sabato 7 ottobre 2017

Autoguarigione e Molecole Redox


In sintesi, gli antichi, ma anche medici come per esempio Ippocrate sostenevano che l’organismo si ammala quando viene a contatto con sostanze tossiche, comunque nocive per l’organismo, e quando ci si espone al freddo senza protezioni e ovviamente al caldo, dato che il calore aumenta i battiti del cuore con tutte le conseguenze facilmente immaginabili.

Nella medicina moderna, è ormai noto che la prima causa di malattia è lo stile di vita; diciamo poco saggio, e in particolare ai cibi manipolati sia geneticamente che chimicamente per aumentare la produzione a discapito della genuinità e della qualità. Le sostanze chimiche che ingeriamo con i cibi, non ultimo i conservanti impediscono al corpo dopo la morte di “ricongiungersi con la terra”. In altre parole non si decompongono. (Tanto per ridere, se non fosse tragico; una semi “immortalità” della materia privata della coscienza e dell’anima).

L’assurdo della medicina moderna, è di pretendere di curare organismi ammalatosi per la troppa chimica nei cibi, con farmaci prodotti chimicamente, che per stessa ammissione di chi li produce, possono essere causa di gravi danni. Pochi per esempio sono a conoscenza che ingerendo una semplice aspirina si rischia la perforazione dell’intestino, e gravi danni intestinali. O per esempio assumere antidolorifici e antinfiammatori, si rischia, di danneggiare i reni, il fegato e il cuore. Addirittura tanti farmaci mostrano i loro devastanti effetti anche a distanza di anni. Tanti altri farmaci, possono causare ictus e danneggiare gravemente la memoria. Tanto è vero che fino a poco tempo fa, le amalgama per le otturazione dei denti a base di piombo si è scoperto che danneggiavano seriamente la memoria e non solo. Dopo tanti danni causati alle persone finalmente sono state vietate. A questo va aggiunto (purtroppo) che tante malattie che diciamo fino a 50/60 anni si curavano, con la nuova farmacologia, piuttosto che curarle si preferisce tenerle sotto controllo. E faccio l’esempio, delle malattie della tiroide. Malattia che colpisce quasi il 20% della popolazione femminile mondiale. Attualmente piuttosto che curarle si preferisce controllare la malattia con l’eutirox. Un ormone che sostituisce quello prodotto dalla tiroide. Questo posso affermarlo con estrema semplicità perché esistono medici che invece di somministrare a vita l’ormone tiroideo, curano le varie patologie. Ed ometto di approfondire in modo efficace, che tale pratica di prescrivere l’ormone tiroideo a vita, (facendo in questo modo la fortuna delle case farmaceutiche) va aggiunto che con il tempo, tale ormone oltre a danneggiare gravemente il cuore, i reni e il fegato, quasi sempre la tiroide smettendo di funzionare, si rende necessario asportarla, perché si atrofizza etc. per saperne di più sul benessere del proprio organismo in generale: https://www.valdovaccaro.com/

La breve esposizione sopra è supportata dalle documentazioni allegate ai farmaci che si smerciano, con crescente facilità e va detto che troppo spesso, non sono opportunamente testati per accertare la tossicità, ma vengono testati direttamente sui pazienti. Per esempio solo ultimamente si è venuto a conoscenza che il comune farmaco tachipirina, tanto usato dalle mamme per i loro figli, oltre al consumo personale, se non usato con moderazione può essere causa di gravissimo danno renale. Insomma per far abbassare una comune febbre si rischia un danno permanente ai reni.

Le persone dovrebbero essere informate che non esistono farmaci in grado di curare le malattie, ma solo per alleviare i sintomi, altrimenti non morirebbe nessuno.

Quando l’organismo contrae una malattia, a secondo della malattia, il sistema immunitario emette una risposta, per ripristinare le giuste condizioni. Il tempo impiegato dal sistema immunitario varia dal tipo di malattia e ovviamente dalla gravità. Per fare un esempio una bronchite per risolversi del tutto impiega sui 10 giorni, a prescindere dai farmaci, che come abbiamo detto, servono solo per alleviare i sintomi dato che è il sistema immunitario che ristabilisce le giuste condizioni dell’organo colpito. Ma le persone sono convinte che sono guarite perché hanno assunto farmaci. Ci sono stati casi … tanti, di malattie ritenute incurabili come per esempio il diabete, che sono guarite solo cambiando abitudini alimentari. L’unica scienza che mantiene ciò che promette, è la chirurgia quando ovviamente l’intervento riesce perché l’organismo è in grado di reagire al trauma dell’evento in questione. (Affermare che la medicina moderna si basa su un inganno è un eufemismo, quando non ti uccide.) assurdo che possa sembrare, negli Stati Uniti i farmaci sono la prima causa di morte. http://archivio.panorama.it/mondo/Antidolorifici-la-prima-causa-di-morte-negli-Usa

A dimostrazione di quanto sopra, la ricerca sulle cellule, hanno messo in luce, che l’organismo, è in grado di curarsi da solo. Senza intervento esterno con farmaci che sono molto più pericolosi della stessa malattia che pretendono di curare. Lo studio sulle cellule, ha dimostrato che qualsiasi patologia che dovesse colpire una persona, il corpo è in grado di porvi rimedio con estrema facilità a patto che l’organismo sia privo di tossicità. (Sarà per questo che si inquina l’ambiente.) Non è un caso che le multinazionali dei farmaci sono anche le lobby più potenti al mondo. La malattia che diventa il più grande affare del mondo.

Ma se le persone si svegliano, con la scoperta delle Molecole di Segnalazione Redox le cose dovrebbero cambiare… anche se ci credo davvero poco, dato la povertà cognitiva della stragrande maggioranza della popolazione mondiale. 8I farmaci per il potere dominante sono utili anche per questo). Se l’organismo non è intossicato, sono in grado di avvisare il sistema immunitario e il dna, che si affretta a ripristinare le condizioni ottimali, risolvendo in questo modo qualsiasi stato patologico. Ma perché questo sia possibile, il corpo come accennavo sopra, deve produrre abbastanza Molecole di Segnalazione Redox per riattivare il sistema immunitario, e guarire se stesso, così come è stato progettato di fare.

Bisogna solo scoprire come il nostro corpo può guarire il proprio DNA, per ritornare allo stato di auto-guarigione per il quale è stato progettato. Con tutti i libri e gli studi che esistono sul corpo umano pensiamo di sapere tutto. Ma con l’avanzare della ricerca, il corpo umano continua a creare perplessità nei ricercatori, così come rivelano le nuove scoperte. Particolarmente sorprendente è il funzionamento interno delle cellule. Gli scienziati hanno smesso di pensare che le cellule sono solo piccole gocce di protoplasma. Grazie a microscopi ad alta tecnologia è possibile guardare più in profondità, nel vasto mondo che troviamo all'interno di ogni singola cellula. Clayton e Jansma, autori di The Source, affermano che "una singola cellula con un nucleo è l'equivalente microscopico di un'intera città industrializzata". Rivelando che questa città in miniatura contiene un proprio sistema di sicurezza ed un potente sistema di comunicazione che permette ad ogni cellula di comunicare con un trilione o più di altre cellule coetanee.

Gli scienziati da tempo conoscono le Molecole di Segnalazione Redox, ma solamente negli ultimi cinque anni i ricercatori hanno scoperto quello che fanno e di come esse siano di vitale importanza per la salute. Queste potenti molecole contribuiscono ad attivare il sistema immunitario e a far sì che le cellule ammalate vengano aiutate nella guarigione rinormalizzandosi ed inviando alle cellule sane segnali che portino al rafforzamento delle stesse. Immaginate per un momento di essere in una grande città, e di pensare cosa è necessario, per mantenere la città attiva: dalla raccolta della spazzatura alla vita delle imprese, dal sistema di trasporto al sistema di comunicazioni, ecc. Insomma, ci vogliono centinaia di migliaia di operatori per far funzionare una città. Ora, come pensate che una città come Roma possa funzionare se tutte le linee di comunicazione fossero in tilt ? Sarebbe un disastro! Il blocco delle comunicazioni porterebbe disastri in tutta la città. Bene, è esattamente ciò che accade nel nostro corpo. Abbiamo un sistema immunitario reattivo e pronto per demolire le cellule malate, ma se il sistema di comunicazione (in questo caso stiamo parlando di "Molecole di Segnalazione Redox") smette di funzionare in modo efficiente, le cellule combattenti del sistema immunitario non ricevono il messaggio per andare in aiuto delle cellule ammalate e muoiono. Una singola cellula contiene circa due metri di DNA. Se stendessimo tutti i filamenti di DNA del nostro corpo la distanza coperta sarebbe equiparata a 50 volte la distanza che intercorre dalla Terra al Sole.

Un filamento di DNA contiene le istruzioni di come costruire tutto il sistema cellulare e di quello che quest'ultimo ha bisogno per sopravvivere e funzionare. Il DNA contiene il nostro codice personale e segreto, determina la nostra predisposizione alle malattie, la nostra personalità e tutto quello che siamo. Non esiste un DNA uguale ad un altro; ogni codice DNA è “esclusivo”. Le Molecole di Segnalazione Redox prendono dal nostro codice personale DNA le istruzioni da trasmettere alle cellule, in modo che migliaia di processi per la nostra salute e guarigione possano attuarsi. Le Molecole di Segnalazione Redox lasciano che sia il nostro corpo ad attivarsi, decidendo quale siano le cellule da guarire e quali quelle da eliminare attraverso il nostro sistema immunitario. Le cellule contengono oltre venti tipi di Molecole di Segnalazione Redox, che aiutano a inviare messaggi ai componenti delle cellule stesse. Gli scienziati hanno recentemente scoperto come queste molecole siano vitali per il funzionamento efficace dei processi di guarigione del corpo. Il processo di ricostruzione delle nostre cellule avviene quotidianamente, in ogni momento della giornata. Quando, ad esempio, ci procuriamo una piccola ferita, o stiamo troppo esposti al sole, o facciamo sport all’aperto, danneggiamo alcune delle nostre cellule e le esponiamo alle tossine dell’ambiente.

Il nostro corpo è progettato per vivere sano e a lungo, per eliminare le cellule cattive e sostituirle con altre nuove e sane. A volte, però, questo processo si inverte ed anziché eliminare le cellule danneggiate, queste si riproducono, moltiplicandosi, e quindi il nostro corpo diventa un produttore di cellule cattive. Succede quando le Molecole di Segnalazione Redox funzionano male.

Affinchè le Molecole di Segnalazione Redox possano svolgere il loro compito di attivare la risposta immunitaria, il corpo deve essere privo di sostanze chimiche dannose. Perché il nostro corpo sia il più possibile privo di acidità e tossicità, bisogna seguire uno stile di vita alimentare il più genuino possibile. Per esempio eliminando il consumo di carne altamente nocivo per la salute perché saturo di sostanze chimiche nocive, e antibiotici per gonfiare i bovini per farli crescere in fretta etc. Per aiutare a decidere, a prendere coscienza che la carne è estranea alla alimentazione umana, è dimostrato dal fatto che il nostro apparato intestinale misura circa 12/14 metri, mentre quello di un carnivoro, per esempio un leone oppure una tigre, è lungo solo circa 6 metri per permettere una veloce evacuazione dato che la carne se rimane a lungo nell’intestino dopo alcune ore incomincia il processo di decomposizione con conseguente produzione di pericolose tossine in grado di intossicare il corpo e quindi produrre enorme acidità che a sua volta genera malattie ai reni, al fegato e al pancreas. Tanto è vero che l’intestino degli erbivori è lungo ben 16/18 metri, per rendere possibile una lenta e utile assimilazione di ogni elemento nutritivo, dato che il vegetale non si decompone velocemente come la carne. Inoltre, per una corretta informazione, va precisato che il reale fabbisogno di una persona di media statura, diciamo dal peso di 70 km, necessita solo 50 grammi circa di proteine, questo per significare che per una sana nutrizione dovremmo consumare il terzo delle calorie che assumiamo a livello giornaliero, per rimanere in forma e in buona salute. Tutti dovrebbero sapere che l’80% delle energie che necessita il nostro organismo per far funzionare il cervello, il cuore e altri organi importanti, le assumiamo dall’aria, e questo è l’ossigeno. Quindi resterebbe solo il fabbisogno organico che come è noto assumiamo con il cibo, quale per esempio le proteine, gli aminoacidi, le vitamine etc. E per questo è sufficiente il 20% di sostanze, che come è noto assumiamo con l’alimentazione, per mantenere in equilibrio la biologia del nostro organismo.

Andare in palestra, o farsi decine di chilometri per dimagrire o per mantenere la forma fisica è pura illusione dato che la forma fisica si conquista a tavola.

