sabato 30 marzo 2013

Reincarnazione


Grafica Dainotti.

Il più celebre caso di reincarnazione si è verificato in India. Sicuramente è il caso più importante mai documentato da un folto numero di studiosi. Tanto che fu riportato dal giornalista Svedese, Sture Lonnerstrad nel libro “Il Ritorno di Shanti Devi”.

La relazione originale degli studi, fu presentata nel 1936 dal prof. M. Sudhaker della National University di Lahore. Successivamente nel 1956 la parapsicologa Dr. Gerda Walter affascinata da quella storia e soprattutto dalla documentazione del prof. M. Sudhaker decise di tradurla in tedesco e la pubblicò nella rivista "Neue Wissenschaft".

Shanti Devi nacque nel 1926, in un villaggio vicino a Delhi. All’età di quattro anni, iniziò a raccontare che in una precedente vita, aveva avuto un marito e dei figli. Shanti Devi fino all’età di 4 anni, non parlò, come se fosse muta, improvvisamente incominciò a raccontare dettagliatamente tutto quello che aveva fatto a Muttra, una cittadina di circa 30.000 abitanti dello stato federato dell'Uttar Pradesh. Raccontava come si vestiva, dove abitava, e che apparteneva alla casa dei Choban, commercianti di tessuti. A volte a tavola raccontava che nella casa a Mathura si mangiavano gustosi dolci. Spesso quando sua madre la vestiva lei le raccontava che tipo di vestiti indossava. Devi, più cresceva e maggiormente diventava insistente con i genitori affinchè la portassero a Mathura.

I genitori non davano molto importanza alla sua richiesta; pensavano si trattasse di fantasticherie infantili. Ma Devi non si scoraggiava e continuava a ripetere che doveva andare a Muttra. Le persone che ascoltavano il suo racconto, cercavano di conoscere anche particolari strettamente personali, ma Devi fino al 1933 non fece mai il nome del suo precedente marito perchè nella cultura indù è sconveniente che una donna bene educata nomini il marito di fronte a sconosciuti.

In seguito del suo racconto venne a conoscenza il suo prozio Bishan Chand, insegnante presso la scuola Ramjas di Delhi, e le promise che sarebbe andato a Muttra con lei se gli rivelava il nome del suo precedente marito. Allora lei gli disse che si chiamava "Pandit KedarNath Choubey". L'insegnante raccontò il fatto al proprio direttore, che senza indugio riferì la cosa a KedarNath. Con loro grande sorpresa questi rispose che erano veri tutti i dettagli. Incuriosito, propose che Kanji Mal Choubey, un suo cugino che era impiegato in un ufficio di Dheli, parlasse con la bambina per accertare la verità di quanto andava raccontando con tanta convinzione.

L'incontro ebbe luogo in presenza di testimoni, e Shanti Devi riconobbe subito il visitatore dicendo che era il cugino più giovane di suo marito, e fece di nuovo il nome di KedarNhat (suo marito). Senza che le fossero state rivolte domande in tal senso dichiarò che suo marito aveva un fratello più grande di lui, e che quando lei era in vita, suo suocero non era ancora morto e che lei era in grado di riconoscerlo; descrisse la sua casa di Muttra e il negozio di verdure davanti alla stessa. Inoltre gli rivelò alcuni dettagli della casa, dove aveva vissuto a Mathura, rivelandogli il luogo dove lei aveva sotterrato dei soldi.

Disse di aver avuto un figlio, e tante altre cose che lasciarono sbalordito le persone presenti. In seguito a questo colloquio Kanji Mal si convinse dell' autenticità del ricordo e comunicò la cosa a KadarNath. Kadar sconvolto dal racconto, il giorno 13/11/1935 si recò a Dheli per incontrare Shanti Devi col suo figliolo di 10 anni e la sua seconda moglie, dato che nel frattempo si era risposato.

Shanti Devi appena vide il marito scoppio a piangere perché lo riconobbe immediatamente. Anche KedarNath , dato il modo in cui lei rispondeva alle sue domande, si commosse fino alle lagrime. Dichiarò di essere pienamente convinto che l'anima della sua defunta moglie si era reincarnata in Shanti Devi. Devi, benchè avesse soltanto nove anni, nei confronti del ragazzo decenne che sapeva essere suo figlio, si comportava come una madre. Durante l’incontro, Kedarnath gli chiese se avesse qualcosa di inusuale da dirgli per dargli una prova certa del loro rapporto nella vita precedente. Shanti gli rispose dei soldi che aveva nascosto, e che dietro casa, nel cortile, c’era un pozzo dove di solito si bagnava.

In seguito la commissione esaminatrice appurò che tutti i particolari forniti da Shanti Devi corrispondevano al vero. Nel senso che tutti i particolari forniti, riguardante la sua vita precedente furono provati.

Di seguito le date delle due vite:

Nella prima vita nacque il 18 gennaio 1902, e si chiamava Lugdi; diede alla luce un bambino il 25 settembre 1925, e morì per le conseguenze del parto il 4 ottobre 1925 alle ore 10.

Nella seconda vita, nacque il 12 ottobre del 1926, e lasciò ancora una volta questo mondo il 27 Dicembre del 1987.

La reincarnazione è una realtà ampiamente dimostrata, anche se alla base di tale meccanismo, non c’è nulla di religioso, come riportato nella filosofia buddista, ma altro non è che il mezzo che usano i demoni per continuare a tenere sotto il loro dominio la nostra anima. O meglio, noi esseri, in quanto anima prigionieri di un corpo materiale che non ci appartiene… uno dei tanti inganni che impediscono all’anima di liberarsi dei demoni.

12- Aprile 2001- Mistic.it

giovedì 28 marzo 2013

Fantasmi in tv



La foto sopra e' stata scattata con l' intento di riprendere il gattino sulla spalliera del divano, ma una volta sviluppata ci siamo resi conto che sul televisore era apparsa una figura di donna, nonostante il televisore fosse spento dalla sera prima. Cercando in rete ho avuto modo di scoprire che ci sono altri casi simili di apparizioni sullo schermo della tv in posizione spenta.

