il corso della vita, che interrompendo il programma genetico di base, permette alla mente, di accedere a quel mondo dell’Oltre che fa da ponte tra il corpo e l’anima.

Lo stesso percorso, lo si può scegliere per vocazione spirituale. Nel senso che un certo giorno, vi svegliate e decidete di abbandonare il consueto modo di vivere perché dentro di voi, avete percepito una realtà più grande. Il primo atto che dovete compiere per iniziare il nuovo percorso è di smettere di nutrirvi di cadaveri. Cioè di ingurgitare carne animale. Animali allevati per essere macellati. Unitamente, a tale rinuncia, dovete cambiare il modo di rapportarvi a tutte le cose del mondo ….. naturalmente soprattutto verso i vostri simili. Capire che non si può odiare una persona solo perché non riuscite a comprenderla, o perché non segue i vostri parametri, o perché non accetta il vostro egoismo e egocentrismo etc. Per riuscire bisogna uscire dal proprio piccolo angolo e aprirsi al resto del mondo, e dell'universo.
E a chi vi dice che senza la carne il corpo va in sofferenza, si indebolisce e poi si ammala perché l’organismo umano ha bisogno della carne e i suoi derivati, rispondete che sono in errore. E' tanto vero che gli animali erbivori crescono sani e forti mangiando solo erba. La scienza oscura la vera conoscenza di come funziona il corpo umano e tutte le sue potenzialità. Un agnello, un bovino, la giraffa, e l’ elefante, pur mangiando solo erba e foglie di piante, la biologia del loro corpo è in grado di estrarre i principi basi, per sintetizzare, tutte le altre sostanze di cui necessita l’organismo: Proteine, aminoacidi, vitamine etc. Lo stesso è capace di fare l’organismo umano. Un po’ come avviene anche con i colori. E’ risaputo che con i colori primari: Giallo, Rosso e Blu, si ottengono tutti gli altri colori possibili, e le infinite combinazioni di sfumature. Nessuno sa come sia possibile tale meravigliosa magia, eppure esiste, e gli artisti lo sanno meglio di altri. Ma da bambini tutti abbiamo giocato a mischiare i colori, e purtroppo mai nessuno …. maestri compresi hanno pensato di insegnarci a riflettere su tale magia. E purtroppo, da adulti, non è cambiato molto, dato che siamo attratti prevalentemente da cose futili, o che diamo per scontato.

Se l’attuale percorso umano, invece che guidato da una elite di malvagi sotto il controllo di entità aliene, si svolgesse, in un contesto di civiltà spirituale, l’uomo potrebbe scoprire le meraviglie dell’anima, o come preferite chiamarla. Del resto la storia dell’umanità, quel poco che conosciamo, è ricca di eventi fantastici apparentemente inspiegabili con i comuni mezzi psichici umani. Per chi è disposto a crederci, io stesso sperimento da anni alcuni dei processi di guarigione descritti nel post.
Petrov, vanta che nel suo Centro, ad alcuni pazienti sono cresciuti i denti. Ebbene, per ottenere tale risultato, esistono due modi: uno spirituale, e l’altro scientifico.
Il primo necessita, di una profonda spiritualità, una perfetta comunione con il tutto, e l’altro, molto limitato rispetto al primo, si serve di macchinose pratiche mediche di innesti cellulari dolori, costosi e lenti. Difatti in Giappone e in Russia da alcuni anni, in un centro medico, alcuni studiosi, sono riusciti a far ricrescere i denti. Va detto che ciò che per noi, sembra tanto incredibile, fantasioso, e quasi magico, la natura che non ha i nostri stessi limiti, in alcune specie animali, quando per varie ragioni, i denti cadano o si rompono, dopo poco ricrescono. Uno di questi animali e il coccodrillo, e l’altro è lo squalo. Allo stesso modo in cui alle lucertole ricresce la coda se viene amputata. Sembra tutto così complicato e assurdo, invece è tutto terribilmente semplice ….. come ripeto, ogni volta che si presenta l’occasione: è il nostro cervello ad essere contorto dopo migliaia e migliaia di anni di condizionamenti ad opera dei demoni che controllano la nostra vita.
Il meccanismo è semplicissimo, la coda ricresce, perché le cellule che provocano la crescita sono perennemente attive. Il programma genetico che permette la crescita della coda, non è stato disattivato. Lo stesso principio vale per ogni organo del nostro corpo. E’ talmente vero che da non molto tempo, è stato riscoperto che le cellule sono immortali. Quindi gli umani teoricamente, sono creature immortali. Siamo mortali, perché, primo, non siamo consapevoli di ciò che siamo perché dalla nascita la prima cosa che ci insegnano è che dobbiamo morire; secondo perché viviamo come se fossimo già morti, dato che ci nutriamo di cadaveri. Finchè ci nutriremo di carne, saremo malaticci, violenti, stupidi e intossicati.

(Non è un modo di dire che siamo ciò che mangiamo.)

E per finire, per dimostrarvi che quanto sopra è assolutamente corrispondente alla verità, in molte persone che superano i cento anni, avviene qualcosa di stupefacente:
i denti incominciano a ricrescere. Questo per dimostrare che quando affermo che coloro che hanno deciso il limite massimo della vita umana intorno ai cento anni (se va tutto bene) lo hanno deciso per impedirci di farci conoscere, che morire, è un limite che può essere superato, se possediamo abbastanza per decidere di girare lo sguardo all’opposto di dove guardiamo abitualmente.