Per stare in forma e in salute, bisogna consumare un terzo dei cibi che consumiamo ogni giorno. Diversamente le rotondità, o lo stomaco dei dromedari negli uomini, che danno l’impressione di essere tutti ingravidati come le donne, continuerà a crescere.

domenica 10 settembre 2017

Corpi senza sangue


Le scoperte scientifiche raggiunte, e la ricerca di nuove tecnologie, in particolare l’I.A. permettono una analisi verosimile di come si svilupperà la società e come si “evolverà” l’immensa massa umana che ormai ha superato i 7 miliardi di anime. Purtroppo, come è noto dai più remoti tempi, a beneficiare delle conquiste e innovazioni scientifiche saranno in pochi, dato che la massa umana man mano che la scienza avanzerà, tanto di più, perderà in libertà e benessere sociale, fino a vedere trasformato il proprio corpo in androide con l’ingannevole promessa di migliorare e potenziare le proprie capacità fisiche e cognitive. (Esattamente come sta accadendo con le vaccinazioni di massa). Tanto è vero che delle innumerevoli innovazioni, conquiste scientifiche e tecnologiche alla massa arriva il surrogato, applicazioni effimere, prive di un reale benessere per le persone, ma con uno scopo ben preciso: servono esclusivamente per controllarle.

La massa vive compiendo poche e semplici azioni, dato che tutto le viene imposto dall’alto.
Come è noto, il cervello è come un qualsiasi muscolo, se non viene allenato, regredisce, fino al punto di perdere una buona percentuale delle capacità cognitive, riducendo le persone a non porsi più domande critiche sulla propria condizione, di capire il luogo dove esiste, e perché esiste; perché l’organismo che lo ospita è tanto limitato e fragile, tenuto conto che sul pianeta esistono altre specie viventi che possiedono un sistema immunitario e sensoriale di gran lungo superiore. Purtroppo su tali importanti interrogativi, solo i più consapevoli riflettono. Per esempio, può sembrare banale, ma vi siete mai chiesti dove nascono le emozioni, cosa sono, e da cosa sono governate? Quale è la sede che permette all’uomo di essere ciò che è. Per esempio, quasi tutti sono convinti di vedere con gli occhi, quanto in realtà vediamo con il cervello. Di cui, non ha la minima idea di cosa sia la luce o il buio, dato che è chiuso in una scatola.

La percezione della realtà che il cervello ci mostra, (o meglio che compone in immagine dai milioni di impulsi elettromagnetici che riceve), quali, sensazioni, stati d’animo e quant’altro percepiamo con i sensi, sono elaborati anche dai continui scambi chimici; non ultimo, i sentimenti più profondi, come la gioia e il dolore, l’attrazione fisica e mentale, e qualsiasi altro pensiero. A pensarci, sembra assurdo che ciò che proviamo a livello emotivo sia prodotto da banali scambi chimici. Ciò implica, che i contenuti elaborati dalla mente diversamente da quello che si crede non sono connessi alla vera realtà in cui siamo immersi, ma alla realtà che il cervello è in grado di elaborare sia chimicamente che elettricamente, secondo il programma genetico che controlla e traccia l’esistenza. Per intenderci, l’equivalente del BIOS di un qualsiasi computer. Oltre naturalmente a tante altre varianti, quali per esempio un cattivo stato di salute, provocato da alterazioni chimiche per i veleni che assumiamo con i cibi. Anche questi, contribuiscono a determinare i nostri comportamenti.

E’ incredibile a credersi, ma la vera realtà, la materia, compreso le tantissime frequenze elettromagnetiche intorno a noi, nessuno sa esattamente come siano realmente. Quello che il cervello ci mostra è un surrogato della realtà, che probabilmente, se dovessimo vederla come è realmente, per certi versi, proveremmo orrore.

Dunque, ciò che chiamiamo uomo in realtà, altro non è che una macchina biologica che si muove e interagisce con ciò che lo circonda in virtù delle leggi della fisica.
Secondo la scienza, l’organismo, pur considerando tutti i limiti oggettivi, se mantenuto in una condizione virtuosa dovrebbe conservarsi al meglio per molto tempo, (anche centinaia di anni) ed in virtù delle continue scoperte scientifiche quando i vari organi subiscono dei danni, per traumi, o per malattie, potrebbero essere sostituiti ripristinando le giuste condizioni.
Tenuto conto di quanto sopra, in un futuro non lontano sarà davvero possibile sconfiggere la morte. O quantomeno prolungare la vita di centinaia di anni. Se ricordo, è il sogno più ambito. Quindi non dovrebbe essere complicato convincere la massa di una possibile immortalità.

Il problema più importante da risolvere, riguarda il cervello, dato che non è sufficiente per esempio sostituirlo come si potrebbe fare con i vari organi, dato che il cervello una volta danneggiato, provoca la morte cerebrale cancellando poco dopo, ogni riferimento a ciò che eravamo.
Questo implica, che affinchè l’uomo possa davvero prolungare la vita in modo significativo, deve possedere un tipo di tecnologia in grado di clonare sinteticamente l’intero cervello, per poter trasferire la coscienza con annessi e connessi in un cervello artificiale, e ovviamente essere in grado di costruire un corpo altrettanto sintetico, con materiali che non subiscano l’usura del tempo, e in grado di autoripararsi velocemente. In altre parole l’uomo da biologico, deve diventare entità sintetica. Quindi un vero androide con innestato il proprio apparato cognitivo, fatto di ricordi e quant’altro rappresentava il suo essere. E questo non sarebbe il peggiore dei mali, dato che in qualche modo a livello cognitivo rimarrebbero almeno le tracce di ciò che si era a livello biologico.

Ma come accennato all’inizio, tale trasformazione, riguarderà la massa. O meglio un numero di entità, sufficienti a garantire ogni tipo di benessere all’elite mondiale, avendo il controllo totale sulla vita di detti umanoidi, che potrebbero essere spenti o terminati alla pressione di un semplice tasto. Una vera manna per l’elite che disporrebbe una forza lavoro, priva di diritti sociali e in più esente da ogni tipo di remunerazione; una forza lavoro che non si ribella e non è soggetta alle malattie. Che vi piaccia o meno, è la strada tracciata; la strada che percorriamo già da diversi anni, senza che la popolazione mondiale sia minimamente consapevole.

Diversamente dall’elite che continuerebbe ad esistere in un corpo biologico potenziato attraverso la manipolazione genetica, benché anche loro, sotto il controllo di entità non di questo universo.

I genetisti che studiano il DNA, all’opinione pubblica, hanno trasmesso, una piccola frazione delle reali possibilità della manipolazione genetica. Solo quel poco; più per far sapere quanto sono bravi che per informare. Dichiarando, che solo il 20% del DNA contiene tutti i parametri genetici per la costruzione della vita, classificando spazzatura il restante 80%. Ma su tale conclusione non tutti gli studiosi sono d’accordo. Un numero autorevole di accademici, tra cui scienziati russi, sostengono che quel restante 80% “scartato”, in realtà cela tutti i grandi misteri della vita con potenzialità inimmaginabili.
Altro errore è classificare il DNA distinguendo le specie di appartenenza, come se fosse diverso per ogni specie, quanto in realtà è uno e vale per tutte le specie e l’intera struttura della materia. Tanto è vero che condividiamo con i scimpanzé circa il 98% dei geni e il 95% con i vermi … senza offesa per i vermi.

Ciò significa che il DNA nella sua interezza, quindi non solo quell’20% codificato dai nostri studiosi, ma anche il restante 80% ritenuto “spazzatura”, contiene in comune i geni di tutte le specie viventi del pianeta. Le diverse specie si distinguono tra loro per il numero di geni attivati rispetto ad altri che danno origine ad una determinata specie, sia del mondo animale che vegetale. Tutto quello che serve per manipolarlo, è conoscere i giusti bottoni. Tanto è vero che i genetisti, riescono a innestare i geni di una specie in un'altra, sia del mondo vegetale che animale. Penso che almeno una volta nella vita avete ascoltato notizie che in un determinato laboratorio di ricerca si è innestato un gene animale in una pianta, oppure ortaggi per farle acquisire la capacità di non essere attaccata da certi parassiti. Ma nei laboratori, si fa molto altro che non viene divulgato, per esempio si innestano geni di animali nell’uomo e viceversa, e geni umani in certe piante e ortaggi, e ovviamente si fanno innesti opposti. Tutto quello che bisogna saper fare è accendere, o spegnere interruttori del DNA, per interrompere oppure attivare le capacità e proprietà che regolano la struttura della materia di quella particolare famiglia di geni.

Per fare un esempio, l’uomo potrebbe acquisire la capacità, di far ricrescere un braccio, allo stesso modo di come una lucertola fa ricrescere la coda, oppure una salamandra rigenerare un arto se questi è stato amputato. Oppure far ricrescere i denti allo stesso modo di come fa lo squalo se questi si rovinano o cadono. Ma questi sono solo piccolissimi espedienti rispetto alle vere potenzialità della manipolazione genetica. Per esempio attivando i giusti interruttori, l’uomo potrebbe farsi crescere le ali, oppure sviluppare lo stesso apparato respiratorio dei pesci per vivere nei fondali marini; o anche, sviluppare la visione a distanza come hanno raccontato gli astronauti durante i viaggi nello spazio, e tante altre persone sulla terra, anche se da distanze più breve. Potremmo addirittura smaterializzare il nostro corpo, per attraversare i muri, oppure viaggiare nello spazio tra le dimensioni, dato che è assurdo che una forma di vita sia confinato in uno spazio tanto ristretto quanto la terra, tenuto conto della vastità degli universi. Ogni cosa che esiste, in qualsiasi luogo e tempo, può essere raggiunta. E’ solo questione di conoscenza.

Detto questo, la domanda più importante è che fine farà l’anima? – Continuerà ad esistere nel nuovo corpo, anche se artificiale, oppure essendo l’anima, legata al DNA come alcuni studiosi credono, tra cui il noto ufologo italiano prof. Malanga, non potrà coesistere in un corpo artificiale?

Non vorrei peccare di presunzione, ma l’anima non può essere connessa al DNA, dal momento che ogni singola cellula contiene un filamento di DNA, questo implicherebbe che ogni cellula dovrebbe contenere un frammento di anima, cosa secondo me, non verosimile dato che l’anima è un entità vivente unica e non un ologramma, che pur se frammentato continua a mantenere per intero la propria immagine in ogni singolo frammento.

Le persone più sensibile ed evolute riescono a percepire la presenza dell’anima attraverso il campo magnetico del corpo e la capacità di poterlo estendere ad una certa distanza avvertendo il punto in cui il campo impatta con un ostacolo. Un altro caso in cui si avverte il campo magnetico dell’anima, è quando si subisce l’amputazione di un arto e questi continua ad essere percepito come se non fosse mai stato rimosso, oppure quando ci avviciniamo ad una persona e sentiamo una specie di scossa, o qualcosa del genere … per esempio una vibrazione, perché tra queste entità c’è affinità. Penso anche, che l’unica sede in cui l’anima può coesistere è il cervello; biologico o sintetico che sia, essendo anche l’organo che produce energia per alimentare il sistema neurale e cognitivo, e per alimentare i muscoli del corpo. Dunque, nel sistema biologico, potrebbe per esempio trovarsi al centro della ghiandola pineale essendo questa, secondo molti studiosi la sede dove si sviluppano i processi metafisici, o se preferite paranormali, e nel cervello sintetico, nel centro cognitivo. Alcuni ufologi e studiosi, ipotizzano addirittura che la ghiandola pineale, sia in grado di aprire portali verso altre dimensioni. Non penso ci si debba stupire di tale possibilità dal momento che lo studio sui sogni, ha dimostrato che ci sono sogni fantastici che non hanno nessun collegamento con la realtà in cui esistiamo.

I credenti, quando si riferiscono all’anima, immaginano qualcosa di molto simile ad una entità divina. In realtà, l’anima siamo noi, con tutti i limiti e i difetti. Ogni forma di vita è prima di tutto un anima. Cioè un essere vivente composto di energia allo stato puro. E di questo non ci si dovrebbe meravigliare, dato che tutto di noi si esprime attraverso l’energia. Il suono è energia, il pensiero è energia, le azioni, le scelte i sentimenti … buoni e cattivi sono energia; energia che si serve del nostro corpo per interagire con la realtà materiale. Un vero ponte da energia a materia. Espediente di cui l’anima non ha bisogno quando agisce nell’universo da cui proviene, dato che in quel luogo, ogni cosa è energia allo stato puro. Quindi agisce in modo diretto senza intermediari … e senza i limiti imposti dalla materia. Può muoversi nello spazio e nel tempo a velocità del suono, e della luce.

Dunque dove finirà l’anima di quella massa umana, trasformata in androdi ? – Riuscirà a trovare una zona nel nuovo corpo artificiale in cui poter esistere, oppure lascerà il corpo nel momento della sua trasformazione?

Io sono dell’avviso, che l’anima può essere connessa con tutti i sistemi, biologici oppure sintetici purchè dotati di consapevolezza. Ogni forma di entità in grado di pensare, di essere cosciente di sé, diventa sede dell’anima. Gli artefici, troveranno comunque il modo di attingere alla sua energia, esattamente come fanno quando l’anima è nei corpi biologici.