Negli Stati Uniti per esempio, nel 1954 Mr. M. Lincoin T. Mackay, ingegnere capo di una fabbrica di macchine calcolatrici dell' Illinois, ebbe una esperienza veramente fuori dal comune. Lincoin, era in attesa che incominciasse un programma televisivo assieme alla sua famiglia, moglie e due figli. Se nonché durante l’attesa del programma, sul video cominciò a formarsi una specie di nebbia da cui incominciò a prendere gradualmente forma la figura di un uomo anziano disteso su un letto, con le mani giunte. Nulla di strano se riguardava la scena di un telefilm poliziesco. Ma non era così dato che l'immagine rimaneva fissa. Mr. Mackay perplesso per quella strana scena, provò a cambiare canale, ma senza alcun risultato perché quella figura continuava a rimaneva lì. Ad un tratto la signora Mackay levò un grido di spavento e svenne: aveva riconosciuto in quel cadavere il corpo del proprio padre morto da sei mesi; successivamente, lo riconobbero anche gli altri mèmbri della famiglia! Per produrre delle prove di ciò che vedevano e per non essere presi per pazzi, fotografarono il video, e una volta sviluppato, ebbero la prova che quanto avevano visto non era frutto di una un'illusione collettiva, ma realtà.

L’evento di quel macabro "programma" si ripetè per ben per tre volte in una settimana. Una volta rimase sul video addirittura per un'ora e dieci minuti. Furono fatti vari esperimenti per spiegare quel fenomeno, ma nessuno fu in grado di dare una spiegazione plausibile. Durante l’apparizione del fenomeno, fu coinvolta anche l’ufficio della polizia di zona, che si interessò al caso con i propri tecnici, che fotografarono l'immagine e rilevarono tutto ciò che si poteva rilevare. Estesero il controllo su tutti gli apparecchi televisivi del vicinato, ma quando la macabra figura appariva sulla tv dei Mackay, gli apparecchi dei vicini ricevevano i normali programmi trasmessi in quel momento. La frode era dunque da escludere. Dopo circa una settimana, tutto ritornò come prima e non vi furono più strane apparizioni alla tv.

Come accennavo all’inizio, questi casi sono più frequenti di quanto si immagina, anche perchè non sempre le persone si rendono conto di ciò che vedono sul televisore se qualcosa di insolito non attrae la loro attenzione. Penso che il mondo dei trapassati, nonostante sia molto complicato tentano continuamente di comunicare con noi, sfruttando soprattutto le onde elettromagnetiche, sia audio che video.

Da Mistic.it del 21- sett. 2002-

domenica 24 marzo 2013

La Luna Nel Pozzo


Questo mondo è davvero un caos, da una decina d’anni, cioè da quando le banche si sono impadronite degli stati europei, amministrandoli come se fossero aziende, siamo sempre sull’orlo del default. Una vera pazzia di cui solo pochi sono veramente coscienti. Da sempre, un paese può essere più o meno ricco o più o meno povero di altri, ma nessuno avrebbe potuto immaginare che un paese potesse fallire come se fosse una comunissima azienda. Se un’azienda fallisce, chiude, e i dipendenti saranno costretti a trovare una diversa soluzione, ma se fallisce uno stato i cittadini che fine faranno? Saranno lasciati morire di fame, di malattia e di stenti per le strade come incomincia ad accadere in Grecia, nella più assoluta indifferenza delle tv di stato e commerciali?

Dico! Siamo impazziti!?

Una nazione è fatta di persone, e quindi non può essere amministrata come se fosse una comune azienda che produce pneumatici! Una nazione è fatta di esseri viventi, con sentimenti ….. anche se solo raramente nobili, ma sono pur sempre persone, di cui tantissimi bambini che non hanno nessuna colpa. Quindi mi chiedo come sia possibile permettere a pochi esseri malvagi di considerare le persone allo stesso modo in cui si considerano gli oggetti da buttare in discarica?
Neppure il più stupido degli esseri umani può tollerare di essere considerato alla stregua di un oggetto di scarto.

La dignità, che fine ha fatto? ….. devo davvero convincermi che l’uomo per come si è ridotto, per le mostruosità che commette anche contro se stesso, è da considerare materiale di scarto? – Se è così tutto ciò che accade in questo mondo è conseguente al proprio stato. Ma se non è così, come io credo, allora bisogna reagire e riappropriarsi della propria dignità ed esistenza.
In primis evitare di votare persone indegne che pensano solo alla loro ricchezza, o che promettono da decenni miglioramenti mai realizzati.

Penso sia venuto il momento di dire basta! E il primo passo non può essere che quello di rivendicare con forza la perduta sovranità monetaria. Perché senza sovranità monetaria non potrà mai esserci nessun miglioramento….. neppure essere parte di uno stato, dato che di fatto attualmente siamo sudditi dei banchieri.

E coloro che per terrorizzarvi (banchieri e media corrotti) ammoniscono che se usciamo dall’euro viene il diluvio universale, a queste persone è sufficiente ricordare che tutti i problemi che abbiamo, sono conseguenti all’”introduzione” dell’euro. E quando ad affermare le stesse paure, sono persone comuni, ricordate loro, che il fatto stesso che ragionano come i banchieri e media corrotti, prova che sono vittime di un inganno, perché da sempre, una persona che ha un lavoro dipendente non può ragionare come un banchiere, perché gli interessi dei banchieri sono esattamente opposti agli interessi delle persone comuni. A quelle persone che la mattina si alzano che è ancora buio per andare a lavorare.

Ma c’è anche un altro dato che è importante ricordare! Un dato che nessuno può disconoscere! – Ed è che quando c’era la lira, l’Italia stava abbastanza bene. La parola DEFAUL era sconosciuta…..
Secondo me, è sufficiente questa semplice verità per mettere a tacere i predicatori di sventura, che seminano il terrore tra la popolazione affermando che uscire dall’euro sarebbe una grande sventura. La vera sventura è l’euro!

E non è finita qui! – Dovete sapere che con l’accredito bancario obbligatorio degli stipendi e delle pensioni, non saremo più padroni dei nostri soldi: risparmi, stipendio e pensioni, perché se loro chiudono gli sportelli i cittadini si troveranno privi di ogni risorsa, e questo penso sia davvero inaudito. Altro che dittatura o grande fratello.
Inoltre tra qualche anno, andrà in vigore l’abolizione dei contanti, perdendo così anche quella piccola libertà di poter donare 50 cent. ad un poveraccio. L’elemosina potremo farla solo attraverso di loro. Cioè per telefono o cellulare, oppure al supermercato con la carta di credito o Bancomat, senza nessuna certezza che le monete donate, almeno una piccola parte, andrà ai poveri. Per capirlo non ci vuole un genio, è sufficiente calcolare i costi di gestione di una qualsiasi associazione “umanitaria” …. tipo quelle che fanno pubblicità sulle reti rai e commerciali, per mostrare la sofferenza dei bambini africani, per convincervi a donare per mantenere in vita qualche giorno in più quelle vite miserabili prodotte dal nostro egoismo.

