sabato 9 giugno 2018

Status di schiavo.



Senza sprecare inutili paroloni e cimentarsi in sofisticate analisi tipiche di chi non intende risolvere nulla, coloro che difendono l'immigrazione illegale, quindi clandestina … dunque non programmata e controllata dallo stato, inconsapevolmente sono complici di una banda di criminali senza scrupoli che non ha alcun rispetto per la vita umana.

Salvini, il nuovo ministro degli interni, intende risolvere il problema dell'immigrazione selvaggia, e per tale iniziativa è stato coperto di critiche. Preciso che non ho mai votato la lega, ma questo non mi impedisce di dire che mi auguro che affronti il problema al più presto, soprattutto nell'interesse di quei poveracci, sfruttati soprattutto dai cattolici, condensato di ipocrisia, che non importa un fico secco, se i clandestini, vengono abusati, ricattati, sfruttati e lasciati morire di stenti in fatiscenti baracche prive delle più elementari misure igieniche … Quello che conta è che nei campi si spezzino la schiena per pochi euro, 10 ore al giorno sotto il feroce tallone dei caporali.

Mica è colpa di Salvini se i due terzi dell'umanità vive di stenti in assoluta povertà? La colpa è di un sistema satanico che programma la povertà come sistema di controllo della popolazione mondiale per conservare il potere. Quindi, trovo disumano e incivile per l'Italia e l'Europa, far entrare centinaia di migliaia di miserabili del terzo mondo per impiegarli nei campi e ovunque gli italiani si rifiutano, per pochi euro al giorno. Questo è puro cannibalismo da parte di una classe dirigente al servizio delle multinazionali e dei padroni terrieri. Bene fa Salvini a pretendere che l'immigrazione sia controllata e il numero sia stabilito dalle necessità del paese, nel rispetto delle paghe sindacali, come si conviene in uno stato di diritto.

Per me l'attuale questione degli extracomunitari illegali è barbarie. Far entrare centinaia di migliaia di persone senza nessuna tutela e assistenza, lasciati deliberatamente sulle strade perchè possano diventare prede del caporalato con il benestare delle istituzioni trovo che sia disumano. Chi difende anche se inconsapevolmente questo stato di cose, in realtà difende l'élite che sta dietro alle multinazionali; una banda di criminali che non hanno nessun rispetto per la vita umana. Gli immigrati vanno aiutati nei loro paesi di origine.

Piuttosto i nostrani benpensanti cittadini che difendono a spada tratta gli sbarchi clandestini sulla pelle degli immigrati, dovrebbero impegnarsi contro i signori occidentali della guerra che da secoli occupano quei paesi, sfruttando le risorse di quei poveracci. Non è con il falso pietismo che si aiuta quella povera gente, ma smettendola di derubarli delle loro ricchezze. Tutto il resto è retorica è indifferenza verso i soprusi che noi occidentali commettiamo contro i più deboli, anche in Italia …

Sono le guerre e il saccheggio delle loro risorse che provocano giganteschi flussi migratori sulle nostre coste. Solo alcuni esempi degli ultimi due decenni: vedi la Guerra in Siria pagata dagli occidentali con in prima fila gli USA, per prendersi il petrolio dei siriani. E se non siete deboli di stomaco, ricordatevi dell'Iraq, della Libia, dell' Afghanistan, della Siria e di tutti quei popoli che vivono sotto schiavitù degli occidentali come per esempio i palestinesi e altri popoli come i curdi che non hanno ancora una patria. Tutto questo non accade per caso, ma è pianificato dagli oligarchi del satanico liberismo senza regole, che hanno ridotto la vita umana a merce, che viene messa sul mercato come un qualsiasi altro prodotto usa e getta.

7 commenti:

  1. Hai colto il bersaglio!
    Un buon Ministro dell'Interno deve provvedere a controllare chi adesso è in Italia e come viene utilizzato. Vedi prostituzione e sfruttamento del lavoro NERO. Perché si chiama NERO il lavoro abusivo?
    Chi sposta questi dalla Calabria, quando raccolgono agrumi, alla Puglia, quando si raccolgono i pomodori?
    Sono italiani o stranieri i caporali?
    E noi, siam uomini o caporali?

    RispondiElimina
  2. Penso che si chiama nero perchè è privo di riferimenti legali ... ma soprattutto perchè non si pagano le tasse.

    Le masse di lavoratori agricoli sotto il controllo dei caporali con il consenso dello stato, sono mosse da una vera organizzazione criminale e lo stato lascia fare perchè fa comodo avere manodopera da pochi euro e senza diritti. L'Italia è tutta una mafia a cominciare dai vari governi e dalle istituzioni. Tanti piccoli feudi sotto il controllo di veri e propri mafiosi che farebbero impallidire Totò Riina e affini ...
    Quindi fa bene Salvini a fare un pò di pulizia, spero solo che non lo fermano prima ...

    Angelo, ti auguro di stare sempre bene.

    RispondiElimina
  3. Pensa al tuo di bene che pensi che Salvini non faccia parte della ... "FAMIGLIA".
    Non hai detto tu che ci leggono nei pensieri?
    E' da un po' di tempo che non penso più e non sogno più.
    Sono diventato uno di LORO.
    Io mi ricorderò sempre ... dite'.

    RispondiElimina
  4. Credi in me?
    Io confido in te.

    RispondiElimina
  5. Sai bene che confido solo in me stesso ...

    RispondiElimina
  6. Fatti amico un'anima superiore!
    Senti amen!

    RispondiElimina

I commenti sono sottoposti a controllo.