Potrei continuare per molto, ma mi fermo qui, chiedendovi di non essere scettici, di quanto letto fino a questo momento, dato che il tutto è già accaduto, e riaccadrà, fino a quando, non diventeremo anime consapevole capace di vero amore universale, unica magia in grado di conferirci il dono di viaggiare nel tempo e nello spazio finalmente liberi dagli orrori della materia, cui siamo vittime e carnefici, sotto il controllo di potenti anime primordiali predatrici.
Le prove sono intorno a noi. Quel sistema di dominio e sfruttamento anche se in tono minore e con diverse tecnologie e sistemi, è la vita che viviamo su questo pianeta.
Come ripeto spesso in queste occasioni, cambia la scena, ma il copione è sempre lo stesso.

mercoledì 16 agosto 2017

VACCINI - Dominio Assoluto

Il libro di Gianni Lannes


In Europa e in Italia non sono in atto epidemie o pandemie, certifica l’Organizzazione mondiale della sanità. Allora, come ha potuto il governo Gentiloni promulgare il decreto legge 73 il 7 giugno 2017 che impone a neonati, bambini e adolescenti ben 12 vaccinazioni, se non è in atto alcuna emergenza ed urgenza? In realtà, non si tratta di una campagna di vaccinazione, ma una sperimentazione di massa sulla pelle di neonati, bambini e adolescenti sani. Chi, cosa, come, quando, perché? A un giornalista si chiede di raccontare i fatti, di spiegarli con riscontri documentali, soprattutto di controllare il potere, ogni potere. Occorre cercare la verità, quella scomoda, quella che urtica, quella che obbliga al realismo. Possiamo fare qualcosa? Ho il dovere morale di sperarlo e di essere contagioso. A questo serve la cultura, a rinvigorire l’umanità: la conoscenza ci rende liberi.

L'AUTORE:

Gianni Lannes dal 1987 svolge in Italia e all'estero il mestiere del giornalista. Ha lavorato per la RAI e La7, nei settimanali L'Espresso, Panorama, Famiglia Cristiana, Io Donna, D La Repubblica delle Donne, Il Venerdì di Repubblica, Avvenire, Diario. Ha scritto inoltre per i mensili Airone, La Nuova Ecologia, Medicina Democratica, Il Gargano Nuovo. Ha collaborato ai quotidiani Il Manifesto, Liberazione, La Repubblica, L'Indipendente, L'Unità, La Stampa, Il Corriere della Sera. Ha pubblicato i seguenti titoli di inchiesta: Nato: colpito e affondato, (2009), Il Grande Fratello. Strage del dominio (2012), Terra Muta, (2013), Nato, la strage del Francesco Padre, (2014), Italia, USA e getta, (2014), La montagna profanata, (2015), Nè vivi, né morti, (2016), Bambini a perdere, (2016).

ACQUISTA LA TUA COPIA:

http://shop.nexusedizioni.it/vaccini.html

Breve intervista all’autore:

https://www.youtube.com/watch?v=8t9U4YINWJQ

Altro video: Il Lato Oscuro dei Vaccini Obbligatori

https://www.youtube.com/watch?v=uxltZpFxvVA

SOLO I CIECHI E CHI LUCRA SULLA VITA DEI BAMBINI E LE SOFFEREZNE DELLA FAMIGLIA, NON VEDONO. NEGLI USA GRAZIE ALLE VACCINAZIONI DI MASSA OGNI ... LEGGETE L'ARTICOLO E' TUTTO SARA' CHIARO:
http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2016/02/26/autismo-colpisce-6-su-mille-nati-5-milioni-in-europa-_961e0d1c-b6c0-48f2-98ec-aec292199a5c.html

MI CHIDO SE QUALCUNO HA ANCORA DEI DUBBI SULLA RELAZIONE VACCINI E AUTISMO ... E NON SOLO.

sabato 5 agosto 2017

Vaccini e Controllo Di Massa



UN SALTO NEL BUIO I vaccini non servono alla salute dei bambini, ma ad annichilire grandi e piccini. I fatti esposti in questo articolo evidenziano in modo incontrovertibile come sia in atto ormai da tempo una guerra segreta volta ad acquisire totalmente il controllo dell’umanità, e come l’Italia priva di sovranità sia in prima linea nella sottomissione.

La tecnocrazia ha ormai annichilito la democrazia: la medicina tricolore diventa un esperimento obbligatorio su inermi cavie. Non è un romanzo, ma una storia vera e documentata che si legge tutta d’un fiato per chi non si accontenta delle verità ufficiali. Ecco l’incipit della legge di conversione del decreto legge numero 73 del 7 giugno 2017 palesemente incostituzionale:
«Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza di emanare disposizioni per garantire in maniera omogenea sul territorio nazionale le attività dirette alla prevenzione, al contenimento e alla riduzione dei rischi per la salute pubblica e di assicurare il costante mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza epidemiologica in termini di profilassi e di copertura vaccinale; Ritenuto altresì necessario garantire il rispetto degli obblighi assunti e delle strategie concordate a livello europeo e internazionale e degli obiettivi comuni fissati nell'area geografica europea; Vista la deliberazione del Consiglio dei ministri, adottata nella riunione del 19 maggio 2017».

Tenete bene a mente Mattarella, Gentiloni, Lorenzin, Fedeli, Orlando, Costa, Padoan, ovvero i firmatari governativi di una legge liberticida di stampo dittatoriale, una norma fuorilegge che introduce gravissime misure coercitive a danno della salute di neonati, bambini e adolescenti. Prove ufficiali alla mano non è in corso alcuna epidemia e non dilagano pandemie, tant’è che lo stesso primo ministro pro tempore, Paolo Gentiloni, in conferenza stampa il 19 maggio 2017 ha dichiarato testualmente:

«Non si tratta di uno stato di emergenza».

Quale autorità tricolore mente e perché? Le apparenze ingannano: la menzogna politica è la vera protagonista dei tempi correnti. Ma quale urgenza se non esiste alcuna emergenza e se ben 15 paesi europei, a partire dalla civile Germania non hanno obblighi vaccinali? Non è tutto: c’è di peggio, anche una grave interferenza. Il 19 giugno scorso l’Ufficio regionale e dell’OMS per l’Europa ha inviato un documento alla Commissione Sanità del Senato in riferimento all’esame in corso del decreto legge sui vaccini. L’Organizzazione mondiale della sanità ben foraggiata dalle big pharma, spinge affinché l’esautorato parlamento tricolore converta in legge il mostruoso decreto legge che impone 12 vaccini a neonati, bambini e adolescenti in Italia. Con quale diritto? Sulla base di quale dato scientifico? Non è dato sapere. La cronaca documentata racconta che l’OMS aveva decretato a tavolino la farlocca pandemia nel 2009, favorendo la vendita da Novartis allo Stato di ben 24 milioni di vaccini. Ora, il copione si ripete sulla pelle dei più indifesi minacciando e ricattando i genitori. Infatti, in una lettera di due pagine inviata al Senato e imbottita di menzogne, un alto funzionario dell’OMS dichiara:
«Preoccupati per la corrente situazione e l’espansione dei casi di morbillo e di altre malattie prevenibili sul territorio Italiano». L’ufficio regionale dell’OMS per l’Europa applaude l’attuale importante sforzo per fermare la trasmissione del morbillo in Italia e rimane a disposizione per offrire il supporto tecnico necessario all’Italia per migliorare la copertura vaccinale e raggiungere il controllo della malattia e target di eliminazione. Perché l’OMS interferisce con l’Italia ma non con la Germania, dove non c’è un solo obbligo vaccinale? L’Italia è sovrana?

Parola dello zio Sam

È in atto una guerra segreta, non dichiarata ufficialmente, contro l’umanità per controllarla totalmente. La crisi planetaria ha le sue radici nel fallimento dell’impresa moderna, ossia nella sostituzione della macchina all’essere umano. Ora, il punto di forza di un regime totalitario è il controllo capillare e centralizzato delle informazioni personali e sensibili di ogni persona, fin dalla nascita. Nel Memorandum of Understanding siglato il 31 marzo 2016 a Boston da Matteo Renzi, allora primo ministro sia pure di un governo senza mandato elettorale palesemente telecomandato da interessi finanziari stranieri, è scritto:
«Come presupposto per realizzare il programma ed effettuare l’investimento IBM si aspetta di poter avere accesso – in modalità da definire – al trattamento dei dati sanitari dei circa 61 milioni di cittadini italiani (intesi come dati sanitari storici, presenti e futuri) in forma anonima e identificata, per specifici ambiti progettuali, ivi incluso il diritto all’uso secondario dei predetti atti sanitari per finalità ulteriori rispetto ai progetti».

All’insaputa del popolo italiano, il capo di un governo eterodiretto dall’estero, in cambio di un investimento a Milano, si mette d’accordo con una famigerata multinazionale già in affari con Hitler per schedare gli ebrei da sterminare nei lager. Il paradigma politico dell’occidente non è più la società, ma il campo di concentramento, non Atene bensì Auschwitz. È in atto una gigantesca operazione eugenetica di controllo sociale che surclassando il nazismo, dal presente proietta ombre oscure sul futuro delle giovani generazioni.

La parola d'ordine del nuovo ordine mondiale dilaga grazie alla nemesi medica, per manipolare l’identità genetica del genere umano. Il sistema di dominio vuole impadronirsi di ogni persona, ma il corpo è sacro, inviolabile, inalienabile. In Italia, una nazione priva di sovranità che vanta un governo in carica senza mandato elettorale e non ha una legge elettorale democratica – come hanno sancito la Consulta e la Cassazione in due memorabili sentenze nel 2014 – ma in compenso annovera onorevoli abusivi, come ha stabilito la Corte Costituzionale con il pronunciamento numero 1 nel 2014, esattamente il 7 giugno è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge 73 che prevede in un lampo l’obbligatorietà di ben 12 vaccini a neonati, bambini e adolescenti. Una situazione che non eguali in Europa. I genitori che osano opporsi a questo conclamato abuso di potere per difendere i propri figli, addirittura perdono la patria potestà e pagano multe salate. Chi non si fa iniettare i veleni delle multinazionali farmaceutiche non ha più diritto all’istruzione pubblica in un belpaese dove la vaccinazione fa rima con corruzione. Chi lo ha stabilito dall’alto dei cieli? Il governo degli Stati Uniti d’America, però senza alcuna base scientifica. Ma con quale diritto?

Secondo i dati dell’Istituto superiore di sanità, non è in atto alcuna epidemia in Italia. Perché sottoporre fulmineamente piccoli esseri umani sani ad invasivi trattamenti sanitari obbligatori? La cronaca narra che il 29 settembre 2014, a Washington, alla presenza del ministro Beatrice Lorenzin, del presidente dell’Aifa Sergio Pecorelli [a destra, ndr] (poi costretto a dimettersi per macroscopici conflitti di interesse nel settore) e di Raniero Guerra, già nel consiglio d’amministrazione della fondazione Smith Kline, ovvero Glaxo, promosso il giorno seguente alla carica di direttore generale del ministero della cosiddetta “salute”, la White House, ovvero il presidente uscente Obama, ha stabilito che l’Italia sarà il capofila mondiale nel settore lucrativo delle vaccinazioni di massa. La decisione, tuttavia, non è stata mai portata preventivamente all’attenzione del Parlamento italiano e neanche secondariamente ha coinvolto attivamente la popolazione italiana, calpestando i dettami della Costituzione repubblicana del belpaese. Nel frattempo il primo ministro Matteo Renzi ha incoraggiato le multinazionali del settore partecipando a diverse kermesse. La Merck, ad esempio, ha elargito ben 750 mila euro ad un’associazione medica che poi ha redatto l’ultimo piano vaccinale già operativo, mentre l’Agenzia nazionale di controllo del farmaco (Aifa) ha regalato denaro pubblico alla Glaxo: ancora una volta il controllore ha beneficiato inspiegabilmente il controllato. Non è tutto: i vaccini contengono sostanze pericolose per la salute umana, come ad esempio l’alluminio. Quanto al mercurio è stato messo al bando a livello internazionale, ma in Italia grazie a una deroga ministeriale, è ancora presente e colpisce silenziosamente le sue inermi vittime. In ogni caso, la letteratura scientifica, vale a dire oltre un migliaio di studi attestano la pericolosità dei vaccini, che spesso provocano malattie neurodegenerative, in particolare autismo e cancro.