Per finire, la mia domanda è semplice: davvero pensate che l’Italia non sia abbastanza infernale così com’è? – Bisogna davvero toccare il fondo dell’inferno per farvi smettere di continuare a farvi del male?

Possibile che ancora una volta il terzo degli italiani ha dato la sua preferenza al sig. Berlusconi? – Davvero non vi è bastato come ha ridotto l’Italia?
Non sarebbe il caso di guardare alla Grecia allo stesso modo in cui si guarda attraverso una finestra aperta sul nostro imminente futuro per convincersi che bisogna smetterla di continuare a farsi del male, e incominciare finalmente a crescere per riconoscersi parte di una comunità, e non di cani sciolti.
E’ davvero così difficile distinguere coloro che ci ingannano da coloro che vorrebbero cambiare in meglio il nostro paese? Come sempre a voi la scelta ….. poiché siamo noi, con le nostre scelte a determinare la qualità della nostra vita.

domenica 17 marzo 2013

Movimento e Armonia


Penso di non affermare nulla di nuovo riguardo che la vita sulla terra, per sostenersi necessita di energia, e che tantissimi pur di accaparrarsi tutta l’energia possibile, non si fermano di fronte a nulla. Similmente, anche in altri sistemi del mondo invisibile esistono entità che pur di razziare ogni fonte di energia sono disposte a tutto…. nessun limite morale o spirituale. Ma non tutte le anime sono predatrici ad ogni costo, così come non tutte le anime degli umani sono malvagie. Di fronte a tale scenario, non sono pochi coloro che si aspettano un aiuto dall’esterno da quelle entità votate al bene. Purtroppo per noi, tali entità sono costrette a rimanere in disparte perché quello che potrebbero insegnarci non siamo pronti a riceverlo. Ma questo non significa che in certe rare occasioni non vengono in nostro soccorso, anche se non siamo consapevoli di tale aiuto. La storia dell’uomo è ricca di eventi inspiegabili.

Nonostante salvo eccezioni, gli umani, di fronte a tali eventi, reagiscono con scetticismo perché questi concetti sono talmente lontani dal loro mondo fatto esclusivamente di illusioni, e condizionamenti che ai loro occhi appaiono come fantastici paradossi. Ma vi assicuro che la vera realtà, anche se sono in pochi a comprenderla è molto più fantasiosa e incredibile di quanto siete disposti a credere.
I padroni invisibili negli ultimi decenni, hanno inasprito le loro pretese aumentando la quantità di energia psichica e vitale che ci sottraggono. Se poi teniamo conto, che l’umanità nell’ultimo secolo ha fatto passi giganteschi a livello tecnologico che non trovano eguali nella storia dell’uomo, non è difficile immaginare che in cambio ci hanno fornito le tecnologie di cui sopra. Se è vera la prima ipotesi nulla esclude che non sia vera anche la seconda.

Per millenni siamo stati prevalentemente una società contadina, poi di colpo, in poche decine di anni siamo passati dalle stalle alle stelle, fino a manipolare i codici del programma genetico che permette all’anima di agire nel mondo fisico. Un salto tecnologico di tale portata non ha precedenti nella storia umana, quindi deve esserci stato un intervento alieno. Alcuni credono che ci abbiano “aiutati” a fin di bene. Come se gli alieni ….. esseri occulti che agiscono nell’ombra, come gli artefici possano essere buoni. Nelle storie mitologiche questi esseri sono stati descritti come divinità crudele e gelose ….. una volta demoni e altre Dei, o angeli, ma a soccombere alla fine erano gli sempre gli umani.

Coloro che non credono a tali entità, generalmente non credono neppure nell’anima, ma solo nella materia. Posso dire che il potere degli artefici su costoro è totale, perchè la materia altro non è che un prodotto di scarto dell’energia o essenza vitale, di cui se l’anima è dormiente, l’uomo è totalmente sotto il controllo degli artefici e degli alieni. Naturalmente non pretendo che quanto sopra debba essere condiviso, perché è frutto della mia ricerca e di esperienze personali. Ho sempre sostenuto che i miei scritti, rappresentano un ponte di verità solo per me, perché sono io che ho vissute quelle visioni. Nonostante è auspicabile che i più desti, riflettessero sul fatto che non può essere un caso che esseri vissuti in periodi storici ed epoche diverse giungano nei minimi dettagli alle stesse conclusioni. Possibile che sia tutto frutto del caso? – Oppure ci sono suggeritori invisibili, uniti a frammenti di conoscenze che portiamo con noi da una diversa esistenza, così come fermamente credo?

Secondo la mia esperienza può essere tutto ma non frutto del caso, perché nulla avviene per caso. Crederci o meno per me non fa nessuna differenza perché nulla di ciò che affermo è in vendita per ricavarci un guadagno. Solo chi vive certe cose sulla sua pelle sa esattamente cosa significa e cosa si prova scoprire di essere giunto alle stesse conclusioni di esseri che sono vissuti centinaia e migliaia di anni prima.

Di fronte alla ricerca di noi stessi, e della conoscenza, siamo soli; ed essere soli equivale a vivere un eterno inverno se la nostra anima è priva di quella visione che ci permette di scorgere la luce della conoscenza, e della immortalità dell’essere. Sovente sono proprio coloro che sono avvolti dalla fredda nebbia della solitudine i più accaniti nemici della conoscenza e della ricerca della verità, e per questo anche i più servili e inconsapevoli alleati degli artefici. Questi gruppi, o singoli, agiscono come quinte colonne. Il loro compito è tenere occupati i seguaci a fare salotto sui maggiori temi e misteri della vita, senza mai giungere a nessuna conclusione. Anzi subdolamente insidiano il malefico seme del dubbio su ogni cosa.

Nel corso della storia studiosi e filosofi ritenuti eccelsi, come per esempio Platone, omero, dante, e tanti altri, c’è da chiedersi come sia possibile che nessuno di questi è riuscito a dare una sola risposta in merito al “mistero” della vita e della morte, oltre a seppellirci sotto macerie di teorie e di dubbi su ogni cosa?