10 commenti:

  1. buonasera marco. sono arrivata qui per caso, cercando notizie su questo personaggio/scienziato, dopo aver visto il video sulla ricrescita dei denti. non credo di andare fuori tema (la "scuola" sembra la medesima), se ti chiedo cosa pensi di grigori grabovoi e delle sue sequenze numeriche, con pilotaggio della realtà. ciao e grazie.

    RispondiElimina
  2. Di Gregori Grabovoi, posso dire che ha trovato il sistema di unire l’utile al divertevole. Scienziato di cosa? Scusami ma di lui non penso affatto bene, rispetto a ciò che pretende di “insegnare”. Trovo che sia un misto di new age, spiritualismo improvvisato, e buddismo adattato all’occorrenza. Le sequenze numeriche, trovo siano un espediente brillante per coinvolgere emotivamente e nello stesso tempo soggiogare le persone. E’ sicuramente un tipo simpatico che si presenta bene e sa affascinare. Ma con la scuola di Vjaceslav Lapsin, non c’entra assolutamente nulla. Lapsin è un personaggio con dote medianiche autentiche che ha compiuto grandi dimostrazioni di fronte ad una nutrita platea di studiosi di tutte le discipline. A confronto Gregari Grabovoi è un venditore di fumo. Mi dispiace, sicuramente ti ho delusa, ma la verità non sempre risponde alle nostre aspettative.
    Ti ringrazio del commento …. Ciao.

    RispondiElimina
  3. Buonasera, volevo chiedere dove si può trovare una linea guida di esercizi pratici per stimolare la rigenerazione.
    Grazie

    RispondiElimina
  4. Anonimo 7 luglio 2015 01:06
    Mi dispiace non poter esserti utile, ma non penso esista una guida del genere. La facoltà rigenerativa, è un processo che trascende la sfera fisica. Quel tipo di facoltà si conquista dopo aver raggiunto un determinato grado di conoscenza e consapevolezza spirituale. Quindi, secondo la mia modesta esperienza, non è una linea guida che occorre, ma una nuova rinascita. E non credo si possa insegnare, perché è un percorso spirituale, individuale.
    Ti lascio un saluto.

    RispondiElimina
  5. Per Angelo,
    ancora una volta ti esorto a non lasciare commenti sconclusionati, che oltretutto per il modo in cui sono scritti disturbano la vista. A nessuno fa piacere leggere quel sali e scendi di lettere distribuite in modo caotico.

    Secondo, devo dirti che non mi conosci neppure un poco. Di me non hai capito assolutamente nulla perchè continui a misurarmi con il tuo metro che per me è inappropriato. Io sarei vecchio!? ..... Non mi sono mai sentito così forte e lucido, e giovane, sia nello spirito che nella mente. Io non conosco la malattia. Il tempo con me devi misurarlo a ritroso.
    Ma tu che sei un cannibale, non credo sarai capace di comprendere il senso delle mie parole. Pensa un po’, non sono ancora riuscito a convincermi di essere umano, per tutte le esperienze metafisiche vissute dalla nascita. Se penso che ci sono tantissime persone che per aver vissuto, un solo evento metafisico, e neppure dimostrato, hanno scritto decine di libri …… ecco medita su questo, e forse ci ricavi qualcosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon pomeriggio dove trovo ilibri di Vjaceslav Lapsin?
      Grazie

      Elimina
  6. Purtroppo che io sappia, Lapsin, non ha mai voluto scrivere libri dei suoi talenti, per trasmetterli ai studiosi e al pubblico. Neppure Arcadij Petrov, è riuscito a conoscere la natura del suo sapere. Ti dico quello che ho capito attraverso la desrizione e il racconto che fa di lui Petrov: non esiste una tecnica, o qualcosa da trasmettere perchè neppure lui conosce la fonte del suo potere. Penso che sia un dono che esercita spontaneamente. Come i medium autentici.

    RispondiElimina
  7. Ho letto " Salva te stesso" di Petrov e tendo a concordare su tutto ciò che dici. Il problema di certi testi è che per rendere credibili le calunnie ci si deve mettere anche una parte di cose attendibili per cui poi se non si deve separare il poco di buono che rimane. Quello che trovo buffo se ci potessimo fermare a riderci su è che Petrov, e sono d'accordo, si spende per un rapporto più sano con la tecnologia, ed ora il suo maestro grabovoi ha messo a punto un super computer che sincronizza personalmente su chi lo usa per, lui dice, amplificare il potere della coscienza nei pilotaggi. Sarebbe divertente intervistare Petrov e chiedergli cosa ne pensa... Robin

    RispondiElimina
  8. Confermo ogni mio convincimento critico, sia su Petrov che Grabovoi. Per quanto mi riguarda sono due frustrati dediti alla ciarlataneria.

    Il mio apprezzamento è tutto per Lapsin dato che ha dato prova dei suoi talenti parapsicologici in tutte le sue manifestazioni.

    Grazie del commento.

    RispondiElimina
  9. Ciao, ero interessato a Petrov, ma mi sembra di capire che è tutta una bufala è che quello che predica non serve o non funziona. Mi sapresti dare più informazioni su Lapsin se è attendibile e cosa possiamo aspettarci seguendolo

    RispondiElimina

I commenti sono sottoposti a controllo.