Il grande fratello

L’argomento è un tabù sociale. La prima e basilare espropriazione parte dal controllo del corpo umano, fin dalla nascita con la medicalizzazione a vita dell’esistenza. E poi si estende alla società. Tutti schedati e controllati fin dalla nascita: il pretesto è la sicurezza. L’operazione è decollata nel 1998 con le linee guida per i test genetici a cura della Presidenza del Consiglio dei ministri. E ha avuto un'accelerazione dopo l'autoattentato United States of America a New York dell'11 settembre 2001. In seguito è stata perfezionata dagli esecutivi tricolore (ne sanno qualcosa i governi Prodi, D'Alema, Berlusconi, Monti, Letta, Renzi & Gentiloni) con l’adesione – senza alcuna consultazione del popolo sovrano – ai Trattati di Prṻm, di Velsen e di Lisbona che hanno privato il nostro Paese di qualsiasi sovranità. In Italia la schiavitù è vietata, eppure è comunque in vigore. Il corpo fisico di ogni cittadino italiano appartiene allo Stato, stabilisce la legge 91 del 1999. Siamo già stati espropriati del nostro corpo e di ogni facoltà, nonché di ogni potere decisionale sulla nostra vita. O sei in possesso del tuo corpo o sei uno schiavo, perché chi possiede il tuo corpo, possiede anche te. Infatti, è sufficiente analizzare la documentazione ufficiale del Comitato nazionale per la biosicurezza, le biotecnologie e le scienze della vita, per rendersi conto del livello di mostruosità istituzionale raggiunto da chi governa per conto terzi l’Italia. La schedatura di tutti, adulti e bambini, vale a dire il controllo dei dati biometrici di ogni individuo. Il pretesto è la sicurezza di massa combinata alla modernità tecnologica. Altro che Stato di diritto o democrazia partecipata. La spacciano per una rivoluzione obbligatoria: a tutta la popolazione italiana che richiede un documento d’identità, dal prossimo anno saranno prese le impronte digitali. A Roma, presso il Viminale, è stata allestita una gigantesca banca dati contenente tutti i dati sensibili della popolazione italiana, già schedati dalla Sogei. La carta d'identità elettronica e la Carta nazionale dei servizi sono gli unici strumenti di autenticazione previsti dal Codice dell'Amministrazione Digitale per l'accesso ai servizi web erogati dalla pubblica amministrazione italiana. Un microchip per custodire tutte le informazioni personali, uno spazio sulla tessera plastificata per le impronte digitali, e per indicare le proprie preferenze, se si è maggiorenni, in materia di donazione degli organi. Sono le principali novità introdotte nel decreto del ministro dell’Interno, pubblicato in Gazzetta ufficiale il 30 dicembre 2015. Tutte le informazioni sensibili della popolazione italiana confluiranno in un’unica banca dati elettronica, a disposizione della NATO. Iata-Aba e Barcode 39 sono standard di schedatura mondiale. Il codice a barre è un mero paravento commerciale. Infatti, nel decreto interministeriale 11 marzo 2004, tra l'altro è scritto:
«Il codice fiscale in modalità “BAR CODE” è riportato sul retro della tessera secondo lo standard di codifica 39 che risponde alle norme MIL-STD-1189 e ANSI MH10.8M1983».

In altri termini: il controllo totale sugli esseri umani spetta al Pentagono. I grandi segreti, comunque, albergano sotto gli occhi di chiunque. Quando la tecnocrazia sostituisce la democrazia avanza il progresso morale? Sovranità italiana definitivamente azzerata e privacy inesistente. Tutta la propria storia sanitaria in una card codificata dal ministero della Difesa degli Stati Uniti d’America. Un cartoncino plastificato di sette centimetri per quattro. Un microchip che consente l'accesso ai dati...

Pubblicato il: 19/07/2017 da:

Fonte: http://www.nexusedizioni.it/it/CT/vaccini-un-salto-nel-buio-5583

P.S.

E’ scientificamente dimostrato, che il corpo umano, se si segue un regime alimentare corretto, con cibi selezionati e poco calorici e tossici, (con pochissimo consumo di carne, anche se sarebbe meglio abolirla del tutto) il sistema immunitario sarà in grado di risolvere la malattia, a prescindere dalla malattia in pochissimo tempo.

Ippocrate, chissà perché, tanto citato per il suo testamento, e altrettanto ignorato per i suoi insegnamenti verso la guarigione.

Forse perché riteneva che il medico deve limitarsi a seguire il percorso di guarigione della malattia senza intervenire con farmaci che sono solo fonte di tossicità che hanno il solo scopo di abbassare le difese immunitarie ritardando in questo modo la guarigione.

martedì 1 agosto 2017

I RISCHI DELLE VACCINAZIONI



Da articoli della rivista NEXUS di oltre 20 anni fa…

Una nuova formula usata nelle vaccinazioni di routine a Victoria, in Australia, ha causato indisposizioni in massa tra studenti delle scuole preparatorie.
I bambini hanno sofferto di febbre alta, gonfiore e vomito, dopo che la città di Geelong ha recentemente somministrato delle vaccinazioni triplo-antigene presso le scuole, per conto del Dipartimento della Sanità e dei Servizi Comunitari.
Per la prima volta, la formulazione includeva un vaccino contro la pertosse. I genitori di Geelong hanno attaccato violentemente tale immunizzazione, affermando che i loro bambini sono stati utilizzati come cavie.
Poca o nessuna informazione è stata data ai genitori a proposito della vaccinazione, o dei suoi effetti collaterali, che hanno lasciato centinaia di bambini ammalati per giorni, ed almeno uno dei quali ha dovuto essere ricoverato all’ospedale.
La maggior parte delle scuole della zona, ha comunicato che da metà a tre quarti degli scolari vaccinati sono rimasti assenti per malattia, e quelli presenti hanno dovuto essere accuditi dagli insegnanti.

(Fonte: Geelong lndependent, 13 Aprile 1995)

INIEZIONI PER LA POLlO RESPONSABILI DI MOLTI CASI DI PARALISI

Nuove preoccupanti scoperte dalla Romania indicano che il vaccino contro la polio sta in realtà causando molti casi della malattia. Gli scienziati inizialmente diedero la colpa al vaccino prodotto localmente, ma il rateo di nuovi casi è continuato anche dopo l’introduzione di vaccini usati in altre nazioni europee. I ricercatori che hanno studiato 31 casi di bambini paralizzati dopo essere stati vaccinati, concordano che le iniezioni hanno innescato le paralisi. Hanno anche scoperto che i bambini hanno ricevuto un gran numero di altre vaccinazioni nei mesi precedenti quella contro la polio.

(Fonte: NEJM, 23 Febbraio 1995)

IL VACCINO CONTRO IL MORBILLO COLLEGATO CON CERTE MALATTIE

Alcuni ricercatori del Royal Free Hospital di Londra, hanno trovato evidenze che il vaccino per il morbillo potrebbe giocare un ruolo nell’innescare due malattie a lungo termine dell’intestino, il morbo di Crohn e le coliti ulcerative. Tali evidenze, emerse da studi in laboratorio e sulla popolazione, suggeriscono che le persone alle quali è stato somministrato il vaccino, hanno probabilità sino a tre volte maggiori di contrarre queste malattie.

Comunque, i ricercatori, guidati dal Dottor Andrew Wakefield, hanno detto che non ci dovrebbero essere cambiamenti nella politica delle vaccinazioni.

(Fonte: The Guardian Weekly, 7 Maggio 1995)



VACCINI: NUOVE NOTIZIE SUI RISCHI DI CRISI APOPLETTICHE

Ricercatori del governo britannico hanno scoperto che i vaccini per DPT (difterica-pertosse-tetano) e MMR (morbillo-orecchioni-rosolia) possono incrementare di cinque volte i rischi di attacco apoplettico. Le loro conclusioni sono pressoché identiche a quelle del Governo americano l'anno scorso.

La scoperta è profondamente imbarazzante per un governo che stava assicurando il pubblico l'autunno scorso, durante uno dei maggiori programmi di immunizzazione mai intrapreso, che il vaccino per il morbillo era perfettamente sicuro.

L'Unità dei Servizi Statistici del Laboratorio della Pubblica Sanità ha trovato che le iniezioni contro il morbillo hanno aumentato i rischi di attacco di cinque volte, mentre il DPT ha causato un aumento di quattro volte. Il vaccino per DPT ha causato convulsioni in bambini di meno di un anno, solitamente tre giorni dopo la somministrazione della dose.

Fonte: NEXUS
NEW TIMES MAGAZINE • EDIZIONE ITALIANA
Anno I • Numero 2 • Ottobre-Novembre 1995

E a proposito del latte materno che le aziende vorrebbero sostituire con latte artificiale:

BAMBINI ALLATTATI ANCORA PIÙ INTELLIGENTI

Lo sviluppo cerebrale e il rendimento dei bambini nutriti con omogeneizzati, secondo un nuovo studio australiano, migliora quando la loro dieta viene arricchita con olio di pesce. Ricercatori del Flinders Medical Centre di Adelaide, hanno condotto esperimenti medici su bambini nutriti con omogeneizzati arricchiti con DHA, un componente fondamentale del latte materno ed un acido grasso chiave, che si accumula nel cervello. I bambini sono stati sottoposti ad esami delle onde cerebrali, utilizzando stimoli visivi, ed hanno risposto altrettanto bene di quelli allattati naturalmente. Studi precedenti dello stesso team avevano già stabilito che i neonati allattati dal seno hanno uno sviluppo di onde cerebrali maggiore, e una minore incidenza di infezioni e morti improvvise, se comparati con altri non allattati. Il team aveva tentato di isolare i fattori del latte materno che possono influenzare le prestazioni cerebrali, con un occhio anche al miglioramento degli omogeneizzati per neonati, motivo di preoccupazione, considerando che il 30% dei bambini australiani sono nutriti ad omogeneizzati dalla nascita. Solo il 25% delle madri allatta ancora a sei mesi, e il 10% a dodici. Cifre allarmanti, quando in tutto il mondo emergono sempre più chiaramente i benefici dell'allattamento dal seno. Ad ogni modo, un omogeneizzato che possa rivaleggiare con il latte materno è ancora molto lontano. Secondo il ricercatore Capo dott. Bob Gibson, "Aggiungere DHA non lo trasforma in latte materno." I ricercatori devono ancora scoprire un modo per aggiungere DHA, per renderlo più stabile ed economico.

(Fonte: The Weekend Australian, 22-23 Aprile 1995 )

E per finire, se I vaccini non sono la causa primaria dell’autismo, e di altre malattie invalidanti perché in Italia e in quasi tutti i paesi occidentali compreso gli USA, esiste una legge che risarcisce per i danni da vaccino??

Tanto è vero:

https://www.wired.it/scienza/medicina/2017/06/06/sentenza-indennizzo-danni-vaccino/

domenica 28 maggio 2017

Oltre i Confini dell'Anima


Pubblico due post rielaborati che circa 16 anni fa, pubblicai sul mio sito Mistic.it, attualmente chiuso perché fui preso di mira da un hacker che lo violava continuamente per introdurre pubblicità insopportabile, ma anche perché penso che molte persone in questo ultimo decennio, siano più mature e preparate ad esplorare, curiosare mondi così lontani dalla stragrande maggioranza degli umani. -

Esistiamo su un pianeta di cui non conosciamo praticamente quasi nulla, dato che la memoria storica stranamente non va oltre i 4-5 mila anni. La storia, le nostre vere origini, per la stragrande maggioranza dell’umanità, sono un “mistero”. Quello che conosciamo di noi e del nostro mondo è davvero poco, tanto da renderci orfani; soli con i nostri interrogativi e problemi esistenziali, senza risposte.
Esistiamo in una dimensione in cui le leggi della fisica sono sfuggenti, manipolate, e per tanti versi astratte, almeno per come vengono divulgate dalla scienza, che invece di dare risposte con i suoi paradigmi troppo spesso non dimostrabili nella realtà contribuiscono a creare ulteriore smarrimento e solitudine.
Per esempio, la fisica del nostro universo così come viene spiegata dalla scienza, somiglia più alla metafisica e alla magia che alla realtà fisica. A quella realtà che tocchiamo con mano tutti i giorni. Vedi link:
http://arteeanima.blogspot.it/2017/02/terra-piatta-la-terra-non-e-un-globo.html

Come si può accettare, che al polo sud la gente sta a testa in giù, oppure che il sistema solare viaggia nello spazio al centro della nostra galassia alla velocità di 1. 520.000 mila km. Orario, tenuto conto che la realtà fisica che regola la vita su questo pianeta, o meglio ammasso di terra, dato che nulla dimostra che la terra e i corpi celesti siano esattamente come descritti dalla scienza, dato che la scienza troppe volte ha mentito e tante altre volte, semplici teorie, sono divulgate come se fossero verità scientifiche. Come per esempio la gravità, la relatività, la teoria dell’evoluzione e la stessa storia, e religioni manipolate per ragioni di potere e di controllo… tanto per citarne alcune.

Le spiegazioni che da la scienza per comprendere come funziona il nostro universo e la stessa storia della specie umana su questo pianeta, non sono coerenti con ciò che l’uomo sperimenta ogni giorno nella realtà. Esistono reperti archeologici come per esempio le piramidi, strutture megalitiche, addirittura costruzioni ciclopiche sotto i fondali marini che dimostrano che dove ora esiste il mare, prima esistevano terre abitate da esseri forse non diversi da noi, ma maggiormente evoluti sia spiritualmente che tecnologicamente che la scienza ignora.