Salvo bruciare sul rogo, tutti coloro che osavano azzardare la più semplice delle risposte. Di quegli orrori nel nostro tempo, è cambiato solo il tipo di pena, ma la negazione e l’allontanamento dalla vita sociale di chi osava contraddire il pensiero dominate non è cambiato di molto ….. rogo a parte. Difatti oggi solo raramente si ricorre all’omicidio, anche se le vittime si uccidono comunque escludendole dalla vita sociale. Dovete convincervi, che per porsi le giuste domande è imperativo riuscire a spezzare il legame con agli artefici; distaccarsi dalla vita e dalle forme di pensiero dominanti, affinché sia possibile espandere la mente fino a penetrare le sottili energie della vera essenza dell’anima e degli universi, visibili e invisibili.

In virtù di quanto sopra, posso dire che l’uomo, se continuerà a confidare nella scienza degli arconti, nelle religioni, nelle varie filosofie e salti quantici; e nei falsi profeti e indovini che predicano la fine del mondo ad opera di un dio castigatore perché siamo stati cattivi, non riuscirà mai a trovare le risposte che cerca. Perché è miope pretendere di suonare il trombone e aspettarsi che da questi scaturisca un suono divino. Il mondo sottile dell’anima non può essere penetrato con gli strumenti materiali, perché sono in antitesi.

Tuttavia in certi casi è possibile che un particolare stato mentale di sublime contemplazione, possa generare una fusione di due diverse realtà: quella sottile dell’invisibile e quella densa della “materia”.
Riguardo l’altro tema più o meno simile in merito alla possibilità dell’anima di influenzare la materia, non solo è possibile, ma è dimostrabile sia dai mistici che dai numerosi eventi metafisici che caratterizzano la storia dell’uomo su questo pianeta.

Quindi la materia, il corpo fisico, è solo il mezzo, l’espediente che rende possibile agli artefici sottrarci l’energia vitale di cui hanno bisogno per potenziare il loro potere sulle altre anime, oltre a potenziare la forza creatrice del loro essere. Opporsi a tale dominio è possibile attraverso la consapevolezza, che ciò che crediamo esclusivamente nostro, nella vera realtà è di tutti. Il segreto è nel movimento e nella quiete. Da Splinder del 13-5-2009

Sogni Lucidi


Più volte ho accennato che esistono persone che nei sogni, vivono una vita parallela, anche se discontinua, come è tipico dei sogni. Non saprei definire in assoluto le ragioni per cui certe persone aspirano ad avere una seconda vita nei sogni. Sicuramente alla base c’è un forte rifiuto, per i troppi limiti e orrori che la vita “reale” impone, oltre al desiderio di quella libertà e fantasia ormai solo dei surrogati nella vita reale; ma è innegabile che la componente spirituale, e il rifiuto delle cose di questo mondo, giocano un ruolo fondamentale.

Quando sono immerso nella dimensione dei sogni, ho serie difficoltà a distinguere quale sia la vera vita, dato che spesso sono consapevole di trovarmi in un sogno. In questi casi distinguere obiettivamente quale delle due esistenze è più reale dell’altra è davvero arduo. Ma se potessi scegliere, non avrei dubbi, resterei nella dimensione dei sogni.

La vita materiale sembra più reale perché gli eventi sono facilmente definibili e classificabili secondo canoni logici umani. Diversamente dalla vita dei sogni che si svolge in una dimensione in cui interagiscono energie ignote; non riconducibili ad un modello conosciuto. Per esempio la geometria, la psiche, la logica, la linearità degli eventi interagiscono con quella dimensione, senza che la mente, le capacità cognitive dell’essere si trovino in conflitto, come sovente accade nella vita “reale”. In quella dimensione il concetto di reale e irreale, di possibile e impossibile non esiste.

Sarà per questo che penso di aver ricevuto più verità e conoscenza dal mondo dei sogni, che dal mondo “reale”. A pensarci, dal mondo reale ho ricevuto prevalentemente inganni e sofferenza. Quello che so, (o se preferite, quello che credo di sapere) lo devo prima di tutto a quel particolare mondo dei sogni, che varco allo stesso modo in cui attraverso l’uscio di casa. Oltre che a quel mondo metafisico, ugualmente sconosciuto e quasi ignorato dalla scienza. Quello stesso mondo, che quando nasciamo, non sempre si chiude alle nostre spalle. Per alcuni, quella porta rimane aperta. E quando accade, non è mai per caso …

In questa vita ho sempre cercato di conoscere le ragioni per cui mi trovo in questa dimensione, dato il forte senso di estraneità che provo da sempre. Per anni ho cercato di confrontarmi con le esperienze degli altri, e attraverso i libri. Ma con il tempo sono giunto alla conclusione che la quasi totalità delle persone, parla e scrive quasi sempre per sentito dire. E questo non perché sia impossibile essere testimone di esperienze metafisiche personali, dato che tutto ciò che vive è immerso in un plasma multidimensionale. Se si percepisce esclusivamente la dimensione “materiale” è perché l’anima è fortemente radicata nella materia.

Difatti si pubblicano libri, come se si divulgassero chissà quale verità, mentre in realtà si riportano vecchie teorie e storie rivedute e corrette, condite qua e la con astute e consumate trovate che alla fine conducono sempre alla stessa minestra: alla immensa onnipotenza di Dio e al mistero della vita. Che per quanto mi riguarda di misterioso non ha assolutamente nulla, dato che tutte le menzogne in cui siamo prigionieri sono ampiamente documentate, e se non siamo in grado di rendercene conto è perché guardiamo e pensiamo esclusivamente in una sola direzione. Per comprendere, per poter percepire anche tutte le altre dimensioni, dovremmo chiederci perché guardiamo in una sola direzione quanto ogni cosa intorno a noi ci suggerisce un numero inimmaginabili di altre realtà …. tante quante sono le stelle nel firmamento.

Nell’ultimo luogo della dimensione dei sogni, l’orrore della realtà materiale sembrava un sogno, un ricordo lontano che non mi apparteneva, tanto ero distante da quella specie di deserto in cui mi trovavo; un deserto, che per quanto era lucente, sembrava coperto da un manto dorato. Ma come accade nei sogni, un attimo dopo, quello che prima era un deserto, ora era un grande spazio perimetrato con finissimo marmo riflettente, a custodire quel maestoso luogo con gigantesche colonne disposte a cerchio, con al centro una strana fontana, che un attimo dopo si era trasformata in una grande vasca ovale traboccante di acqua che cadeva in una seconda vasca in basso.