Non sappiamo quasi nulla neppure delle nostre facoltà mentali, e le reali potenzialità del nostro cervello, e delle possibilità spirituali e metafisiche della nostra anima … il nostro vero essere, dato che noi siamo spirito, o come preferite chiamarlo, che abita un corpo che non ci appartiene dato che poi dovremo lasciarlo per una destinazione che alcuni credono di conoscere, e tanti altri, credono che una volta che il corpo è consumato, diventeranno polvere per concimare per la terra.

E’ così evidente, che la scienza ignora consapevolmente che il mondo e noi stessi, in quanto esseri viventi, siamo ben altro che comuni manufatti biologici, in un sistema fisico che troppo spesso mostra di interagire con un universo metafisico. Benché a rendersene conto sono davvero in pochi. Lo dimostrano le molteplici testimonianze di esseri che manifestano capacità mentali in grado di interagire con il mondo metafisico o soprannaturale. Solo alcuni esempi ampiamente documentati a livello storico: Edgar Cayce, sito ufficiale:
http://www.edgarcayce.it/

Un sensitivo incredibile, tanto che gli USA le hanno dedicato un museo. Edgar Cayce,uno dei più grandi misteri della storia, che la scienza ignora consapevolmente forse per impedirci di conoscere le nostre vere potenzialità per ragioni di potere, oppure per qualche diavoleria che va oltre la nostra volontà di umani. Magari perché siamo sottomessi ad un potere che ci sovrasta. E per tale ragione, si è scelto il silenzio, quale male minore.

Popoli che noi classifichiamo primitivi che conoscevano il cosmo già secoli fa, meglio di quanto lo conosciamo oggi, nonostante le tecnologie che possediamo, vedi i Dogon che conoscevano la stella Sirio B, 400 anni prima che venisse scoperta dalla scienza del nostro tempo; civiltà, popoli antichi scomparsi improvvisamente senza che la scienza sia stata in grado di dare una spiegazione convincente.
Per esempio, nel mondo ogni anno scompaiono milioni di persone senza che le istituzioni sappiano, o fingono di non sapere, che fine hanno fatto. Tra questi la maggioranza sono bambini. Solo in Europa, scompaiono circa 660 bambini al giorno. Un dato impressionante.
E’ un dato di fatto che esistono poteri che praticano riti magici per scopi ignobili, e in questi riti spesso vengono sacrificati bambini. Il nostro è un mondo oscuro, abitato da governi “distratti”, e da “uomini” oscuri che sono in grado di manipolare la fisica e la metafisica di questo mondo e di altri mondi. E’ un dato di fatto che la natura umana, oppure gli esseri che conosciamo come uomini, alcuni di loro possiedono facoltà, spesso ignorate, ma che al momento, nella giusta dimensione, con il giusto stato d’animo, riescono a penetrare quel mondo invisibile che sempre più spesso si interseca con il nostro mondo. Come per esempio il caso descritto di seguito. -

Anche le persone che si dichiarano scettiche in fatto di soprannaturale, in fondo al loro essere avvertono che dopo la morte fisica continueranno ad esistere in qualche luogo oltre questa vita. Non è un modo di dire che quasi a tutti, almeno una volta nella vita, è capitato di intravedere con la coda dell’occhio un ombra, una presenza muoversi velocemente dietro le spalle. Ma capita, che pur essendo certi di aver visto qualcosa, un attimo dopo, sentiamo una sensazione di incredulità, come se qualcuno avesse offuscato ciò che appena pochi attimi prima, eravamo più che convinti di aver visto.
La realtà, questa realtà, sembra che sia l’unica che il cervello riesca ad elaborare, come se fosse, l’unica possibile. Quindi nostro malgrado, qualsiasi cosa di non convenzionale dovesse capitare di vedere, un attimo dopo ci si convincerebbe di essere stati ingannati dalla mente.
Ma se, dopo essere andati a dormire, nel cuore della notte, vi dovesse apparire ai piedi del letto una presenza, vestita di indumenti di una diversa epoca, che cammina su e giù nella stanza, come se si trovasse nella sua casa, sono certo che dopo lo smarrimento iniziale vi prenderebbe il panico. E sono altrettanto convinto che se quella presenza vi apparisse tutte le sere per mesi, imparereste a conviverci e non avere più paura.
Ci sono bambini che diversamente dai loro coetanei, invece di giocare a pallone, o a guardia e ladri, si chiudono in uno spazio dentro la propria mente, come se fosse una diversa realtà, un altro mondo. Trovandosi ad esercitare riti evocativi di luoghi ed esseri non di questo mondo. Questi bambini agli occhi degli altri, sembrano diversi perché taciturni e sfuggenti, tanto da farli apparire asociali. Diversamente, questi bambini sono molto profondi e sensitivi di una diversa realtà, con un forte richiamo spirituale e soprannaturale.
Allo stesso modo, esistono persone che in certi particolari momenti, tramite un particolare stato d’animo contemplativo, riescono a vedere esseri e luoghi non di questo mondo. Per esempio, spesso capita di sentirsi osservati. Voltandosi, non è raro vedere per esempio, sotto l’arco della porta un figura vestita con un saio bianco con il capo coperto da un cappuccio che impedisce di vedere il volto, come se al posto del volto ci fosse una specie di denso fumo fluttuante. Generalmente tali visioni durano poche decine di secondi, ma in quei pochi secondi si riesce a vedere un intero mondo.

Tali apparizioni per certe persone sono frequenti; compaiono all’improvviso in modo spontaneo, ma in realtà, esiste una regia metafisica. All’inizio penso che tutti abbiano paura di simili apparizioni, ma, poco a poco, come in tutte le cose, ci si abitua, e ci si concentra per capire la ragione di tale fenomeno, e studiare i meccanismi mentali che lo rendono possibile. Ma c’è anche qualcos’altro che colpisce la coscienza, e cioè, un significato occulto, che con il tempo ognuno deve riuscire ad interpretare.
Intorno a tali persone, accadono eventi a dir poco misteriosi; sentono passi, voci, parole sussurrate. Altre volte si sentono chiamare da persone che sono defunte, riconoscendo in quelle voci persone di famiglia che hanno molto amato, come può essere una mamma, il papà o una persona cara. Ricevono informazioni, di dove si trovano e cosa rappresenta quel luogo. E pur non ricevendo notizie di particolari perché per loro comunicare e difficile almeno quanto lo è per noi, riescono a trasmettere concetti con una sola frase e a volte con una parola, cosa che nessun umano riuscirebbe a fare con la stessa efficacia. Come per esempio la frase che segue: ( Anche qui, sono più oggetto che soggetto.) Una frase estremamente sintetica ma che fa capire, che anche in quel luogo c’è qualcuno che governa, o domina l’esistenza.

Queste persone, vengono chiamate per il forte legame che hanno con gli esseri delle voci, che possono essere, come dicevo sopra, persone amate, quale madre o moglie e naturalmente figli, non necessariamente conosciuti in questa vita. A volte per un ultimo saluto, un ultimo pensiero … oppure un addio, per un'altra vita; addio quasi sempre straziante per entrambi, ma meraviglioso, perché si riceve la prova della vita oltre la morte.
In altre occasioni, il messaggio, è brevissimo, non più di due parole. Ma quelle due parole riescono a trasmettere una enorme gamma di informazioni non solo sonore, ma anche visive. Un tipo di trasmissione che io definisco tridimensionale, perché trasmette, suoni, visione e una grande gamma di sensazioni del luogo da cui provengono.
Questi bambini, o anche adulti, scampano a situazioni di pericolo spesso mortali, come se fossero protette, come se non dovessero interrompere il ciclo della vita che stanno vivendo perché in attesa di un evento, o superare un percorso … raggiungere un obiettivo, uno scopo. Allora, si salvano dove gli altri soccombono, come potrebbe essere, cadere da una bici in discesa su una strada ad alta intensità di traffico e rimanere illesi; cadere da un dirupo, oppure rischiare di annegare … guardare la morte in faccia ed essere certi che la vita, sta per lasciarle, ma improvvisamente dal nulla compare uno sconosciuto privo di volto e li salva da una morte certa; una morte che solo pochi secondi prima, sembrava ineluttabile.

Alcuni decenni fa, uno di questi esseri, svolgeva il solito esercizio, quando ad un certo punto si rese conto di non avvertire più il suo corpo. Lui sosteneva che quando raggiungeva tale stadio, diventava leggero, tanto da avvertire la sensazione di fluttuare in aria. Ma quello che maggiormente lo affascinava era la sensazione di distacco dal suo corpo e la perdita di cognizione del tempo, dello spazio e della realtà intorno a lui. In quei pochi secondi …. a volte minuti, affermava di trovarsi in un luogo oltre questa dimensione, un mondo totalmente diverso dal nostro, ove ogni cosa fluttuava come un plasma che muta continuamente di colore.
Una volta mi confidò che si trovò a viaggiare a filo d’acqua, come fanno gli uccelli, e in quei brevissimi viaggi, era consapevole di non possedere il corpo, ma solo la coscienza. Spesso si vedeva dall’alto disteso sul letto. Altre volte vedeva il suo corpo mentre passeggiava per la stanza. Altre ancora, si trovava in alto mare, e si muoveva velocemente sull’acqua, provando le stesse sensazioni che proverebbe un sub spinto da un mezzo meccanico. Non faceva che ripetermi quanto fosse incredibile, e meravigliosa quella sensazione.
In altre occasioni, raccontò che a volte quando spegneva la luce per addormentarsi, di lato al suo letto vedeva grandi cesti di frutta e fiori luminescenti. Quelle cesti, a sentire lui erano di pura energia, perché i colori erano luminosi e trasparenti; così le montagne altissime e grandi vallate. Ma ciò che mi stupì non poco, fu quando mi confessò di aver scoperto per puro caso, un certo stato mentale che al culmine del suo esercizio, le permetteva di vedere scene di vita e luoghi di altre epoche .... anche preistoriche . Addirittura, mi raccontò che aveva visto scene di vita in cui gli uomini cavalcavano dinosauri. E in altre occasioni, raccontò di trovarsi in una grotta, e da quella grotta, vide scene in cui l’uomo lottava contro feroci animali preistorici.

Altre volte, raccontò di vedere luoghi in cui alcuni uomini, indossavano un casco munito di una tastiera che sporgeva sul lato sinistro. Altre volte vedeva cavalieri che attraversavano colline e pendii, e stranamente, vedeva addirittura gli zoccoli dei cavalli, come se si trovasse allo stesso livello del suolo.
Poi mi raccontò che un giorno comprò un telecomando del televisore, perché quello in dotazione si era rotto, così tolse le batterie dal vecchio telecomando e le inserì nel nuovo; uscendo dalla stanza con il vecchio telecomando tra le mani ormai inservibile, si rese conto di non aver spento il televisore, istintivamente puntò il telecomandò rotto verso il televisore, e premette il pulsante. Incredibile a dirsi, il televisore si spense nonostante il telecomando fosse guasto e privo di batterie. Incredulo, si avvio in cucina a chiamare sua sorella per dirle dell’accaduto e esortandola a verificare quanto accaduto, ripetendo l’operazione senza neppure rendersi conto. Ancora una volta con grande sbigottimento il televisore si accese e, l’assurdo fu che si accese dal tasto rosso. Cioè dal tasto in cui si poteva solo spegnere.
Non so se a qualcuno è mai capitato di scattare una foto in casa, e dopo averla sviluppata, accorgersi che oltre al gattino che aveva fotografato, sul televisore spento da molte ore, era comparsa una figura di donna su uno sfondo luminoso.
Ma l’evento che visse quel pomeriggio, mentre era intento a leggere un libro, sdraiato sul letto, fu l’esperienza più incredibile che avesse mai vissuto fino a quel momento.
Improvvisamente i suoi occhi furono attirati da un ombra semi circolare grande non più di 50 centimetri, di colore opaco, quasi trasparente, come se per il fatto che io riuscivo a vederla fosse una anomalia di un sistema di occultamento, di qualcosa che diversamente doveva risultare totalmente invisibile ai miei occhi. Ma così non fu, dato che io vidi perfettamente che quella specie di ombra si muoveva orizzontalmente oltre la spalliera del letto. Un attimo dopo scomparve, provando una stretta al petto, come se fossi stato attraversato da migliaia di aghi, avendo la sensazione che qualcosa mi fosse entrato dentro dal petto. E’ trascorso più di un decennio, e non mi è ancora chiaro, cosa sia realmente accaduto; e se quella cosa è ancora dentro di me, oppure è uscita a mia insaputa.

Alcuni decenni prima ebbi una esperienza, scioccante almeno quanto quella descritta sopra. Intento ad esercitare il mio solito esercizio di contemplazione, scoprii, un metodo che rendeva possibile la funzione della vista nei due sensi. Mi spiego meglio: Gli occhi sono lo strumento che ci permette di vedere e interagire con la realtà fisica in cui esistiamo. Come è noto, le immagini recepite, altro non sono che impulsi elettrici, elaborati dal cervello ad altissima velocità. Che io sappia, la scienza, non ha ancora preso in considerazione, che secondo la mia esperienza, gli occhi, possiedono una duplice facoltà. E cioè possono sia ricevere, che trasmettere immagini. Riceverle dalla realtà che ci circonda, oppure riceverle dalla memoria genetica di altre esistenze, e trasmetterle, alla coscienza, esattamente come fa un semplice proiettore. Il proiettore come è noto trasmette i fotogrammi di celluloide di un filmato, allo stesso modo gli occhi, attingono le immagini, o scene di vita, dalla memoria genetica, di un lontano passato, che quasi sempre riguarda esistenze precedenti.

Ma per riuscire in tale “impresa” bisogna possedere un senso spirituale, che unitamente a certe condizioni ambientali, attraverso un totale distacco dalla realtà, è possibile accendere a ricordi di vite precedenti. Lo stato mentale utile a tale esercizio provoca l’apertura di una porta, o se preferite, risveglia facoltà assopite. Non trovo altra forma per rendere comprensibile ciò che accade nella nostra mente, o meglio, nella nostra anima affinchè ci mostri squarci di vita di altre esistenze, dal momento che ciò che è possibile vedere, non è riconducibile a questa vita, e a questo mondo. Questo dimostra che le nostre vite, si svolgono su più piani esistenziali o se preferite, mondi diversi dal nostro. Tale convincimento deriva dal fatto che attraverso quei spezzoni di vita, più volte ho osservato tecnologie e architettura estranea, fino a questo momento al nostro mondo, o se preferite alla storia conosciuta.

Per iniziare l' esercizio che veri verifichi le vostre potenzialità, bisogna creare le condizioni ambientali, oltre a possedere una spiccata predisposizione spirituale.
La temperatura nella stanza deve infondere uno stato di benessere, inoltre non devono filtrare rumori fastidiosi, ed essere completamente al buio.
Distendersi supino preferibilmente su un letto e incominciare a vagare con la mente nel vuoto in cerca di un equilibrio che induce serenità e neutralità di pensieri. Nel contempo esaminate con la mente il vostro corpo centimetro per centimetro, incominciando dalla punta dei piedi, zona per zona, con molta calma, fino alla cima dei capelli.
(Raggiungere la neutralità mentale non è facile, quindi ci vuole perseveranza)
Continuate a seguire mentalmente le zone del vostro corpo cercando di rilassarvi fino a provare la sensazione di galleggiare nel vuoto. Di tanto in tanto portate lo sguardo al centro della parete concentrandovi su un punto immaginario evitando di abbassare le palpebre. So che non è facile tenere gli occhi fissi su un punto per molto tempo, ma attraverso la concentrazione con il tempo diventa facile… quasi automatico.

Se ogni cosa è svolta nel modo giusto, dovreste incominciare a vedere fasci di luce che dal centro della parete avanzano verso di voi, ingrandendosi e aumentando di luminosità man mano che si avvicinano, fino ad invadere l'intero campo visivo. Per poi svanire, e ripartire dal punto centrale della parete.
Se vi trovate a questo punto significa che siete un soggetto che fino a quel momento ignorava di possedere una spiccata capacità di meta-visione. Continuando in tale pratica, gradualmente acquisirete uno stato di alterazione mentale prossimo alla visione.
Ora avvertite il vostro corpo leggero come una nuvola, pronto a librarsi in qualsiasi punto della stanza. I fasci di luce si fanno più densi e luminosi, e ovunque volgete lo sguardo trovate sempre fasci di luce che da un determinato punto, avanzano verso di voi , fino ad avvolgervi tutto. A questo punto, La stanza è densa di ombre luminose, come se foste avvolti in una nebbia azzurrognola, e i contorni di tutte le cose che vedete intorno sono luminose. Ciò che state osservando, è lo spettro energetico degli oggetti intorno a voi.
Continuate a seguite il vagare del bagliore, e cercate di fermare la luce al centro della parete di fronte a voi, e vi accorgerete, che tra quel bagliore gradualmente incominceranno ad apparire, forme geometriche che poco a poco andranno a formare delle immagini, non riconducibili a nessuna esperienza dell'attuale vita. Se questo accade, significa che nella vostra mente si è aperta una porta su un mondo oltre di noi.

Riportando lentamente lo sguardo al centro della parete, immaginate di vedere uno schermo come al cinema. Da questo momento in poi, incominciate a contare da dieci a zero, ordinando alla vostra mente, che allo scadere dello zero, sullo schermo dovranno apparire le immagini delle vostre precedenti esistenze.
Se allo scadere dello zero non appare nulla, sempre con molta calma, ripetete di nuovo il conteggio, ma questa volta evitate di abbassare le palpebre e dopo poco vedrete davanti ai vostri occhi una intensa luce che gradualmente, formerà sullo schermo scene di vita di luoghi mai conosciuti prima. Credetemi anche se in principio, non vi riconoscerete in quelle scene, sono sicuramente momenti di esistenze di precedenti vite che poco a poco, riconoscerete come vostre.
Se siete riusciti in ciò, da questo momento siete più forti psichicamente perchè avete constatato che è possibile oltrepassare la soglia dell’attuale esistenza. Ora sapete di aver aperto una porta che ignoravate esistesse e di aver compreso il meccanismo per entrare.

(Ovviamente per raggiungere tali risultati occorro mesi se non anni di esercizio, e un grande desiderio di conoscere ciò che è oltre questo mondo; ma più di tutto, una grande forza di volontà e perseveranza.)

Quello che vedrete vi sbalordirà a tal punto che non vorreste più smettere. Vedrete scene di vita preistorica di milioni e milioni di anni fa, incluso l' era dei dinosauri e vi renderete conto che contrariamente a ciò che afferma la scienza l' uomo già esisteva. Vedrete enormi masse di gente, che attraversano passaggi montuosi, e tante altre cose indescrivibili. Almeno è quello che credo. Nel senso che dovreste vedere più o meno le stesse cose che vedo ho io, ma di questo non ho alcuna certezza dato che le epoche potrebbero essere diverse: cioè riconducibili alla storia personale.
Tale esercizio va praticato almeno una volta al giorno e per la prima settimana non più di un ora, in un orario da voi preferito, ma io suggerisco quello notturno.
Con il passar dei mesi vi accorgerete che oltre ai benefici fisici, acquisirete una maggiore nitidezza visiva e molte cose del tratto del vostro viso cambieranno. Inoltre il colore del bianco degli occhi diventerà celeste, ma questo solo quando la soglia della concentrazione sarà alta. Ed è possibile che oltre ai 5 sensi ne acquisirete di nuovi.
Tali risultati variano a seconda del soggetto, comunque in circa tre mesi chiunque ne abbia le possibilità e' in grado di stabilire un vero contatto con il lato più profondo e misterioso della mente dell’anima..... unica porta verso un mondo più grande.

Raccomandazioni:
Non sforzate la vista oltre certi limiti;
non siate ansiosi di raggiungere al più presto dei risultati, dato che l'ansia allontanerà i tempi di apprendimento.

La prima settimana non superate il tempo di un ora per ogni esercizio.

2- Aprile 2001- Mistic.it

domenica 16 aprile 2017

Linea di Sangue


Una cosa molto curiosa nella bibbia e nel mondo antico era la linea pura di sangue che si doveva mantenere tra i membri scelti da Dio per servirlo, o tra i membri delle caste che dovevano governare il mondo. Queste persone devono mantenere la linea di sangue puro per coloro che erano destinati a succedergli. Per mantenere tale purezza si dovevano sposare solo tra parenti stretti, cioè quelli di primo grado. I matrimoni potevano essere innumerevoli, ma il discendente puro era quello che risultava dal primo matrimonio legale tra lui e la moglie, la quale, di solito, era sua sorella o sorellastra.

Cerchiamo prima di capire la linea di sangue descritta nella bibbia, che i patriarchi erano tenuti ad osservare. Iniziamo con Abramo, che prese la residenza come straniero a Gerar. Il re di Gerar, Abimèlech prese Sara, moglie di Abramo, e la portò a casa sua perchè Abramo gli disse che era sua sorella. Dio avverte Abimèlech di restituire Sara ad Abramo perchè lei è sua moglie. Il re portò la donna ad Abramo e gli chiese il perché di questo imbroglio. Abramo rispose: Gen.20/11-12 “Io mi sono detto: forse non c’e timore di Dio in questo luogo… Inoltre essa è veramente mia sorella, figlia di mio padre ma non figlia di mia madre, ed e diventata mia moglie ”.
Un altro esempio, le due figlie di Lot. Dopo la distruzione di Sodoma, città dove Lot viveva con la sua famiglia. Questi trovarono rifugio in una caverna della montagna di Zoar.
La città e tutti gli abitanti furono distrutti da Dio. Si salvarono solo Lot e le sue figlie. Le figlie per la paura di non avere discendenti di sangue puro, perchè nessun uomo era rimasto vivo dopo la distruzione di Sodoma, decidono di ubriacare il loro vecchio padre per accoppiarsi con lui per avere la discendenza di sangue puro.

Gen.19/33 - “Quella notte fecero bere del vino al loro padre, e la maggiore andò a coricarsi con suo padre; ma egli non si accorse né quando essa si coricò ne quando essa si alzò. (Si vabbè, a crederci). All’indomani la maggiore disse alla minore: ecco, ieri mi coricai con nostro padre. Facciamogli bere del vino anche questa notte, così anche tu potrai coricarti con lui, cosi faremo sussistere una discendenza pura da nostro padre ”.

I figli nati dalle due sorelle con il loro padre diventarono i capo stipiti dei due popoli: Moabiti e Ammoniti.

Un alto matrimonio del genere, fu quello di Isacco, figlio di Abramo. Isacco si doveva sposare, e per questo Abramo mandò il suo servo a prendere una moglie per suo figlio dalla sua parentela, cioè la figlia di suo fratello Naor. Gen.24/1-66.

Con Giacobbe figlio di Isacco la storia si ripete; solo che lui deve prendere in moglie una delle figlie del fratello di sua madre, Labano. Ma Lui si innamorò della figlia minore di suo zio. Ma dato che non poteva sposare la piccola finchè non si sposava la figlia grande, sposò alla fine tutte due le cugine di primo grado.

Un’altra storia per conservare la linea di sangue, fu la storia di Giuda, il fondatore della tribù di Giuda da dove Gesù ebbe le sue origini. Giuda si separò dai suoi 11 fratelli, si sposò e dal suo matrimonio nacquero tre figli: Er, Onan e Sela. Quando arrivò il tempo, suo figlio Er sposò una donna che si chiamava Tamar. La disgrazia fa che Er muore giovane senza lasciare un erede. Così Giuda fece sposare il suo secondo figlio Onan con la vedova del fratello maggiore. Gen.38/9.
“Onan, sapendo che la prole non sarebbe stata sua, ogni volta che si univa con la moglie di suo fratello disperdeva a terra il suo seme, per non dare una posterità al fratello ”. Ma succede che anche Onan muore. A questo punto Giuda libera Tamara, e la fa andare alla casa dei suoi genitori fino quando Sela, il suo figlio cresceva, per farlo sposare con lei. Il tempo passò, ma Giuda non faceva sposare il figlio piccolo con Tamar. Vedendo che non poteva sposare suo cognato, Tamar inganna suo suocero, facendosi passare per una prostituta e così rimane incinta. Essa partorì a Giuda due gemelli. Quando tutto usci allo scoperto Giuda disse Gen.38/26 - “Essa è più giusta di me, perché avrei dovuto darla a mio figlio Sela, e non l’ho fatto”.
Poi ci fu Mosè, che era figlio di un sacerdote levita che si chiamava Amram. Amram prese in moglie Iochebed, sua zia, anche lei levita.

Tutti questi personaggi della Bibbia sono tra i più conosciuti e amati da Dio; sono gli uomini scelti da Lui, e per questo non vengono mai puniti per queste unioni, ritenute amorali, e per questo punite dalla legge. Ma ciò che fa riflettere, e che tali matrimoni tra consanguinei erano vietati anche allora. Difatti, i matrimonio tra fratello e sorella, o tra i cugini di primo grado, o tra padre e figlia, tra nuora e suocero non si potevano fare perché la pena era la morte. Ma stranamente, Dio lo concede a tali personaggi. Perché? - Perché loro tutti dovevano possedere sangue "puro". Il cosiddetto sangue reale.