Se dovessi descrivere tutti i particolari, sarebbe davvero troppo lungo, ma non posso ignorare la magia delle asimmetrie, sia dei manufatti che degli oggetti. Per esempio riuscivo a vedere il lato nascosto della vasca come se fosse trasparente. Poi improvvisamente sul lato destro, vidi LEI immersa sott’acqua che sembrava addormentata. Accanto ai suoi piedi, giaceva una bambina. Anche lei addormentata, ma in posizione fetale. Ignorando la bambina perché mi sembrava naturale che si trovasse lì, e in quella posizione, mi avvicinai sollevandole il capo fino al bordo della vasca per permetterle di respirare. Quando capii che non reagiva alle mie sollecitazioni, non pensai che fosse morta, ma che vivesse in uno stato di sospensione. Poi come faceva quasi sempre quando comunicava con me, mi parlò direttamente nella mente.

Non è cambiato niente, sussurrò! Anche qui sono più oggetto che soggetto.

Dovete sapere che la maggior parte dei sogni, non li ricordiamo perché sogniamo nelle prime ore della notte. Quelli che ricordiamo, li sogniamo dalle 4 alle 6 del mattino.

Naturalmente non pretendo che chi legge deve credere in quello che cerco di comunicare, perché come ripeto da sempre, queste sono soprattutto mie esperienze, mie verità …. è il mio cammino. Ma se saremo abbastanza desti da avanzare nella giusta direzione, il dubbio, l’esaltazione e l’angoscia, si trasformeranno in armonia e stabilità; consapevolezza e conoscenza….

Alieni Nella Bibbia


L’umanità è prigionieri di un terribile inganno che impedisce di vedere la mostruosità delle guerre, la sofferenza, i soprusi, e gli orrori che si consumano ogni giorno nel mondo. Tali orrori non accadono per caso, ma sono il risultato di una strategia malvagia da parte di entità aliene capace di indurre a credere che tale orrore sia ineluttabile….. parte della natura umana. Invece è solo un bisbiglio ipnotico per dominarci.

Secondo i cristiani, veniamo al mondo già marchiati dal peccato di Adamo ed Eva. Una spada conficcata nella nostra carne e nella mente, che condiziona l’intera nostra esistenza. E poco importa se coloro che si vantano di essere la fonte del bene supremo, hanno le mani sporche di sangue innocente, sono divulgatori di odio, di diritti negati, di violenza, di razzismo e di vendetta. E non ultimo predicatori di guerre fratricide per appagare la sete di sangue del loro Dio-alieno. Se la stragrande maggioranza degli uomini, sono malvagi, è perché dalla nascita non hanno conosciuto altro che odio e guerre.

Ogni azione umana è controllata dai demoni, che istigano alla violenza e alla guerra come sistema di vita. Basta rendersi conto quali insegnamenti vengono trasmessi ai bambini. I giochi anche i più ingenui, trasmettono un messaggio di rivalità, di conflitto, risolvibile solo con la violenza. I giocattoli e i programmi di tutte le tv dedicate ai bambini, ne sono un chiaro esempio.

Il Vaticano conosce tutta la verità sugli alieni. Come risulta dalle più recenti scoperte, e dalla bibbia originale, e per originale mi riferisco a quella ebraica e non quella vaticana, con mille contraffazioni. Secondo la bibbia originale, le divinità altro non erano che esseri extraterrestri considerati dei per la loro fantastica e potente tecnologia. Diversamente la bibbia vaticana racconta una storia fatta di profeti, angeli e un unico Dio; in quel periodo storico di profeti morti e risorti se ne contavano a decine.

Gli alieni quelli che ci controllano non si mostrano perché è contro i loro interessi. Quelli buoni, che pure esistono, non possono intervenire finchè non saremo pronti per una nuova consapevolezza. Le testimonianze in tal senso sono ben documentate.

Il sistema più efficace per occultare la verità di un qualsiasi evento storico, ed in particolare religioso, è riportare più versioni della stessa storia. Tale sistema permette di rendere irraggiungibile qualsiasi verità perché alla base rimarrà sempre il dubbio, fatto salvo per coloro che possiedono una grande consapevolezza. Non dobbiamo dimenticare che tale sistema ingannevole ha permesso alla chiesa di dominare il mondo per duemila anni.

Il vaticano incredibile che possa sembrare, è lo stato più potente del pianeta. Neppure lo stato americano è in grado di opporsi alla chiesa. Alcuni vescovi per farsi compatire amano dichiarare che la chiesa le sue ragioni può esprimerle solo attraverso la fede dato che non possiede un esercito. Oggi pur non possedendo un vero esercito, nei fatti possono contare su centinaia di milioni di seguaci in tutto il mondo pronti ad usare le armi contro un nemico dichiarato dai vertici del Vaticano. Anche la forza più grande oggi è rappresentata dal potere finanziario. Una forza finanziaria che nel corso dell’ultimo secolo ha dimostrato di non fermarsi di fronte a nulla, aprendo i suoi sportelli a chiunque fosse in grado di riempire i suoi forzieri. Lo IOR è un esempio pratico.

Ma ritorniamo agli alieni; Dio, angeli e demoni altro non sono che specie aliene interessate al nostro pianeta da sempre”. Tutto questo non solo è documentato, ma esistono anche prove archeologiche. Difatti, durante lavori di ristrutturazione sotto la biblioteca del vaticano, in una vecchia cantina, sono stati trovati resti di ossa di alieni.

Un gesuita del SIV - Servizio Informazioni del Vaticano ( la CIA Pontificia) confessa al giornalista Cristoforo Barbato le relazioni intrattenute per lunghi anni dal Vaticano con una razza Aliena. Dove il gesuita rivela di un incontro di una delegazione Aliena di Grigi avvenuto in California nella base di Muroc Airfield con il presidente americano Eisenhower e a cui presenziò il Vescovo di Los Angeles James Francis McIntyre, conclusosi con un accordo di collaborazione tra Papa Pio XII e gli alieni. L’articolo completo nel sito di Cristofaro Barbato: www.secretum-omega.com

Michael Mareggi, pastore luterano avrebbe detto: “ gli ufologi speculano da molti anni sul fatto che gli alieni possano essere quelli che i nostri antenati chiamavano Angeli. Se questo fosse vero perché degli Angeli sarebbero stati seppelliti in Vaticano per essere dimenticati?”

Padre Edward Muldoon alla domanda ha dato la seguente risposta: “ Forse loro (gli alieni) sono Angeli. Esistevano due gruppi di Angeli, quelli fedeli al Signore e quelli ribelli capeggiati da Lucifero”. Mi domando chi sono a condurre la regia delle abduction e degli esperimenti sugli esseri umani, se gli angeli “buoni”o gli angeli neri (i grigi)?

I riferimenti biblici da come si esprime Padre Edward Muldoon sembrano evidenti. Appare chiaro che l’impianto della divinità del creatore è stata costruita sulla base delle visite, o interferenze aliene lungo i millenni, e riportate poi nella bibbia in una forma religiosa per convincere gli umani che l’uomo e l’universo sono opera di un dio creatore. Ma il diavolo fa le pentole e dimentica i coperchi! – Una menzogna, o meglio un inganno così orribile non può durare per sempre. Difatti man mano che avanza la ricerca scientifica, certi legami con le menzogne incominciano a vacillare, e ogni tanto qualcuno si lascia andare alla verità. La congiura del silenzio poco a poco si sbriciolerà del tutto e forse per l’umanità incomincerà la vera liberazione.

Una ulteriore prova che il vaticano sa molto sugli alieni viene dall’osservatorio astronomico fondato da Leone XIII, di cui una versione più tecnologicamente avanzata è stata costruita sul Monte Graham, in Arizona, costruzione che trovò forte opposizione da parte degli indiani della regione. Cosa mai deve farci il vaticano con un osservatorio astronomico se non comunicare con gli alieni?? E quali sono le ragioni di una organizzazione di spionaggio (SIV) al servizio del vaticano?? Cosa rappresenta veramente lo stato del Vaticano, e a quale Gruppo di alieni risponde? Da come si sono comportati dalla fondazione dell’impero cristiano, nato su una montagna di cadaveri di altre religioni, non ci sono dubbi che rispondono agli alieni luciferini.

Pensare che Giordano Bruno (1548-1600), fu mandato al rogo per le sue convinzioni (io direi scoperte più che convinzioni) sulla "pluralità dei mondi abitati". La chiesa pur sapendo degli alieni, non esitò a mandarlo al rogo per difendere quel segreto. Su Giordano Bruno si sa solo quello che è stato deciso divulgare. Ma chi può dire da dove avesse appreso le sue verità sui mondi abitati nell’universo. A Giordano Bruno, fu promessa clemenze se avesse accettato di ritrattare le sue convinzioni sia sulla chiesa che sugli universi abitati. Rifiutò preferendo il rogo, piuttosto che rinnegare la verità. Nessuno con una mente sana, accetta una morte tanto orribile per difendere una cialtroneria. E non mi pare che qualcuno avesse mai dubitato della buona salute mentale di Giordano Bruno.

La prova che il vaticano conosce da sempre la verità sugli alieni e data dal suo interesse verso lo spazio tanto che detiene il primato nella scoperta dei corpi celesti. I primi astronomi sono stati proprio i Gesuiti. Difatti una trentina di crateri della Luna portano i nomi di antichi astronomi gesuiti. Padre Edward Muldoon fa notare che un asteroide del sistema solare è stato intitolato al suo predecessore padre George Coyne, fu direttore della Specola.

Si potrebbe richiamare inoltre l'importanza del contributo di padre O'Connell all'individuazione del "raggio verde" o di fratello Consolmagno al declassamento di Plutone. Per non parlare dell'attività di padre Corbally - vicedirettore del centro astronomico di Tucson - che ha lavorato con un team della Nasa alla recente scoperta di asteroidi residui della formazione di sistemi binari di stelle … conclude compiaciuto Padre Edward Muldoon.

(Quest'ultimo riferimento è Tratto Dall'Osservatore Romano di mercoledì 14 maggio 2008)

E’ mio convincimento che chiunque possieda un minimo di razionalità, alla luce di quanto sopra, leggendo la bibbia troverà le prove che gli eventi di cui parla, altro non sono che la prova della presenza aliena sul nostro mondo. E che il dio della creazione altro non è che il più trucido degli inganni per poter soggiogare le menti degli uomini per ridurli in schiavitù in nome di un falso dio creatore. Un Dio che punisce con l’inferno eterno se non ti sottometti alle sue leggi. Scusate ma mi viene in mente Hitler …….

Per concludere la mia piccola ricerca, riporto alcuni brani Dell'Apocalisse apocrifa... del Prof. Corrado Malanga:

Leggendo alcuni passi dei testi apocrifi del Vecchio Testamento le cose appaiono proprio come la storia ufficiale oggi non vuole ammettere e cioè che gli alieni non solo ci sono, ma ci sono sempre stati! Questo è il caso dell'Apocalisse apocrifa del profeta Baruk che piangendo sulla prigionia di Gerusalemme, stava presso il fiume Kibron, quando anche Abimelech fu salvato dalla mano di Dio. Egli sedeva presso le bellissime porte ove aveva sede il Santo dei Santi...

Così comincia la narrazione di Baruk, al quale, mentre si chiedeva come mai Dio permettesse al re Nebukadneazar di invadere la sua città, apparve un angelo mandato dal Signore con il compito di mostrargli i misteri del Cosmo. "...suvvia - dice l'angelo - ...ti mostrerò i segreti di Dio". La storia che segue ha dell'incredibile, di sapore pressoché contattistico. Baruk è il Kenneth Arnold di 2.600 anni fa. Baruk vede macchine volanti, satelliti artificiali e razze aliene, ma lasciamo a lui il racconto...

Il testo completo: http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/da15_01i.htm

Ma c’è molto altro!! Leggete cosa ha scoperto Alfredo Lissoni nella sua ricerca sugli antichi testi vaticani. Anche se in chiave inquisitoria per stanare satana durante la caccia alle streghe, svelano la presenza di UFO ed extraterrestri nel Medioevo. Scambiati per diavoli" però...

Alfredo Lissoni, dopo essersi occupato dei files UFO islamici ed ebraici, si è dedicato allo spinoso argomento dei "Vatican UFO files", ovvero dei documenti antichi, contenenti manifestazioni extraterrestri, custoditi negli archivi ecclesiastici della Chiesa Cattolica. Si tratta di una ricerca che, ha condotto discretamente come ex bibliotecario ed ex insegnante di religione.La difficoltà nel reperire il materiale (che è stato raccolto nel libro "UFO i codici proibiti") non è tanto legata al riserbo ecclesiastico, quanto alla difficoltà di recuperare quelle fonti di prima mano, come ad esempio verbali dell'Inquisizione, dalle quali era necessario sfrondare interpretazioni di fantasia ed invenzioni pure e semplici.