Tutto il mondo antico, compreso l’antico Egitto, manteneva la linea di sangue perché consentiva di governare per volontà degli Dei.Tale purezza di sangue, ha permesso a Re e nobili di spadroneggiare sulla plebe, ammonendo che governavano per volontà di Dio, mentre ora sappiamo che erano solo dei feroci sanguinari che regnavano con la punta delle spade e la bocca dei cannoni. Ma alla fine che cos’è questo sangue reale che non deve essere mescolato con il sangue della gente comune? Secondo biblici indipendenti, è il sangue di esseri "non terrestri" che esiste dalla notte dei tempi nelle vene delle famiglie nobili che hanno guidato e guidano ancora oggi il mondo. È il l’antico legame dell’umanità con il mondo alieno.

Yahweh (Nome ebraico di Dio, mai pronunciato dagli ebrei in questa forma, il cui significato secondo la spiegazione biblica è “Io sono colui che sono”.) ordinò al suo popolo di non bere il sangue, e di non mangiare carne sanguinante. Si presume che quando Yahweh impose tale divieto, il suo popolo mangiava carne cruda non dissanguata. La ragione del divieto, la troviamo nel seguente salmo: Lev17/10-16 ”la vita di ogni vivente è nel suo sangue ,in quanto esso è vita; perché la vita di ogni vivente è il suo sangue.” Non dovete mangiare nulla insieme al sangue. ”19/26.” Sia quello di volatile sia quello di bestia. Dovete versarlo nella terra e coprirlo di polvere.”

Nell' antichità è noto che si facevano sacrifici con il sangue dei "bambini" o di animali, e l’altare si segnava col sangue dell' offerta sacrificata. Con il sangue furono segnate le case degli ebrei, quando Yahweh decimò tutti i primogeniti degli egiziani, e una grande quantità di sangue fu sparsa su tutto il popolo ebreo, quando Yahweh fece il patto con loro.

Lo spargimento di sangue chiede sempre un altro spargimento di sangue: Gen9/5”. Certamente del sangue vostro, ossia della vostra vita, io domanderò conto. Ne domanderò conto ad ogni animale; della vita dell’uomo io domanderò conto alla mano del uomo … Chi sparge il sangue di un uomo, per mezzo di un altro uomo il suo sangue sarà sparso.”

Per Yahweh il sangue è un elemento sacro, tanto che si compiono riti e sacrifici umani, in suo onore. Ogni giorno gli ebrei sacrificavano centinaia di animali nuotando nei bagni di sangue solo perchè era un “dono offerto come odore gradito” o “come cibo; dono offerto al Signore” Levit3/11. Leggendo questi orrori biblici, ti chiedi quale divinità sacrifica i bambini, solo perché ama sentire l’odore di carne bruciata?
L’antico testamento descrive minuziosamente la pratica dei sacrifici animali e umano.
I pagani tanto mortificati e condannati dalla chiesa, per esempio, non facevano sacrifici umani o animali, ma alle loro divinità offrivano cibi, fiori e altri doni della madre terra.

Nel nostro tempo, solo i seguaci di satana, fanno sacrifici animali e a volte anche umani.
I tempi sono cambiati, ma la musica è sempre la stessa. A cambiare è la terminologia. Prima era conosciuto come il dio della Bibbia; oggi è conosciuto con il nome di Satana: (il dio alieno della bibbia).

sabato 1 aprile 2017

La Fisica Dell'acqua: quando due Mari si incontrano senza mescolarsi.


Incredibile a dirsi, ma il Mar Baltico incontrandosi con il Mare del Nord le acque dei due mari non si mescolano. E precisamente a Skagen, nello Jutland, a Nord della Danimarca. Sollevando interrogativi e stupore per la spettacolarità del fenomeno.
La cosa più incredibile è che entrambi i mari mantengono le rispettive caratteristiche sia per quanto riguarda la flora che la fauna. Questo sicuramente perché le specie viventi per esempio, del Mare del Nord, non potrebbero sopravvivere nel Mar Baltico.
L’identico fenomeno si ripete alle Bahamas; le acque azzurre caraibiche si incontrano con il blu intenso dell’Oceano.
La medesima cosa la riscontriamo nell’Oceano Pacifico, e precisamente nel Mar di Tasmania. Il fenomeno in questione dalla scienza viene chiamato barriera idraulica. E’ il punto in cui i due mari si scontrano, è chiamato “il fronte”.

Lo stesso si ripete nel Golfo dell’Alaska. Si crede che essendo le acque provenienti dai ghiacciai, quindi più fredde, incontrandosi con l’Oceano, danno luogo al fenomeno che determina la separazione dei due Mari. La scienza sostiene (altra bufala) che anche se in superficie i mari non si mescolano, la stessa cosa non può dirsi in profondità. Secondo i studiosi, le acque dei due mari, sotto la superficie, gradualmente si mescolano, assumendo le stesse caratteristiche. Ma non si precisano, le caratteristiche di quale dei due Mari assumano.
Secondo il mio parere, anche in questo caso la scienza si presenta come una religione, un dogma, dal momento che ci chiede di credere a qualcosa che non è sufficientemente documentato scientificamente.

Invece io le domande me le pongo; eccome se lo faccio!

Per esempio riguardo il Mare del Nord, e Mar Baltico, si sostiene che le specie viventi e la fauna non potrebbero sopravvivere nel Mar Baltico per via della temperatura. Se questo è vero, significa che sia la fauna che le specie viventi resteranno proprietà intrinseca delle rispettive acque, dunque non è vero che si mescolano. E non ci vuole un genio per capirlo dal momento che non mischiandosi in superficie, non possono mischiarsi neppure in profondità dato le diverse caratteristiche, in densità, in temperatura, chimica e salinità.
Come si evince i conti non tornano, anche se i seguaci dei baroni della scienza, a prescindere dal buon senso, e dall’osservazione, continueranno a sostenere le direttive della scienza ufficiale, anche in assenza di risposte convincenti e complete.
Il fenomeno marino di cui sopra, è descritto anche nel Corano, quindi è conosciuto da millenni.

Io vivo al mare, e attraverso l’osservazione ho avuto modo di appurare che tante cose che insegnano a scuola, nella realtà non collimano. Per esempio la scienza ci fa sapere che l’acqua del mare è salata perché attraverso milioni di anni, la pioggia corrodendo le montagne di sale, hanno trasportato tanto di quel sale, da renderli salati.
Tale spiegazione trovo sia una ulteriore balla, dato che non mi risulta che ci sono montagne di sale, salvo che nel frattempo non si sono tutte sciolte. Mi risulta invece che esistono grotte, e cave di sale, e che quindi dovrebbero essere i fiumi prima dei mari, ad essere salati. Cosa che nella realtà non esiste dato che come è noto, i fiumi sono di acqua dolce. Ma per assurdo, ammesso pure che milioni di anni fa, fossero esistite montagne di sale, non penso proprio che sarebbero state sufficienti a rendere salato tutti i mari del pianeta, a tal punto da rendere inservibile per l’uomo tale gigantesca vitale massa d’acqua.

Personalmente trovo la spiegazione forviante. Anche in questo caso penso ci nascondino qualcosa, dal momento che mi appare difficile pensare, che i baroni della “conoscenza”, non si siano poste le mie stesse domande.
Per esempio a chi serve tutta questa acqua salata? Tre parti di mare e una di terra? – Ma la domanda più importante, è chi utilizza l’acqua del mare se questa è inservibile all’umanità? Da dove viene tutta questa acqua salata e per chi è utile, dato che noi non possiamo usarla perché non è compatibile con la biologia umana. Se questo risponde al vero, come penso, mi chiedo: può la natura aver reso i tre quarti della terra coperti di acqua salata non utilizzabile per l’uomo? Secondo il sottoscritto, tra l’altro, questo fa ipotizzare che la terra piuttosto che all’uomo deve appartenere ad altri…
Ma pur non escludendo che l’acqua dei mari è salata perché magari una potenza aliena con una formula chimica abbia salinizzato i mari, perché necessitano di tale acqua, forse per convertirla in carburante, non si può escludere che i fondali marini siano ricchi di cave di sale.

Ipotesi possibile, se non fosse che le cave di sale non durano all’infinito, dato i milioni di anni trascorsi. Ma a tale ipotesi va aggiunta una considerazione a parer mio molto importante. E cioè, che nella stagione caldissima, i mari come tutte le acque dei fiumi e dei laghi evaporano, cadendo successivamente sotto forma di pioggia in acqua dolce. Questo significa che l’acqua salata del mare, tenuto conto dei milioni di anni di tale processo, e tenuto conto che nessuna cava di sale dura in eterno a rigore di logica, l’acqua del mare dovrebbe essere dolce come l’acqua dei fiumi. Ma la scienza in merito non da risposte… si comporta come le tre scimmie.
Inoltre, del mare, non è solo la salinità che non quadra rispetto alle spiegazioni addomesticate della scienza, ma anche il colore. Difatti sono anni che attraverso l’osservazione sono giunto alla conclusione che il colore del mare non è riflesso dal cielo come sostiene la scienza, dato che sovente il cielo o il mare, presentano un colore totalmente diverso.
Come è noto, la scienza sostiene che il colore azzurro del mare è riflesso dal colore del cielo. Quindi se il cielo è blu, il mare è blu; se invece il cielo e celeste, oppure con più sfumature per vie della densità delle nuvole, il mare assume lo stesso colore.




Ebbene, i creduloni, possono farsi anche giallo, ma la realtà che vedono i miei occhi, contraddice la spiegazione ufficiale. Fino a questo momento non ho mai potuto dimostrare, ciò che vedevo con i miei occhi, ma ora con il fenomeno dei mari che non si mischiano, tutti possono rendersi conto che pur essendo il cielo di un determinato colore, i mari che si scontrano ognuno, presenta un colore nettamente diverso dall’altro mare e cosa ancora più eclatante, diverso dal colore del cielo. Che in altre parole significa, che se il cielo e celeste o blu, il colore del mare presenta una tonalità che da sul verde. E non c’è nulla di più efficace delle immagini sopra per dimostrare la validità di tale tesi.
Ma a questo punto bisogna chiedersi, da dove prendono il colore i diversi mari, dal momento che tutto lascia credere che non lo prendono dal cielo?

Secondo decenni di osservazione, la risposta più plausibile, è che i mari prendono il colore dai rispettivi fondali, ricchi di un patrimonio chimico e biologico diverso da mare a mare. Il tutto verosimilmente filtrato dai raggi del sole che rimbalzando su montagne e distese colorate di fiori e coralli, ma anche delle specie viventi e fauna; amplificati dalla salinità delle acque, almeno fin dove arrivano i raggi del sole. Ebbene, l’insieme di questi processi conducono alla conclusione che il colore delle acque dei rispettivi mari, effettivamente non proviene dal cielo. Tale ipotesi, ritengo sia più verosimile di quella fornita dalla scienza che chiama in causa il colore del cielo, come se fosse un atto miracoloso, dal momento che le foto sopra, dimostrano esattamente il contrario. Detto questo, dato che non posso escludere ciò che non conosco, direttamente non è detto che il diverso colore dei mari, possa essere influenzato dalle varie tonalità del sale, in virtù della diversa temperatura, o altra combinazione chimica … magari di natura aliena, come riportato all’inizio.

Ovviamente non ho dubbi, che i sostenitori della scienza dogmatica ufficiale troveranno qualche spiegazione, che pur non avendo nulla di scientifico, consentirà loro di continuare a vivere felici e contenti. Siamo in attesa di lumi… purchè non siano lucciole per lanterne.
Alcuni video che mostrano quanto riportato sopra:

https://www.youtube.com/watch?v=vfBH9OBV-p4

https://www.youtube.com/watch?v=czd20tdEDUE

sabato 25 febbraio 2017

Sogni Alieni


I sogni si presentano durante la fase del sonno chiamata REM. (Rapid Eye Movements, ovvero "movimenti oculari rapidi"). Durante il sogno i neuroni sono interessati da un'intensa attività elettrica che produce nella nostra mente immagini, suoni, pensieri ed emozioni. I sogni hanno suscitato l'interesse degli studiosi fin dai tempi più remoti. Nel II secolo d. C. un autore greco di nome Artemidoro Daldiano, anticipando di parecchio Freud, scrisse un'opera intitolata (l'interpretazione dei sogni).
Infine nel XVII secolo comparve , Sigmund Freud che si interessò ai sogni a livello di studio. Secondo le sue teorie nei sogni, scarichiamo quanto di negativo, occultiamo a noi stessi durante lo stato di veglia. E che l’inconscio farebbe riemergere privo dei freni inibitori della coscienza. Ma non del tutto, dato che almeno in parte, continuerebbero ad agire. E questo secondo Freud, spiegherebbero la comparsa dei sogni fantastici, surreali ed enigmatici.
Con tutto il rispetto per Freud, ricordo che esistono altri tipi di sogni che non prende in nessuna considerazione. Tra questi i sogni premonitori e di chiaroveggenza, ampiamente documentati. Ma stranamente la scienza pur ammettendo che del cervello conosce veramente poco esclude a priori che esistano sogni paranormali. Oramai è un classico, tutto ciò che la scienza non riesce a comprendere lo sopprime.

Ovviamente, Freud, non è stato il solo ad interessarsi ai sogni. Altri studiosi hanno formulato teorie molto diverse dalle sue. Per esempio il neurofisiologo Robert W. MacCarley afferma che i sogni non sono un processo di mascheramento di quanto di negativo e doloroso cerchiamo di nascondere alla coscienza. Ma un processo di attivazione. Per altri studiosi il sogno sarebbe semplicemente una rielaborazione delle esperienze percepite durante lo stato di veglia senza rendercene conto. Diversamente, Il premio Nobel per la medicina Francis Crick (uno dei due scopritori della struttura del DNA) ha elaborato una teoria secondo la quale il sogno sarebbe una reazione del cervello per smaltire le informazioni in eccesso con lo scopo di mantenere la rete neurale sempre efficiente e pronta a ricevere le informazioni realmente utili al nostro sistema cognitivo. Personalmente tra tutti, preferisco Carl Gustav Jung, perché nei sogni vedeva anche una vena mistica, surreale.

Nell'antica Roma si credeva che dormendo su un fianco i sogni scomparivano. Inoltre, si raccomandava di fare sesso al buio per evitare di memorizzare immagini eccitanti ecc. E tanto per non farci mancare nulla, nel Medioevo i sogni erotici erano considerati attività diaboliche che i religiosi cercavano di scacciare con tutti i mezzi. Compreso la condanna al rogo, quando le donne inquisite ingenuamente confessavano di aver sognato un rapporto sessuale. La chiesa le condannava al rogo accusandole di stregoneria per aver avuto rapporto sessuale con il demonio. (La chiesa quando si trattava di ammazzamenti era sempre presente). L’assurdo è che ancora oggi la chiesa si regge soprattutto sulla religiosità delle donne. Un classico esempio di come le vittime amano il proprio carnefice. (Questi umani sono veramente incredibili). Insomma sui sogni, ognuno dice la sua. Per quello che mi riguarda i sciamani dei sogni né sanno molto di più dei vari Freud.

Difatti, la scienza pur negando arbitrariamente i sogni paranormali, forse per compensare, ammette il (sogno lucido). Nel sogno lucido la persona è cosciente di sognare. Ma non mi risulta come affermano alcuni ricercatori che il soggetto possa addirittura stabilire lo svolgersi del sogno. Se fosse realmente possibile decidere cosa sognare e come svolgere il sogno, avremmo scoperto una nuova dimensione. So che molti studiosi sono interessati a trovare il sistema di controllare i sogni e addirittura ad entrare nel sogno di altre persone, ma per ora penso che il tutto sia su base teorica.
E’ innegabile che tanti ricercatori, pur di vendere libri per fare cassetta, sarebbero disposti a scrivere qualsiasi cosa. Ma per fortuna non sono tutti assetati di soldi. Esistono anche studiosi autentici, generosi, e soprattutto seri. Almeno uno posso dire di conoscerlo bene, ed è il prof. Corrado Malanga anche se devo ammettere, che della sua ricerca non condivido tutto. Ma dei suoi studi ci sono elementi che provano in modo assoluto la fondatezza delle interferenze aliene nella nostra vita.

La prova della competenza e della validità dei suoi studi è dimostrata anche dal materiale trovato in rete, di seguito riportato. Ad un presunto addotto, anticipò che stimolando la mente con frammenti di ricordi della presunta abduction, in una delle successive notti, l’inconscio attraverso il sogno avrebbe rivelato il ricordo delle sue esperienze con gli alieni. E difatti:

Caro X, scrive il Prof. Malanga, in effetti, il tuo test assomiglia parecchio al test di un addotto verace. Di solito a questo punto io faccio delle domande di controllo che tendono ad andare più nello specifico per evitare di prendere cantonate. In realtà in questo caso potrebbero anche non essere necessarie ma prima di dare la risposta definitiva facciamo anche questa ulteriore verifica.... Parliamo degli esseri luminosi che vedevi.. come erano fatti (alti bassi, con qualcosa del corpo di colore differenti, eccetera... parlavano con te, si avvicinavano per caso ti tenevano forzatamente uno dei due occhi aperti?)

… Andiamo agli esseri alti circa due metri che vedevi da lontano se non ricordo male.... Li vedevi come se fossero d'oro.... ma perchè erano vestiti di quel colore, erano per così dire un pò abbronzati, ed i capelli di che colore erano se avevano capelli, che tipo di vestito avevano attillato o no? eccetera eccetera...

(In questi giorni probabilmente farai dei sogni particolari che sarebbe bene tu ricordassi. A volte infatti, stuzzicare così la mente aiuta l'inconscio ad elaborare altre situazioni. malcor).
Caro Prof. Corrado, ho motivo di credere che la tua previsione che avrei fatto dei sogni inerente il problema in questione pare si sia avverata, dato che è la prima volta che faccio sogni di questo genere.
Prima di addormentarmi, mi sono ripassato nella mente il metodo della tua ultima mail ... (l'intervista). Ma anche quelle due scene della cassa e dell'astronauta d'oro.

Quando mi sono svegliato in piena notte dopo aver sognato, mi sono ripassato il sogno nella mente decine di volte perchè temevo che al risveglio non l'avrei ricordato, e credo mi sia servito anche se qualche cosa .... qualche dettaglio credo di averlo perso. Per il resto ricordo bene tutto. Descrivo il sogno:
Mi trovavo in una città mai conosciuta, un paesino di provincia insieme ad un un'altra persona che credo di conoscere, ma che non ricordo bene. Percorrevamo una strada tra le case, ad un tratto, mi sono accorto, come al solito di aver dimenticato il telefonino. Ero preoccupato perché non avrei potuto informare i miei, di dove mi trovavo. Questo pensiero mi dava apprensione perchè sapevo che non sarei rientrato a casa, ma non sapevo il perchè. Da quella stradina siamo usciti su una piazza. Di fronte a me, c'era un bar. Sono entrato e ho consumato un caffè. L'amico che mi accompagnava era rimasto fuori. Improvvisamente a pochi metri da me, ho visto un altro mio amico che non vedevo da anni. Ci siamo fermati a parlare, e ad un certo punto dietro di lui, ho visto un suo sosia. O meglio un suo doppio tanto erano simili, anche se l'altro era più opaco, e i colori un po’ sbiaditi. Per colori sbiaditi, intendo sia il viso che tutto il resto del corpo, abito compreso.

Sono rimasto molto sorpreso e mi sono chiesto preoccupato con chi avessi parlato da quando lo conoscevo, se con lui o il suo doppio.
Il suo doppio era accanto a lui e non parlava mai. Sembrava attendere che noi avessimo finito di parlare, di salutarci. Improvvisamente, siamo stati investiti da un vento molto forte, una specie di vortice. Il tutto mi appariva come se venisse dall'alto. Ad un certo momento per effetto di quel vento, ogni cosa intorno, persone comprese, incominciavano a dilatarsi come fossero elastiche, seguendo la distorsione del vento, che ora mi appariva, come una distorsione temporale. Ogni cosa si curvava dilatandosi, come un foglio di carta verso la direzione di quella forza. Le persone scappavano da tutte le direzioni; compreso il mio amico, che da lontano mi urlava, di resistere a quella distorsione del tempo, altrimenti ogni cosa sarebbe come mai esistita.
Mentre gli altri scappavano, io sono rimasto fermo, a meditare sulle parole del mio amico. Improvvisamente ho avvertito che il sosia, il suo doppio, era diventato ostile nei miei confronti. Dal suo atteggiamento capivo che voleva prendermi.

Istintivamente mi sono messo a correre per sfuggirgli. Ho attraversato parecchie vie e posti che non ricordo bene. Comunque cercavo un luogo dove nascondermi.
D'un tratto sono entrato in una casa che sembrava una scuola, perché cerano i banchi. La sala era molto grande, in fondo vedevo altri ambienti con delle persone con camici bianchi che sedevano a delle scrivanie. Correvo per raggiungere la persona con il camice bianco a me più vicina, e nel chiedere il suo aiuto ho gridato: dottore mi aiuti vuole uccidermi, dirigendomi tra i banchi situati al lato destro di quella grande sala.
Da quella posizione, vedevo una finestra che dava su un corridoio. Da dietro la finestra con sbarre di ferro, ho visto il doppio di quel mio amico che mi aveva individuato. Il medico si è avvicinato, ma il suo comportamento non saprei giudicarlo. Sembrava curarsi poco della mia richiesta di aiuto. Questo ha accresciuto la mia paura. E dalla paura, mi sono svegliato, e ho incominciato a ripassare nella mente il sogno per non dimenticarlo. Ma poco dopo, mi sono ritrovato nuovamente nel sogno.

Questa volta, mi trovavo in un corridoio, e una persona che non vedevo, ma sapevo che mi stava trasportando da qualche parte, mi ha intimato di stare sotto. Guardandomi intorno, mi sono reso conto di trovarmi disteso su una lettiga a due piani. Nel senso che poteva contenere due persone. Io stavo al piano inferiore, ed ero trasportato per un lungo corridoio. Nell'alzare la testa, forse perchè attratto da qualche rumore, malgrado lo stato confusionale in cui mi trovavo, perchè mi sentivo tra la veglia e il sonno, come se fossi mezzo narcotizzato, ho visto che da una stanza, uscivano molte persone di età e sesso diverso, in fila per due che procedevano lungo il corridoio, nel senso opposto alla mia direzione.
Ho provato una strana sensazione, e ho pensato di trovarmi in un luogo ove erano custodite persone contro la loro volontà. La sensazione che ho provato era che anche io fossi stato preso. Poi non ricordo altro, come se fossi stato narcotizzato.

Non so se tutto questo ha un senso, ma per la prima volta forse, qualche cosa nella mia mente si è mosso. Continuerò ad eseguire quel sistema dell'intervista e ti farò sapere. Scusa se la forma non è delle migliori ma ho scritto di getto. Ti auguro una buona giornata e resto in attesa di un tuo parere.
Cordialmente X

La spiegazione del sogno, data da Malanga:
Il tuo sogno mi è piuttosto chiaro. Quando dormi il tuo inconscio ha deciso di darti una mano nel ricordare le cose. Dunque veniamo all'interpretazione degli avvenimenti. Il sogno si muove sempre su linguaggi simbolico archetipici dunque è questo che dobbiamo interpretare...
Il tuo amico ha un doppio.. tale doppio è scolorito. Il colore è il simbolo dell'emotività e l'emotività è legata alla presenza di anima. In altre parole il doppio sbiadito non ha emozione ne anima. Ad un certo punto arriva il vento. Il vento rappresenta uno dei quattro elementi fondamentali degli antichi alchimisti ma in realtà ha il significato archetipico di anima (anemos anemometro è lo strumento per misurare la forza del vento, il soffio vitale che dio da all'uomo per vivere è la rappresentazione dell'anima etc.)
L'anima non vive nello spazio tempo nostro ma è in grado di crearlo e gestirlo attraverso l'asse della sua coscienza. Cioè attraverso l'atto di volontà. Il vento distorce tutto quello che è finto e che è vuoto. Tutti finiscono per essere presi dal questo vento, e distorti. Anche il tuo amico che sta avvisandoti di scappare. Il vero nemico non è il tuo amico che è una trasposizione della tua coscienza. Quasi fosse la coscienza di Zeno, ma la sua copia cioè quel qualcosa creato apposta per intrappolare la tua di anima. Infatti tu di lì non ti muovi perchè a te il vento non fa nulla. Infatti l'idea che non si possa morire di vento ma di acqua di terra e di fuoco nei sogni è ampiamente documentato. in altre parole può archetipicamente morire lo spirito il corpo e la mente (gli altri simboli alchemici degli elementi chimici ), ma l'anima non può morire e non si può morire di vento....

Il dottore non può difenderti perchè è lui stesso quello che hai visto nelle basi sotterranee. Lui di te se ne frega perchè colluso con chi vuole prenderti l'anima. Cioè la vita eterna. Ed allora scappi. In questa situazione appare anche il secondo pezzo del sogno che ha ancora a che fare con il ricordo di una vera abduction. Tu sei sdraiato sul letto e vedi tutti quelli in fila. (Proprio come accade ai nostri addotti). E tu sai di essere uno di loro.. contro la tua volontà. questo è chiaro.. più chiaro di così....
La tua anima ti ha detto cosa accade e perchè... se la mia spiegazione ti torna vuol dire che la senti vera e cioè la riconosci come tale. Il tuo inconscio non sbaglia mai dunque deve essere vera. Se la giudichi sbagliata allora sarà sicuramente sbagliata. Dimmi tu.
malcor

I sogni sono molto di più di quello che la scienza riesce ad immaginare. Dormire un terzo della propria vita, è veramente tanto per esseri che vivono mediamente 70/80 anni. Tanti dei nostri sogni, sono vita vissuta in un'altra dimensione, anche se sono veramente pochi coloro che sono convinti di quell’altra realtà. Ma tanti altri sogni, sono realtà aliena.