I documenti ecclesiastici, me ne rendevo conto, prosegue Lissone, potevano celare per gli ufologi molte sorprese; non va dimenticato che dopo la caduta dell'Impero Romano la preservazione del sapere, della cultura, della storia, passò nelle mani della Chiesa.

Il diavolo vero e proprio, se leggiamo i verbali dell'Inquisizione scopriamo come, incredibilmente, le descrizioni dell'essere "materiale", quale che ne fosse l'età, fossero tutte perfettamente coincidenti, in ogni parte del mondo. Nelle testimonianze più affidabili ricorreva la presenza di un demone basso, simile ai moderni Grigi, noto come "Puck" o "Pechs". Nelle leggende anglosassoni (era tutto nero e con il testone, come gli alieni visti nel 1967 a Cussac, Francia, da alcuni ragazzini); il demone basso ricorreva anche nel trattato di demonologia del francese Jean Bodin, che, sotto il nome di Xafan, presentava una creatura macrocefala e dalle braccia lunghe, antesignano dei Grigi. Sempre in quegli antichi verbali Lissone trovò la descrizione di un altro demone che mostra un parallelismo con la letteratura ufologica: era descritto con molte corna, come il chupacabras.

Altre cronache del Nord Europa riferiscono di creature dall'aspetto umano ma nerissime di pelle e con uno o entrambi i piedi fessi; se seguiamo alla lettera quei racconti, essi scendevano da una "nube nera" (un UFO?) e "ballavano" in maniera devastante nei campi di grano ove, a testimonianza del loro passaggio, la gente trovava strane figure circolari (ed in realtà, presumibilmente, si trattava dell'antico fenomeno della formazione di crops circles, attribuiti dalla fantasia popolare contadina all'opera di un diavolo mietitore); ove passavano, sparivano mucche (come nel caso delle moderne mutilazioni animali), che si credeva fossero servite da pasto ai satanisti danzanti.

Non possiamo vederli, ma sono intorno a noi e dirigono la nostra misera ed illusoria esistenza.

Anima


L'anima nel corso della storia è stata fonte di ispirazione e approfondimento dai più grandi filosofi, al più umile degli uomini. Ancora oggi è materia controversa. Gli atei negano l'esistenza dell'anima perché non credono in una vita dopo la morte; i laici non la negano ma non sono convinti di nulla; i cattolici giurano di crederci ma in fondo un consistente numero, ha dei grossi dubbi. C'è comunque un momento nella vita di ogni uomo, in cui la certezza che qualcosa, al di là del semplice corpo materiale deve esistere. Quel momento risolutore, o rivelatore, in genere si manifesta in caso di grave malattia, in presenza di eventi straordinari, oppure nel momento in cui si ha consapevolezza che la propria vita è giunta al termine. In quell'istante, si avverte la certezza che con la dissoluzione del corpo qualcosa che si chiama anima, spirito, o semplicemente energia, alla morte del corpo fisico sopravvive.

Il passaggio tra la vita terrena e quella spirituale non sempre è indolore, e non sempre il trapassato si rende immediatamente conto di trovarsi in un esistenza diversa da quella materiale. Antichi scritti, narrano che nel primo caso, l'essere può trovarsi avvolto dal buoi, quindi incapace di stabilire il luogo in cui si trova, pur consapevole di essere trapassato. La paura e il disorientamento lo fanno sentire in una situazione di pericolo, come se da un momento all’altro dovesse accadere qualcosa a cui non può opporsi.

In altri ancora giunge in un luogo indefinito avvolto da una fitta nebbia, e ad accoglierlo neppure un’anima per guidarlo o consolarlo; e in altri casi, rimane nei luoghi di appartenenza, legato morbosamente ad un evento incompiuto o traumatico come ad esempio l'essere stato ucciso, o perché è talmente legato alla vita e agli affetti sulla terra da non riuscire a distaccarsi.

Diversamente, le anime, che sono consapevole della esistenza di un’altra vita, trapassano in piena coscienza, e sono felice di tale ritrovata condizione. Ad accoglierli, quasi sempre trovano persone care e tante altre che in vita hanno ricevuto da loro amore e sensibilità. In questo caso il trapasso è gioioso e armonioso, quasi sempre sentono suoni celestiali, che danno loro una sensazione di festoso benessere. Appare evidente che la personalità individuale rimane la stessa, cioè il nostro carattere, i sentimenti e ogni cosa che abbiamo amato, e in particolare continueranno ad essere nella nuova dimensione, ciò che sentivano di essere nella vita materiale. Quello che cambia è il modo di rapportarci alla nuova realtà, che non è più materiale ma spirituale. Tutto intorno a noi è energia. Ma questo non significa che perderemo la capacità d'interagire con ciò che è intorno a noi, così come avveniva nella vita materiale. Potrà apparire incomprensibile, ma anche l'energia ... qualsiasi energia possiede solidità e forma. Tanto che si parla di barriere elettromagnetiche avendo capacità di resistere ad un ordigno nucleare. Quindi la nuova esistenza sarà priva di barriere. L'unico limite sarà posto da noi stessi. Nel senso che le nostre possibilità saranno pari al nostro grado spirituale.

Inoltre, diversamente da quello che ci insegna la dottrina cattolica, non esiste alcun inferno per i malvagi, almeno non come lo descrive tale religione, anche se un inferno esiste, e consiste nell' impossibilità di apparire diverso da quello che si è realmente, dato che in quel luogo quello che siamo realmente, è visibile a tutti. Ciò che siamo verrà trasmesso dalla densità e luminosità dei colori che irradiamo intorno a noi. Una persona malvagia, un essere che in vita a truffato, offeso, umiliato, sopraffatto e sopratutto ucciso, emana una luce debole opaca e disordinata. Questo essere avrà pochissime possibilità di interagire con la nuova realtà e poter godere di tutte le possibilità e le gioie che offre. Per esempio non avrà sufficienza energia per affrontare viaggi lontano; non possiederà le conoscenze per esaudire i suoi desideri, inoltre non avrà la possibilità di superare barriere di energia che permettono di visitare altre dimensioni.

In definitiva tutto ciò che potrà fare, sarà limitato al suo grado di luce spirituale, penso non ci sia sofferenza peggiore di non poter fare molto in un luogo ove è possibile realizzare qualsiasi desiderio e sogno. E come se un bimbo trovandosi di fronte ad una montagna di dolci, fosse impedito a toccarli perché protetti da una barriera invisibile.

22- sett. 2001- Mistic.it

domenica 10 marzo 2013

Governo al M5S



La classe politica di questo paese non sa capire né rassegnarsi per la vittoria di Grillo alle ultime elezioni. Il PD che pensava di avere la vittoria in tasca è rimasto basito di fronte al risultato elettorale che lo vede praticamente sconfitto. Del PDL (Berlusconi) non spreco parole perché chi lo vota lo fa esclusivamente per interesse personale (tipo corruzione, mafia, favori e via di seguito), e tanti altri per paura dei comunisti. E poco importa se i comunisti, quelli veri in Italia non sono mai esistiti. Verso quest’ultime persone ho solo una grande pena. Il PDL per aver governato il paese quasi 15 anni su 20, ha la responsabilità di aver fatto razzia delle risorse e delle strutture economiche portanti del paese, oltre a ridurre i diritti e i servizi sociali, tra i più arretrati nel mondo civilizzato. Tra cui la sanità ormai sulla soglia della “estinzione”, per colpa di amministratori corrotti, in associazione con la lega.

Ora gli stessi che hanno saccheggiato questo paese, si presentano per risanare ciò che hanno distrutto. E’ di questi giorni la notizia che il sistema sanitario del Lazio è al collasso. Lo credo bene ….. hanno divorato tutto, una vera razzia. Se alla corruzione aggiungiamo i costi della politica il quadro è pressoché completo. Grillo ha insegnato che per fare buona politica non serve il finanziamento pubblico dei partiti, anche perché l’attività politica deve rappresentare un servizio reso alla comunità e non una opportunità per arricchirsi alle spalle della popolazione. Un solo esempio: al comune di Palermo solo per i 120 consiglieri comunali, per essersi riuniti circa 14 volte in un mese, alla fine dell’anno il comune ha sborsato solo di gettoni di presenza un milione e settecento mila euro. Ed è più o meno così in tutto il resto del paese. Se sommiamo tali somme viene fuori una cifra impressionante. Chiedersi dove stava il Pd di fronte a tale scandalo è il minimo che si possa pretendere. Quando si tratta di prendere loro non sono secondi a nessuno. E lo scrive uno che ha sempre votato a sinistra…..

Il PD non è corresponsabile dello sfascio in cui versa il paese, ma correo. Quindi come fa il M5S ha fare un governo con questo ….. Bersani, con quella falsa flemma ipocrita. Dove stava lui e la sua compagnia quando saccheggiavano il paese e cosa hanno fatto per impedirlo?

Grillo mentre tutti gli altri Leader si riunivano nei teatri e affini, andava nelle piazze a sentire le ragioni della gente e spiegare lo scempio che questa classe politica corrotta, ancora una volta aveva il coraggio di presentarsi e proporre misure per salvare il paese dal disastro economico. Disastro provocato da loro, e da una miserabile banda di faccendieri e banchieri capeggiati dalla BCE, che pur di incamerare quattrini non si sono fermati di fronte a nulla. (vedi riciclaggio di denaro sporco). Tra queste banche figura perfino lo IOR, la banca del vaticano. (Vedi banda della magliana). Tanto per citare un caso…..

I poteri forti collusi con la classe politica stanno cercando in tutti i modi di infangare il M5S, con misere accuse a Grillo secondo loro responsabile del fatto che l’autista e la cognata hanno creato società estere in zone classificate “paradisi Fiscali”. Calunnie subito smentite con minaccia di querele contro coloro che cercano di infangare Grillo per distruggere il suo movimento. Questi “signori”, non hanno ancora capito che è in atto una rivoluzione culturale, che personalmente auspicavo da anni e l’ho pure scritto tantissime volte. Unica vera condizione per far uscire l’Italia dalla recessione in cui è stata costretta da questa classe politica incapace, miope e corrotta, di cui il signor Monti non è estraneo ma correo come il PD. E dopo con calma, chiedere a costoro di giustificare le ricchezze accumulate in questi decenni.

Riguardo gli altri scandali (Ultimo il MPS) di corruzione, frode e chi ne ha più ne metta, la finanza ha sequestrato un c.c. di un dirigente con 40 milioni di euro. Ed è solo la punta dell’iceberg. Da dove viene una tale cifra, visto che il titolare di tale conto, non ha mai avuto un lavoro vero e proprio oltre quello di “amministrare” i soldi dei risparmiatori?

E che diciamo delle liquidazioni d'oro di centinaia di milioni di euro ai manager pubblici e privati anche quando sono responsabili di disastri economici fallimentari. Persino la ricchissima Svizzera si è sentita in dovere con un referendum popolare di porre un serio limite alle liquidazioni e stipendi d’oro?

E’ giunto il momento di fare pulizia, e farla sul serio! Quindi a tutti coloro che criticano il M5S perché secondo loro non è trasparente e democratico, dico di smetterla perché quando cantano troppi galli non fa mai giorno, e comunque vi ricordo che la confusione è un terreno amato soprattutto da coloro che cercano di pescare nel torbido. Gli iscritti e gli eletti del M5S, devono seguire un comportamento in linea con gli scopi della rivoluzione culturale portata avanti dal Movimento. L’alternativa secondo quello che vedo e sento intorno è il caos, il terrorismo e poi la guerra civile. E credetemi è esattamente quello che bisogna evitare a tutti i costi. Ecco perché le persone che hanno dato il voto a grillo, si aspettano delle soluzioni immediate.

Di attuare il suo rivoluzionario programma per sanare e liberare il paese dal marcio, occorre farlo gradualmente per evitare che il paese continui a sprofondare nella recessione.
L’Italia necessita di misure urgenti, di essere governata per impedire che i vampiri che governano l’eurozona approfittino dell’attuale vuoto politico per impadronirsi di ogni risorsa e struttura del paese riducendo il nostro apese come la Grecia, ormai sull’orlo della guerra civile, nel pieno silenzio e indifferenza di questa carta stampata, intellettuale e servile che si fanno chiamare giornalisti, mentre sono solo servi del potere economico ….. dei veri mercenari. (naturalmente salvo eccezioni anche se non so dirla).

Caro grillo, chi ti ha votato pretende soluzioni immediate, diversamente alle prossime elezioni anche tu finirai nello stesso calderone in cui vuoi cacciare la classe politica che ci ha portato al disastro.